BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Comuni in crisi? Allora dove trovano i milioni per l’oratorio?

Ma i Comuni sono in crisi o no? Se lo chiede un lettore dopo aver appreso che il Comune di Stezzano finanzierà il rifacimento dell'oratorio con 1,7 milioni.

Più informazioni su

Ma i Comuni sono in crisi oppure no? Se lo chiede un lettore di Bergamonews dopo aver appreso che il Comune di Stezzano finanzierà il rifacimento dell’oratorio con un milione e 700 mila euro: dove li trova?

Sfogliando l’Eco di Bergamo nelle pagine della provincia, un articolo ha attirato la mia attenzione: in breve "il comune di Stezzano finanzierà la parrocchia per il rifacimento dell’oratorio con un milione e mezzo di euro in 5 anni a fondo perduto (l’anno passato l’articolo diceva che il comune ne aveva già versati altri duecentomila) per un totale di un milione e settecentomila euro. L’articolo proseguiva enunciando l’accordo straordinario fatto dal comune che potrà utilizzare il nuovo campetto sintetico ed inoltre usufruire per ben 15 giorni all’anno GRATUITAMENTE della sala teatro-cinema: dopo questo accordo ci si chiede ma i soldi dove li trovano i Comuni, per di più in un periodo di crisi così duro come non si vedeva da anni? Misteri della fede, o forse dalle nostre tasche.
Ci si chiede dove si possano trovare queste risorse: facendo un mutuo? E il comune si fa garante con le sue proprietà? Se sì, quali? Con finanziamenti europei non penso essendo già l’Italia nel mirino della Comunità europea per i ben noti "aiuti di Stato" alla chiesa che ci costano due miliardi di euro di tasse non pagate legalmente.
Non ultimo in questo discorso rientra il famigerato PATTO di STABILITA’ di cui nessuno ha capito niente, ma tutti i giorni viene riesumato dalle tenebre, appena qualcuno si dice favorevole ad un’opera di pubblica utilità, oppure a finanziare una manifestazione.
Allora dov’è la verità? I soldi ci sono, sì o no?
Per concludere il signor Sindaco ha avvisato i suoi concittadini di questo esborso? Penso di no, ma i suoi "avversari" politici sì perchè non vi erano commenti negativi all’articolo dunque tutti d’accordo nel dare l’acqua al mare.
Grazie
M.d.V.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ema

    Abito a Stezzano. Innanzitutto trovo, come al solito riduttivo esprimere “pareri politici”su questioni locali. Trovo molto positivo, in periodi di pochezza politica, che il Consiglio comunale, alla quasi unanimità (solo un astenuto) possa avere espresso parere positivo, riconoscendo il “valore oratorio” come un luogo per incontrare tutti. Vediamoci positivo e non riduciamo il tutto al solo e solito valore economico! Ci sono altri valori!!!

  2. Scritto da marilena

    Non posso fare a meno di ricordarvi le dichiarazioni di bertone a milano per l’inaugurazione della stazione alla cabrini(ancora uno schiaffo alla laicità dello stato): “le scuole cattoliche sono scuole pubbliche non statali,sono paritarie, non private come hanno scritto alcuni giornali.Bisogna mettersi in testa la dizione corretta” Questo, mentre si discute sulle quote della finanziaria destinate dal governo alle scuole private,in piena crisi delle statali. Bertone,ipocrita e bugiardo,basta!

  3. Scritto da pinin

    @marilena: appoggio decisamente tutto quello che lei scrive. è vero se guardassimo i loro bilanci noi tanti soldi non li vedremmo mai nemmeno se lavorassimo 24 ore al giorno moltiplicato per tutti gli anni della nostra vita. io dico….i comuni, lo stato facesse pagare l’ici sugli immobili della chiesa e con il ricavato ristruttura gli oratori. è vero che l’oratorio è un bene comune, ma perchè invece di usare i soldi per questo non li diamo a chi ha bisogno di assistenza? gli anziani x esempio.

  4. Scritto da pinin

    quante persone anziane, invalide hanno bisogno di assistenza e non ce l’hanno! una volta i bambini andavano all’oratorio e giocavano a pallone nel fango, adesso invece siccome siamo più ricchi il campo lo dobbiamo avere con erba sintetica! ma dai per favore!

  5. Scritto da jack

    Caro Pinin,se ha notato,i vari commenti nessuno ha notato che anche l’accordo è una barzelletta tra comune-chiesa(se è vero),inoltre il campo sintetico è piccolo in parole povere è adatto fino ad una certa categoria,cosi’ mi informano le perpetue,il tutto sembra perchè hanno costruito una tribuna che sembra un’altare,benedette manie di grandezza.Il campo sintetico il comune già ce l’ha ed è costato uno sproposito(precedente amministrazione),e poi porfido dalla russia,aiuole,e cosi’ gli euro ciao

  6. Scritto da pinin

    @jack: sono di stezzano e anch’io ne so qualcosa e devo dire che concordo pienamente con le tue affermazioni. sei conciso ma molto chiaro ma soprattutto realista. Meno male che ci sono persone che la pensano come me.

  7. Scritto da marilena

    sembra una barzelletta: INVADO, mai termine fu più appropriato per definire la chiesa!

  8. Scritto da jack

    Signora Laura, INVADO il suo commento,ribadendo che il punto non è l’emergenza educativa dei ragazzi,su questo punto è meglio stendere un velo direi una coperta,e non vado oltre.

  9. Scritto da jack

    Carissima Marilena,come in molti paesi della bergamasca e non solo,il Comune non si è fatto mancare nulla,infatti ho saputo da conoscenti che anche il centro giovanile è stato fatto,con una splendida citazione di Garcia Lorca sulla facciata.Completamente e desolatamente deserto,tanto per soddisfare le manie pseudo-culturali(tanto IO e poca cultura),però la struttura è comunale,potrà essere destinata sempre a favore dei cittadini,ci siamo capiti.Salve

  10. Scritto da marilena

    vorrei concludere i miei interventi con una triste constatazione: noi possiamo discutere fin che vogliamo, ma se nessuno interverrà a livello politico(e non lo farà) e soprattutto la gente del paese tacerà, il finanziamento sarà stanziato, purtroppo, riempiendo ancora una volta la pancia di chi non è mai sazio…

  11. Scritto da Laura

    Il mio intervento non vuole essere risposta a nessun commento.
    Abito e Stezzano e sono molto inserita nella vita del mio paese. Il mio pensiero, quando ho saputo dello stanziamento è stato: “Meno male che per le cose davvero importanti i soldi si trovano”. Stezzano, ma non solo, HA BISOGNO di un luogo di accoglienza per i giovani, cattolici e non. Invito a informarsi sul progetto INVADO, uno dei tanti esempi di come parrocchia e comune stanno affrontando l’emergenza educativa degli adolescenti.

  12. Scritto da crediamoci!

    da cittadino dico che sì, la chiesa è stracolma di soldi ma dico anche che l’oratorio è nostro non solo della chesa e che allora è giusto che il comune riconosca la GRANDEZZA di questo posto. Ci sono tante pecche in oratorio, ma rimane una risorsa insostituibile. Si sono spese cifre assurde per altre costruzioni che non sono andate a buon fine….da riconoscere, invece, che ciò che smuove l’oratorio lascia il segno…non solo in chi è cristiano….questa è la forza di questo oratorio!

  13. Scritto da marilena

    per 32. rispetto le sue idee ma perchè il comune non crea un centro di aggregazione giovanile gestito da laici e pubblico? Lei parla di grandezza dell’oratorio, quale grandezza? Quella di accogliere tutti ma di propagandare la religione? E allora lo facciano ma senza sovvenzioni pubbliche. L’oratorio lascia il segno in tutti? Che tipo di segno? E’ a conoscenza degli ultimi fatti accaduti in tutto il mondo nelle file dei preti cattolici?Che se li paghino da soli i loro oratori..

  14. Scritto da marilena

    per poler. io rispetto le sue idee ma lei fa ancora finta di non capire. Ha ragione, è gente che guarda alla sostanza, quella del denaro: controlli i loro bilanci e poi vedrà. Per esempio, lei sa che una qualsiasi associazione cattolica con capitale minimo di 10.000 euro ha il diritto di depositare i proventi nella banca dello ior?Con interessi altissimi e senza pagare una lira di tasse?Le sembra giusto?

  15. Scritto da spasa poler

    Mi pare che si abbia ancora l’idea di “laico” vecchia di 150 anni! Laico signfica contro la Chiesa? Significa neutrale verso tutto e verso tutti? Pompei è la chiara dimostrazione che le cose in mano alalo Stato sonoq eullo che sono: e non perchè i soldi non li spende per quelle cose, ma li spende male! Non sa che cosa significa il concetto di “sussidiarietà”? Ben vengano realtà che ci aiutano a crescere bene i nostri figli. Con serenità nè!

  16. Scritto da jack

    Signor “spazza pollai”,lei sta facendo un pò di confusione,o probabilmente è confuso di suo,e smettiamola con la retorica “che i nostri figli crescano in una realtà sana”,non ha capito il senso della lettera,quando avrà capito me lo spieghi come avessi tre anni.Grazie

  17. Scritto da marilena

    per poler. le ha già risposto jack ma non posso fare a meno di aggiungere qualche osservazione. Sussidiarietà non significa privilegiare istituzioni private e per di più religiose, questo è ciò che avviene in italia. Si danno più soldi alla scuola privata che a quella pubblica, si foraggiano i cre estivi dei preti e non si organizzano spazi di aggregazione comunali, ecc. Che poi la chiesa aiuti a crescere meglio i figli, è tutto da dimostrare e gli ultimi avvenimenti lo confermano….

  18. Scritto da marilena

    ancora un particolare che è forse il punto principale di tutta la discussione: il diritto dei cittadini di usufruire di servizi pubblici aconfessionali, chi vuole e può si rivolga pure a quelli religiosi ma non può obbligare me a farlo. Purtroppo, nei nostri paesi non c’è scelta, o mandi i ragazzi all’oratorio o li tieni a casa. Capito, neh?

  19. Scritto da spasa poler

    Primo: non ho detto che educa “meglio” la Chiesa, ma almeno tenta di farlo con tutti i suoi limiti; e non parla solo! Secondo: rinnoviamo i nostri sentiti ringraziamenti a chi con coraggio fa scelte che non guardano all’appartenenza ma alla sostanza e all’impegno sul campo. Tanto per dire, nè!

  20. Scritto da Michele

    Nel 1988 in Toscana un dirigente comunista disse: ” A Est le cose stanno andando male per cui, per scalzare la Chiesa e l’Occidente, puntiamo sull’immigrazione”.
    Come sempre sono stati educati ad odiare la Chiesa e quindi non si rendono conto del bene che la Chiesa ha sempre fatto. Ci saranno pure i sacerdoti che fanno prediche politiche dai pulpiti, ma noi le facciamo uscire dall’altro orecchio.
    Quindi bene ha fatto Stezzano ad aiutare la Parrocchia, perchè fa del bene anche ai figli di tutti

  21. Scritto da marilena

    i soldi dei comuni sono pubblici, non devono essere regalati alla chiesa, non volete ammetterlo ma avete capito bene come stanno le cose. Lo stato è laico, gli oratori sono confessionali, i centri di aggregazione comunali non funzionano (es.osio sotto) perchè manca la volontà di gestirli meglio. Michele, non si tratta di odiare la chiesa, si tratta di dire basta a questi profanatori del tempio che, non soddisfatti dello ior,cl,cdo,opus dei, chiedono ancora soldi a noi. Basta!

  22. Scritto da marilena

    per 18 poler. con serenità le tasse le pagano anche gli atei, i protestanti, gli agnostici neh! Anche quanto è successo a pompei la dice lunga sui finanziamenti che vengono dati per conservare i beni religiosi (proprietà vaticana) e non per le opere artistiche dello stato. E’ UNO SCHIFO ! Lo stato deve essere laico, capito???!

  23. Scritto da jack

    Signora o signorina Marilena,disperavo che qualche partecipante a questa piccola discussione,potesse cogliere il senso della lettera,ed invece con grande piacere dopo una serie di interventi completamente fuori luogo,infatti quando di mezzo c’è l’incenso si esprimono concetti e pensieri che non stanno ne in cielo ne in terra,qualche(non è la sola)cittadino attento è ancora presente su questo pianeta.Complimenti ha detto cose sacrosante.

  24. Scritto da stefano

    dai vs commenti non si capisce nulla. non conosco la realtà di Stezzano ma chi scrive definendosi “w la padania” dove vive? i comunisti li vede solo lui ovunque. il governo è lì da vedere e i comuni bg.schi sono quasi tutti guidati dalla Lega. forse vieni da Marte? mamma mia il pianeta rosso!!! dei comunisti?

  25. Scritto da francesco

    @15 jack
    ho capito benissimo che Lei non vuole che siano dati i soldi alla Parrocchia. Legittima opinione. Il Sindaco eletto ne ha un’altra e i soldi se li ha dati ci sono. La lettera parla di altro, insomma si batte la sella per cercare di far capire all’asino, ebbene battete direttamente l’asino altrimenti fate confusione e non aiutate i cittadini a capire.

  26. Scritto da Sp°sa poler

    Noi siamo contenti che il Comune dia soldi alla parrocchia: primo perchè la parrocchia non è il Vaticano e l’ 8xmille; secondo perchè quando le opere le fa la parrocchhia sono fatte sempre meglio che quelle statali; terzo, anche i cattolici pagano le tasse come gli altri… Con serenità nèè!!!

  27. Scritto da jack

    Mi dispiace signor francesco ma lei ha parlato di bilanci, la lettera non toccava questo punto infatti la storia recente dimostra ed è sotto gli occhi di tutti gli italiani,di come sono trasparenti i bilanci di comuni,aziende ecc..altrimenti perchè la magistratura se ne dovrebbe occupare.Lei non sa nulla del patto di stabilità,e lo dice a me però glissa sulla moratoria dell’europa sulle tasse non pagate dalla chiesa allo stato italiano sento odore di sacrestia,comunque non ha capito nulla

  28. Scritto da pinin

    ma a Stezzano non volevano mettere una tassa del 70 e qualcosa % sulle ristrutturazioni? pensa quelle povere famiglie che hanno
    una piccola casa da ristrutturare e fanno mutui per farlo…….pure la tassa del comune si devono pagare. capito dove li prendono i soldi?

  29. Scritto da Kratos

    Ce ne vorrebbero di più di aiuti agli oratori!!
    Sono le uniche vere attività non a scopo di lucro in cui i nostri ragazzi possono trovare spazi e aiuti, di tutti i tipi.

  30. Scritto da w la padania

    sarà colpa dei comunisti che governano il comune, no?

  31. Scritto da ti rispondo subito

    il comune di stezzano è guidato da LEGA NORD e PDL

  32. Scritto da w la padania

    ah. davvero?
    non lo sapevo.
    ma allora anche la lega è uguale a tutti gli altri

  33. Scritto da pacio

    ma non fatemi ridere.il comune di stezzano i soldi li ha perchè nonostante il sindaco e giunta attuali abbiano blaterato che la precedente amministrazione “comunista”abbia lasciato un buco in bilancio grosso cosi ripeto,i soldi ci sono.hanno preso in giro ancora una volta i soliti creduloni he credono alle balle e non alla verità(questa ne è la prova lampante )stezzanesi è bello che venga aiutata la parr. ma questa non è farina del sacco leghista.

  34. Scritto da Silvio

    Io non mi scandalizzerei dei soldi dati per la ristrutturazione in quanto il comune (gli abitanti) riceve (e ha ricevuto) ben di più in servizi dall’oratorio. E’ bene che ci ricordiamo tutti i servizi che la chiesa bergamasca offre alle persone bisognose, ai nostri ragazzi…

  35. Scritto da francesco

    l’ignoranza e’ una brutta bestia: se ignorate come funzionano i bilanci dei comuni prima di scrivere informatevi.

  36. Scritto da jack

    Pendiamo dalle sue labbra francesco,perchè probabilmente lei ignora il senso della lettera.

  37. Scritto da marilena

    ancora una volta si usa denaro pubblico per fiananziare la chiesa che è già superaiutata dallo stato: è scandaloso! Come si può dire che gli oratori fanno un servizio sociale a fondo perduto? Lo stesso servizio potrebbero farlo i centri sociali comunali se fossero ben gestiti e soprattutto costruiti in tutti i comuni più grandi. Provate a chiedere qual è il patrimonio della curia bergamasca e come viene “oculatamente gestito” dal bravo don carminati lucio, una persona per bene che opera ..!

  38. Scritto da bruno giordano

    non bastasse l’ otto per mille pagato anche da chi in dichiarazione dei redditi non esprime nessuna scelta, non bastasse l’ esenzione Ici per gli immobili della chiesa che incassano lauti affitti, non bastasse il finanziamento alle scuole private, ci mancava pure questo

  39. Scritto da birillo

    questa è la riprova che la precedente amministrazione non aveva lasciato nessun buco di bilancio e che l’attuale amministrazione Lega-PDL ha vinto le elezioni raccontanto bugie! alle quali purtroppo gli stezzanesi hanno creduto.

  40. Scritto da dionigi

    Non ho letto i commenti precedenti l’unica cosa che dico è MENO MALE CHE LI SPENDIAMO PER L’ORATORIO PIUTTOSTO CHE PER UN CENTRO COMMERCIALE!!!!!!!

  41. Scritto da e

    che gli oratori svolgano un servizio sociale è tanto evidente, quanto la malafede di chi sostiene il contrario.

  42. Scritto da w la padania

    è colpa dei comunisti che governano a stezzano.
    è colpa dei comunisti che governano la provincia.
    è colpa dei comunisti che governano la regione.
    è colpa dei comunisti che governano lo stato.

    noi della lega siamo ancora in minoranza, ma vi promettiamo che, quando vinceremo le elezioni, faremo tante tante tante cose.
    promesso, giuro.

  43. Scritto da francesco

    @ 15 jack: per scrupolo ho riletto la lettera. Si scrivono cose a vanvera sui soldi dei comuni, si cita il patto di stabilita’ anche qui a vanvera. Se il senso è che invece di dare i soldi per l’oratorio potevano fare altro chi l’ha scritta lo scriva apertamente e non scriva cose a caso. I soldi a Stezzano evidentemente ci sono, come sono spesi e possono essere spesi è un’altro paio di maniche.