BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono si coccola il suo capitano: “Doni? Può giocare ancora a lungo” video

Così il tecnico alla viglia della partita contro il Modena in programma martedì sera: "Occhio ai canarini che non perdono da sei partite".

Più informazioni su

“Abbiamo creato molte occasioni e il gol è arrivato quando forse meno ce lo aspettavamo. A Trieste è stata una gara difficile perché loro nel primo tempo si difendevano in 10 e non avevamo spazi per giocare; nella ripresa siamo cresciuti e contemporaneamente i nostri avversari hanno rallentato e così è arrivata la prodezza di Cristiano”. Per una volta Stefano Colantuono si gode un secondo tempo più gustoso rispetto al primo e poco importa se la squadra sembra aggrappate alle magie di Cristiano Doni, eterno capitano che può continuare ancora per molto tempo ancora. “Dal punto di vista anagrafico non ci sono problemi – spiega il tecnico -, negli ultimi anni la carriera dei giocatori si è allungata. I problemi per Cristiano sono fisici, deve convivere con acciacchi e fino a quando vorrà conviverci potrà giocare e a questi livelli”. Livelli che non sembra raggiungere Bonaventura, l’erede designato. “Non è possibile fare paragoni – la difesa d’ufficio del tecnico – perché Jack è ancora molto giovane ed ha tutte le carte in regola per diventare come Doni in futuro. Sta giocando bene e questo è l’importante al momento”.
Quindi il bollettino in infermeria, meno grave rispetto alle ultime settimane. “Manfredini sta bene ma valuteremo in queste ultime ore se utilizzarlo già contro il Modena o attendere la gara di Empoli – l’analisi di Colantuono – perché le scelte devono essere fatte in ottica delle tre partite in otto giorni. Peluso è convalescente mentre Pinto giocherà il prossimo turno con la Primavera perché è necessario che metta minuti con le gambe. Il nuovo acquisto Ferri? Bisogna attendere i tempi necessari per il tesseramento ed inoltre non ha molta autonomia nelle gambe. Per lui il discorso è rinviato a settimana prossima”.
Infine due parole sul prossimo avversario di martedì sera. “Il Modena non perde da sei partite e qualcosa vorrà pure significare. E’ una buona squadra che soprattutto ad inizio campionato ha fatto molto bene. Ha giocatori di qualità davanti come Bellucci ed il resto della rosa è formata da calciatori arcigni e di categoria. Se non l’affrontiamo con la giusta concentrazione potrà diventare una partita complicata”.

 

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.