BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trasporti, la Cgil: “Abbiamo perso tre mesi”

La Filt Cgil Lombardia interviene in merito ai tagli annunciati dall'assessore regionale Cattaneo al trasportp pubblico locale.

Più informazioni su

La Filt Cgil Lombardia interviene in merito ai tagli annunciati dall’assessore regionale Cattaneo al trasportp pubblico locale.

Il quadro prospettato dall’assessore Cattaneo prevede un taglio di 247 milioni di euro (con ipotesi di scendere a 198) a cui si devono sommare quelli che avverrano di uguale misura dal 2012 e già decisi dal governo. CGIL Lombardia e FILT – CGIL Lombardia, da questa estate si sono mobilitate per denunciare quello che sarebbe avvenuto. Da luglio si intravedevano i tagli rivolti al trasporto pubblico locale.
La trattativa tra le Regioni e il governo, da cui la Lombardia attendeva risposte, al momento è risultata senza esito. La Regione Lombardia ha deciso di presenare il proprio bilancio scaricando su imprese, utenti e lavoratori i tagli previsti in Finanziaria al Trasporto Pubblico Locale.
In questo quadro immaginare quozienti o bonus familiari, senza aver ben chiaro a cosa ci si riferisca, sono solo palliativi residuali. Come prevedevamo il peso dei tagli passato dal Governo alle Regioni passerà ora ai cittadini con il ricatto di aver un servizio ancor meno efficente ma certamente piú caro!
Bel modo di aiutare le famiglie ed i lavoratori nella crisi!
Le proposte dell’assessore della Regione Lombardia di fronte alla scure dei tagli al Trasporto Pubblico Locali sono sbagliate e colpiscono utenti e lavoratori.?Se come é annunciato dal 1 di gennaio del 2011 avremo una aumento medio delle tariffe del 25 %, a fronte di un’inflazione dell 1,5 %, é solo a causa delle decisioni di un Governo che ha 8 ministri lombardi e che sembrano insensibile a quanto avverrá.? A questo si deve aggiungere un taglio intorno al 10% dei servizi che colpirà sia ferrovie che trasporto su gomma.?Quindi meno servizi e piú cari! Per avere tariffe europee si dovrebbero avere salari e qualitá del servizio europee. Invece di chiedere un doppio sacrificio agli utenti la Regione dovrebbe proporre soluzioni alternative che siano sostenibili e non siano un misto di aspirine e pozioni indigeribili.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.