BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Immediato sostegno ai lavoratori licenziati”

Il PD vuole segnare l’inizio di una fase nuova del suo rinnovato impegno sul territorio: andare oltre la solidarietà delle istituzioni e dei partiti a chi perde il lavoro.

Più informazioni su

Giovedì 4 novembre alcuni amministratori locali e rappresentanti dei lavoratori delle aziende del territorio hanno avviato con i membri del Circolo di Ponte San Pietro del Partito Democratico, l’on. Giovanni Sanga ed il responsabile lavoro Pd Sergio Gandi una riflessione sul futuro dell’Isola, colpita dalla chiusura di importanti realtà, Indesit su tutte, che vede coinvolte oltre 7.000 persone.
L’obiettivo, condiviso da tutto il Pd provinciale, è duplice: da un lato, fornire un immediato sostegno ai lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro, aiutandoli a reperire concrete occasioni di lavoro alternative; dall’altro, puntare a preservare il patrimonio industriale e di conoscenze che l’Isola in questi decenni ha costruito e formulare concrete proposte per rilanciare il settore manifatturiero immaginando investimenti nei settori più innovativi.
Il PD vuole segnare l’inizio di una fase nuova del suo rinnovato impegno sul territorio: andare oltre la solidarietà delle istituzioni e dei partiti a chi perde il lavoro e, facendo fronte alle lacune del governo di centrodestra, silente sui temi di politica industriale, farsi promotore di un rilancio dell’economia del territorio puntando sulla presenza di una miriade di piccole aziende e sulle possibilità offerte dalle previsioni di sviluppo dei vari piani di governo del territorio, in particolare quelli dei comuni di Ponte San Pietro, Mapello e Ambivere.
Si tratta di dare concreto seguito agli impegni assunti con i lavoratori del territorio colpiti dalla crisi, manifestando con i fatti che il Pd non pronuncia solo parole di circostanza ma, quale forza radicata sul territorio, si pone il problema di come governare la crisi e rilanciare lo sviluppo e, ove necessario, la riconversione delle attività economiche oggi presenti.
L’intento non è quello di sostituirsi alle istituzioni, prime fra tutte la Provincia e la Regione, che hanno la responsabilità delle decisioni e che oggi faticano a produrre risultati concreti, ma di fungere da stimolo e supporto, dando seguito all’invito delle parti sociali (è di oggi la richiesta di progetti concreti per l’area dell’Isola del segretario Piccinini) ad essere tutti insieme protagonisti di un progetto di rilancio.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luca gritti

    ohh si son svegliati dopo mesi che di questa cosa si occupano solo leghisti e quelli del PDL anche il pd si e’ destato!! forse un po’ tardi no??

  2. Scritto da gioan

    Sai cosa ne fanno i lavoratori della solidarietà!!!!!