BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sole delle Alpi o che ride? Il pm li confonde e ne riconosce il valore sociale”

Nella richiesta di archiviazione il pubblico ministero parla di ???Sole che ride??? e non di ???Sole delle Alpi???, allo stesso tempo dichiara che il simbolo riveste carattere socio-culturale.

Più informazioni su

Il Comitato Amici della Piazza di Cividate al Piano torna sulla vicenda del Sole delle Alpi  voluto dall’Amministrazione leghista in piazza Papa Giovanni. Una scelta contro la quale il Comitato si era rivolto alla magistratura. Ma il pubblico ministero ha richiesto al gip l’archiviazione del caso.
In un Comunicato il Comitato evidenzia come nella richiesta di archiviazione (apri e scarica la richiesta in formato pdfil pubblico ministero Franco Bettini parla di “Sole che ride” e non di “Sole delle Alpi”: "Un errore del quale prendiamo atto con amarezza e con il dubbio che questa vicenda sia stata trattata con leggerezza. Altrimenti si sarebbe accorto, semplicemente dal nostro esposto o da una visita sul campo, che ciò che a Cividate al Piano viene messo in discussione non è il “Sole che ride” (simbolo della lotta contro il nucleare e del partito dei Verdi), che in paese non si è mai visto, né in piazza, né in nessun altro posto, ma il “Sole delle Alpi”, registrato come simbolo della Lega Nord".
E nonostante la confusione il Comitato sottolinea che il pm, nella sua richiesta di archiviazione, ha di fatto riconosciuto la valenza sociale del simbolo voluto dall’Amministrazione leghista di Cividate: "Il simbolo riveste anche carattere socio culturale e così è stato inteso, all’atto della sua apposizione, da parte del sindaco del Comune”.
Gli Amici della piazza concludono così il loro comunicato: "Il Comitato si è sempre comportato in maniera seria. Tutto quello che ha fatto, l’ha fatto alla luce del sole, portando avanti una battaglia doverosa, anche se difficile, contro la scelta di un partito che governa e gioca a confondere i simboli di cui si è appropriato, con simboli culturali e tradizionali.. Abbiamo portato avanti una battaglia dura, ma leale. Il Sindaco Luciano Vescovi aveva minacciato di querelarci, forse l’avrà anche fatto, non ci interessa. Quello che conta è che siamo andati avanti, sempre, con l’appoggio di buona parte della popolazione, convinti, come lo siamo ancora oggi, di stare dalla parte della ragione. Abbiamo perso. Di motivi per appellarci ce ne sarebbero. Ad ogni modo abbiamo deciso che NON FAREMO RICORSO. Sapevamo, quando abbiamo depositato l’esposto, che la nostra sarebbe stata una battaglia dura da vincere. La legge è “fumosa” sulla questione, ma avevamo il dovere morale di fare quello che abbiamo fatto. Ciò che è innegabile, al di là dell’opinione della magistratura nei confronti della quale siamo del tutto sfiduciati, è che a Cividate al Piano, nel bel mezzo della tradizionalissima piazza Papa Giovanni XXIII, è stato infilato un simbolo di partito, in un luogo pubblico. Ma a quanto pare, prima di intervenire, le istituzioni di natura politica hanno bisogno di una scuola tappezzata di “Sole padano”, altrimenti non ne vale la pena".

CIVIDATE AL PIANO Sole delle Alpi in piazza? Il pm archivia: non c’è reato

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da autonomo

    è propio vero bergamonews è filo IDV o sinistrotta
    scelta politica e di schieramento molto evidente
    siamo conciati propio bene sigh

  2. Scritto da Sconforto

    Roba da chiodi

  3. Scritto da marilena

    mi dispiace che gettiate la spugna…Non c’è qualcuno che possa aiutarvi a fare ricorso? Anche se sono convinta che i veri perdenti in questo caso sono i PREPOTENTI, non è giusto fargliela passare liscia. Quale valore sociale riconosce il pm? Mi sembra una barzelletta.

  4. Scritto da marilena

    scusate, sono andata a leggere la richiesta di archiviazione e per quel poco che conosco del diritto, mi pare che aver confuso il simbolo sia già un motivo valido per chiedere al pm di rivedere il ricorso. Spero che intervenga su questo blog un avvocato competente. Auguri.

  5. Scritto da cuìn

    il sole padano che ride! insomma, finisce in barzelletta… e tutto per quello sgorbio che si vede nella foto.

  6. Scritto da baloo

    Certo che il “Sole delle Alpi” sembra proprio la ruota del popolo Rom.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Rom_%28popolo%29
    Che ci sia un collegamento?
    Dopo essere diventati più ladri di Roma, i leghisti stanno diventando più zingari dei Rom?

  7. Scritto da marilena

    per 9 baloo. azzeccaqto e molto simpatico il tuo commento!

  8. Scritto da Gaziantep

    Certo che il PM fa proprio una bella figura…. Ma dove vive costui?

  9. Scritto da luca

    Ecco adesso diranno che il magistrato è della lega… pure lui

  10. Scritto da SLEGHISTA

    Il sole delle Alpi ,risplende solo nella testa di chi lo esalta.

  11. Scritto da Raffaele

    La Lega fa simbologismi di storia antica, ha colto l’attimo favorevole nella carenza di Politica! Non ha mai prodotto fatti concreti per la gente per chi lavora nel nord, si salvano quei pochi che provenivano dai Socialisti che li dovrebbero tornare, si è insediata con gli slogan e ora usa il potere per avere posti, incarichi e contributi dello Stato – Italia, alla faccia di Roma ladrona!!