BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ministro Prestigiacomo inaugura la Settimana per l’energia

Prende il via lunedì 8 alla Fiera Nuova, la seconda edizione dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Artigiani con Confindustria.

Più informazioni su

Prende il via lunedì 8 novembre alle 9, nella Sala Caravaggio della Fiera Nuova di Bergamo, la seconda edizione della “Settimana per l’Energia”, l’iniziativa organizzata dall’Associazione Artigiani di Bergamo, quest’anno con la collaborazione di Confindustria Bergamo, che vede in programma, sino al 14 novembre, in varie location della provincia, una serie di eventi, congressi, seminari, workshop finalizzati a promuovere la cultura del consumo responsabile, l’approfondimento degli aspetti tecnici e normativi della green economy, e a creare occasioni di aggregazione e riqualificazione professionale per le imprese attraverso l’offerta di nuovi servizi.
La manifestazione si aprirà ufficialmente con il convegno inaugurale dal titolo “Quale politica energetica per lo sviluppo e la competitività del sistema Paese?”, che vedrà anche le autorevoli presenze del Ministro per l’Ambiente Stefania Prestigiacomo e del presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Guerrini.  
Si tratterà di un confronto aperto tra i principali attori istituzionali e di rappresentanza del mondo imprenditoriale, professionale e accademico, per individuare le scelte strategiche della politica energetica nazionale e locale da qui al 2020 a supporto della competitività del Sistema Paese, in relazione agli obiettivi della politica UE.
Dopo l’apertura dei lavori affidata al presidente dell’Associazione Artigiani Angelo Carrara e al presidente di Confindustria Bergamo Carlo Mazzoleni, e i saluti del sindaco di Bergamo Franco Tentorio, del presidente della Provincia Ettore Pirovano e del vicepresidente della Camera di Commercio Matteo Zanetti, seguiranno le relazioni tecniche di Antonio Perdichizzi della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bergamo (“Green Economy e tecnologie energetiche innovative”) e di Enrico Quintavalle del centro studi Confartigianato (“Le produzioni di energia elettrica da fonti rinnovabili”); si aprirà quindi una tavola rotonda che vedrà confrontarsi Stefano Saglia sottosegretario allo Sviluppo Economico, Marcello Raimondi assessore regionale all’Ambiente, Energia e Reti, Agostino Conte del comitato tecnico energia di Confindustria, Giovanni Rolando presidente del consiglio nazionale dell’Ordine degli Ingegneri, Maurizio Lazzaroni presidente di Assilea (Associazione Italiana Leasing) e don Francesco Poli del Centro Etica Ambientale (Cea). Al termine le conclusioni del ministro Prestigiacomo e del presidente di Confartigianato Guerrini.
A moderare il convegno sarà il direttore de “L’Eco di Bergamo” Ettore Ongis.
E’ gradita la registrazione al convegno sul sito www.settimanaenergia.it.
Tutti gli incontri della “Settimana per l’Energia” sono a ingresso libero e gratuito.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da NENE'

    Questa Signora viene a Bergamo per inaugurare “la settimana per l’energia” e lascia in balia dell’immondizia di tutta la Campania senza mai prendere una responsabilità verso i suoi cittadini, visto che lei abita da quelle parti.
    Forse penserà di produrre energia con i rifiuti accumulati nel suo paese.
    Sarà venuta per piazzare qualche balla?

  2. Scritto da ureidacan

    Chiediamole se è vero che oggi nel Consiglio dei Ministri ha detto a Tremonti “Giulio non dire cretinate”

  3. Scritto da cuìn

    chissà se sarà ancora ministro :D