BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Doni, segna sempre lui Entra e fa secca la Triestina

Un lampo del neoentrato Doni porta a Bergamo i tre punti. Seconda vittoria consecutiva e secondo posto in classifica per l'Atalanta.

Più informazioni su

L’Atalanta si prende la seconda vittoria consecutiva e passa in trasferta contro la Triestina, alla quarta sconfitta nelle ultime quattro gare, con un lampo di Cristiano Doni ad una manciata di minuti dal termine.
Nerazzurri dalle due facce. Primo tempo giocato con un ottimo ritmo e grande possesso palla dove però non riesce ad essere incisiva: la Triestina rinuncia a giocare (Iaconi posiziona nella propria metà dieci giocatori lasciando là davanti il solo Filkor) e l’Atalanta rimbalza contro la difesa dei padroni di casa.
Nel secondo tempo la metamorfosi e, al contrario di quanto accadeva nel recente passato, la Dea si risveglia ed inizia, soprattutto nei primi venti minuti, un tiro al bersaglio verso la porta difesa da Colombo.
Pronti via è Capelli a fallire l’occasione da due passi, quindi ci provano Tiribocchi al 10’ e al 16’ (conclusione centrale da buona posizione all’interno dell’area) e Padoin ben servito da Ruopolo. Non ci si sblocca ma il capitano è in agguato. Al quarto d’ora entra il numero 27 (non titolare perché mai disponibile in settimana causa un problema muscolare) e al minuto 36’ mette il suo sigillo: da destra Ardemagni gli serve una palla rasoterra che il fantasista nerazzurro colpisce dal limite dell’area di interno destro. Il Nereo Rocco sembra colpita da una raffica pungente di Bora, la rete alle spalle di Colombo si gonfia, testa alta e tre punti che si incamminano sulla A4, direzione Bergamo, scortati da un grande Consigli che allo scadere mette la pezza su una conclusione di Testini, il migliore in campo dei suoi.

TRIESTINA-ATALANTA 0-1
RETE: 36’st Doni.
TRIESTINA: (4-5-1): Colombo; Longhi, Brosco, D’Ambrosio, Toledo; Malagò, Gissi, Longoni (20’st Antonelli), Marchi (14’st Godeas), Testini; Filkor. All. Iaconi.
ATALANTA 4-3-1-2): Consigli; Raimondi, Troest, Capelli, Bellini; Padoin, Barreto, Carmona; Bonaventura (15’st Doni); Tiribocchi (38’st Basha), Ruopolo (24’st Ardemagni). All. Colantuono.
NOTE: ammoniti Testini, Colombo.

SECONDO TEMPO
49′: miracolo di Consigli un secondo prima la fine del match. L’Atalanta passa a Trieste grazie al sesto gol in campionato di Doni.
45′: quattro minuti di recupero.
39′: sinistro di Testini che sibila vicinissimo dal lato sinistro di Consigli.
38′: fuori Tiribocchi, dentro Basha.
36′:gooooooooooooooooolllllllllllllllll,ancooooooooooooooooraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa lui: Cristiano Doni! Gol importantissimo per il capitano che raccoglie un assist sporcato di Ardemagni e di destro fredda Colombi.

34′: altro destro di Antonelli parato tranquillamente da Consigli.
32′: punizione dal limite, dalla zona-Doni.
29′: mancanza di gol a parte, il secondo tempo è molto più godibile.
26′: ancora Antonelli prende palla all’interno dell’area ma la conclusione, da buona posizione, rimbalza contro Raimondi.
24′: è l’ora di Ardemagni che sostituisce Ruopolo.
21′: Antonelli mette i brividi a Consigli con un destro a rientrare. Ci arriva per un pelo l’estremo difensore bergamasco.
20′: seconda sostituzione per l’Unione, dentro Antonelli, fuori Longoni.
19′: ammonito Testini.
17′: azione spettacolare per i bergamaschi, colpo di testa di Doni, tacco di Tiribocchi per Ruopolo, magia dell’ex AlbinoLeffe per Padoin che tira ma è ancora bravo Colombi, il migliore del match fino ad ora.
16′: ora è un tiro a segno, palla di Padoin dalla sinistra per il Tir che di prima intenzione tira in porta ma la conclusione è centrale.
15′: primo cambio per la Dea, dentro Doni fuori Bonaventura.
14′: primo cambio del match, dentro Godeas, esce dal campo Marchi.
13′: incursione di Bonaventura centrale anticipato dal portiere. Atalanta tonica.
10′: destro improvviso di Tiribocchi che dopo aver ricevuto palla dal limite riesce a girarsi e a tirare. Angolo per gli ospiti.
8′: un’altra Dea in questo secondo tempo, nettamente in crescita. Ora la pressione sembra essere anche di qualità migliore. Gli uomini di Colantuono riescono ad arrivare molto più facilmente sul fondo.
6′: Doni si sta scaldando a bordo campo dall’inizio della ripresa. Il suo ingresso sembra necessario.
2′: Atalanta vicinissima al gol. Punizione di Barreto, testata di Ruopolo respinta da Colombo, sulla palla vagante Capelli cerca il tocco morbido ma la palla si impenna sopra la traversa.
1′: ripartiti!

PRIMO TEMPO
46′: finisce un primo tempo noiosissimo con nessuna occasione da gol vera per entrambe le squadre
45′: lampo di Testini, bel sinistro dai venticinque metri che si spegne sul fondo.
42′: l’impressione è che senza Doni, là davanti, si faccia fatica.
38′: Bellini per Ruopolo, tiro sporcato e sulla palla morta Barreto, da un metro, non riesce ad arrivarci.
36′: ora il gioco è molto spezzettato dai tanti falli fischiati dal direttore di gara.
33′: altro sussulto, sempre dalla sinistra, della Triestina. Angolo per gli alabardati.
30′: buona aggressività da parte dell’Atalanta in tutti i reparti. Quello che manca è un pizzico di lucidità nella trequarti d’attacco.
27′: c’è meno spinta ora da parte dei bergamaschi che subiscono leggermente l’iniziativa dei biancorossi ancora lontanissimi da mettere paura ai nerazzurri.
22′: prima parata della partita, la fa Colombo che blocca a terra il colpo di testa di Ruopolo servito da un cross dalla destra di Barreto.
19′: Malagò arriva in ritardo di un nulla sull’angolo. Rischio per Consigli.
18′: primo sussulto dei padroni di casa, Testina sguizza sulla sinistra, palla in mezzo ma sbroglia la matassa Troest.
15′: molta quantità nel gioco dell’Atalanta che però si perde quando arriva a venti metri dalla porta di Colombi.
10′: diagonale di Tiribocchi ben servito da Barreto fuori di parecchi metri. Triestina che inizia a shiacciarsi nella propria area.
9′: sulla tribuna opposta a quella delle panchine le oramai classiche sagome che rappresentano i tifosi.
7′: tiraccio di destro di Bellini che finisce nel parcheggio del Nereo Rocco.
5′: sembra chiaro il film della gara, il solito per i tifosi bergamaschi. Barricate per gli avversari con i nerazzurri che cercano di trovare il pertugio giusto per sfondare.
3′: Atalanta già in forcing fin dai primi secondi della partita. Prima il tiro rimpallato da Bonaventura quindi il cross basso di Padoin allontanato dalla retroguardia triestina.
2′: primo angolo del match per l’Atalanta.
1′: partiti!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 1907/b

    forsa ragasssi l’avevo detto che possiamo puntare in alto , dai tutti uniti non ci batte + nessuno,

  2. Scritto da ezio

    complimenti per la vittoria , ma non si puo’ soffrire cosi’ con un avversario simile

  3. Scritto da ABC1907

    1907/b for evere 30/10/2010 “ma si, su e giù ………………per restare giu” chiara allusione ai tuoi problemi di erezione.
    1907/b 6/11/2010 “forsa ragasssi l’avevo detto che possiamo puntare in alto , dai tutti uniti non ci batte + nessuno” LO SAI CHE SEI UN POVERACCIO VERO? dici che i tuoi commenti derivano dal fatto che non gradisci che certe frange di tifo spingano la società a certe decisioni..mi domando cosa tu abbia nella testa ora. w la nutella!

  4. Scritto da uno qualunque

    Bene i 3 punti, ma spero (anche se dubito) che il nostro mister riesca a dare un gioco che permetta anche di fare a meno di Doni. Meno male che c’è, ma ricordiamoci che non può salvare la baracca per sempre…

    PS Sarebbe il caso di non dare da mangiare ai Troll…

    Troll: “è detto un individuo che interagisce con la comunità tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, allo scopo di disturbare gli scambi normali e appropriati.” cit. Wiki