BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gregucci: “Mondonico? Un grande, mi ha allenato”

L'ex tecnico nerazzurro sabato torner?? a Bergamo per sfidare l'AlbinoLeffe: "Con l'Atalanta ho avuto poco tempo. Occhio al Mondo, ?? molto furbo"

Più informazioni su

In vista della sfida di sabato al Comunale tra AlbinoLeffe e Sassulo, il sito della società seriana (www.albinoleffe.com) ha intervistato Angelo Gregucci, attuale allenatore dei neroverdi ed ex atalantino
 

Ritorna a Bergamo dopo la sfortunata parentesi con l’Atalanta dello scorso anno: cosa non ha funzionato e qual è il dispiacere maggiore che Le deriva da quell’esperienza?
"Non so cosa non abbia funzionato, penso però che non mi sia stato lasciato tempo a sufficienza. E’ mancata la prestazione della squadra solo in una partita mentre nelle altre aveva fatto buone cose. E’ stata una parentesi lavorativa che mi ha lasciato il grande dispiacere dell’esonero ma il buon ricordo di una società dove ho conosciuto una famiglia molto degna".

Sassuolo e Albinoleffe sono a pari punti in classifica: se lo sarebbe aspettato prima dell’inizio del campionato?
"Francamente no, però essendo la Serie B un campionato lungo e difficile penso che sia ancora troppo presto per esprimere giudizi, da qui a giugno può succedere davvero di tutto".

Sassuolo-Siena può essere secondo Lei una di quelle gare in grado di cambiare il volto di una stagione?
"Penso che una partita come quella vinta contro il Siena possa cambiare lo stato d’animo della squadra nel breve periodo, ma non per l’intera stagione. Sassuolo-Siena è stata una partita che ci ha regalato una serata importante, soprattutto sotto l’aspetto mentale. Se una squadra cerca una vittoria per uscire da un momento negativo, l’incontro di lunedì scorso è certamente quello ideale".

Si dice che Albinoleffe e Sassuolo siano le uniche piazze in cui si riesce a fare calcio lontani dalle pressioni delle categorie che contano: qual è il suo pensiero sull’argomento?
"Albinoleffe e Sassuolo sono due ambienti accomunati dal fatto di avere in società persone competenti che in base alle loro ambizioni sono riusciti ad applicare idee di calcio logiche ottenendo grandi risultati. C’è stata una grande programmazione che ha permesso di raggiungere categorie importanti partendo da lontano".

Lei ha incontrato Mondonico 3 volte da allenatore in  carriera: come si affronta il tecnico di Rivolta?
"Il “Mondo” non l’ho solo incontrato, ma è stato mio allenatore al Torino. Mondonico è un allenatore particolare, esigente, arguto, professionale, sottile in molte letture. Un personaggio del calcio d’altri tempi. La sua scaltrezza lo rende molto difficile da affrontare. Ho imparato molte cose anche da lui". 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roby

    “non so cosa non abbia funzionato l’anno scorso” ecco, appunto

  2. Scritto da soloatalanta

    “Ho conosciuto una famiglia molto degna”. Bei tempi.