BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Perch?? la prefettura non approva il provvedimento?”

Il consigliere di minoranza presenta un'interpellanza e sembra annunciare ricorso al Tar. Attende risposte nel Consiglio dell'8 novembre.

Più informazioni su

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4



/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-style-parent:””;
line-height:115%;
font-size:11.0pt;”Calibri”,”sans-serif”;
mso-fareast-“Times New Roman”;}

Il consigliere dei Verdi Pietro Vertova ha presentato un’interpellanza sui provvedimenti annunciati per via Quarenghi. E nel testo che accompagna l’interpellanza, inviato alla stampa, Vertova sembra annunciare un ricorso al Tar. Il testo di Vertova (il testo integrale dell’interpellanza):

“Nell’interpellanza si domanda a Tentorio se non ritenga che l’annunciata ordinanza sui negozi di via Quarenghi (il "coprifuoco" delle 20 nei giorni feriali e alle 16 alla domenica e nei giorni festivi), sia discriminatoria nonché arrecante un danno all’ immagine di Bergamo (infatti afferma e veicola l’idea che  la comunità bergamasca abbia bisogno di provvedimenti come un "coprifuoco" per la civile convivenza, idea assolutamente falsa).
Si domanda se l’avvocatura comunale sia stata consultata o meno nella predisposizione dell’ordinanza e come mai la Prefettura non abbia ancora approvato il testo dell’ordinanza.
Si chiede inoltre al Sindaco se é consapevole, oppure no, che sta esponendo la città ad un ulteriore danno di immagine (oltre al "coprifuoco" in quanto tale) in quanto una tale ordinanza sarebbe con ogni probabilità considerata illegittima dal Tribunale Amministrativo Regionale (per le ragioni specificate nell’interpellanza).
Si chiede, infine, se pensa che "tanto nessuno farà ricorso", e che quindi il TAR non verrà chiamato a pronunciarsi sulla legittimità di tale ordinanza. Se la sua speranza é questa, si tratta di una speranza mal risposta visto che non tutte le persone accettano dei torti e delle discriminazioni senza lottare contro di esse".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolo

    il danno all’immagine di bergamo lo reca vertova… avete visto come va in giro?

  2. Scritto da l'orso orobico

    una citta deve essere vissuta e non creare delle prigioni dove non si può uscire ad un certo orario, ma neanche nel ventennio pre guerra si attuavano certe scelte politiche.. ma dove sono le capacità degli amministratori a far crescere una città e non renderla morta, non solo notti bianche unatantum per far vedere che è viva..

  3. Scritto da lotario

    monotono monotono e ancora monotono quanto dannoso che personaggi come questo che celano obsolete ideologie dietro la falsa maschera dell’antidiscriminazione verso gli stranieri…ma ci si rende conto quanto viene peggiorata l’immagine di Bergamo grazie proprio alla situazione emergenziale venutasi a creare in via Quarenghi negli ultimi anni..ma evidentemente certi disordini della societa’ fan comodo a certi estremisti seduti nella bambagia…

  4. Scritto da maria grazia bonicelli

    sottoscrivo e aggiungo che aver modificato in maniera sostanziale la destinazione d’uso degli appartamenti del civico 33 per metterci anzichè famiglie normali, giovani coppie a canone moderato, gli uffici pubblici che notoriamente chiudono alle 18…renderà quella via un mortorio altro che rivitalizzazione.coprifuoco e case deserte da famiglie, roba da pazzi esattamente il contrario di quello che occorrerebbe fare.Non si parla più di teatro che avrebbe reso la via più attrattiva, è la fine.

  5. Scritto da danno immagine?

    il danno di immagine per bergamo lo causa proprio gente come vertova che sostiene i violenti del pacì paciana e raccoglie firme false per le elezioni. avrebbe dovuto dimettersi invece si è limitato, opportunisticamente, a prendere le distanze dal suo partito politico che però, solo qualche mese prima lo aveva candidato e fatto eleggere.