BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Passat alla settima generazione

La Passat adotta per prima il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore e una telecamera legge i divieti, scrivendoli sul cruscotto.

Più informazioni su

Tanti avevano ipotizzato che l’era delle berline e delle wagon volgesse al termine. La Volkswagen Passat, dopo 15 milioni di esemplari venduti nel mondo dal 1973 (la prima è stata disegnata da Giugiaro), si dimostra, alla settima generazione, più forte e giovane di sempre. Radicata in una tradizione difficile da annullare, questa nuova Passat ha ricercato valori inediti, affinando sicurezza e stile, riducendo i consumi e le emissioni, a dispetto di prestazioni in crescita. La Passat (la berlina misura477 cm di lunghezza, 182 cm di larghezza e 147 cm di altezza) è stata realizzata sulla piattaforma della precedente, come del resto avviene per i modelli appartenenti allo stesso segmento all’interno della gamma di ogni costruttore. La vera rivoluzione avverrà nei prossimi anni, quando proprio il Gruppo Volkswagen presenterà una piattaforma che potrà essere adattata a un ventaglio di vetture appartenenti a differenti fasce. Oggi la ricerca è tutta concentrata sul miglioramento della sicurezza e del comfort. La Passat adotta per prima il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, ossia un dispositivo che registra un calo di concentrazione e invia un segnale acustico e un messaggio per consigliare una sosta. Per eliminare il pericolo di tamponamento del veicolo che precede è stata montata la funzione di frenata di emergenza City, che interviene sotto i 30 km/h, riconosce anche le vetture ferme e, automaticamente, agisce in caso di bisogno. Una telecamera legge i divieti, scrivendoli sul cruscotto. Il cofano del bagagliaio, nella versione berlina, si apre automaticamente, quando si giunge nella zona posteriore con la chiave in tasca: un sensore riconosce il movimento del piede come comando e attiva l’apertura. Quando si effettua un cambiamento di corsia, la presenza di veicoli in sorpasso viene segnalata da led lampeggianti, integrati negli specchietti esterni. Di notte il Light Assist regola l’accensione e lo spegnimento degli abbaglianti, quando si incrociano altre auto. Materiali insonorizzanti sono stati utilizzati in corrispondenza di plancia e porte, per cui si viaggia in un ambiente silenzioso. La Variant La versione station wagon, chiamata Variant, è lunga come la berlina: 477 cm. In opzione, anche le sospensioni posteriori autolivellanti (a 715 euro). Otto motori proposti al momento della commercializzazione (prevendita a fine ottobre, porte aperte a gennaio 2011), tutti hanno subito interventi per ridurre i consumi sino al 18%. Il 2.0 Tdi da 140 cavalli, BlueMotion Technology, equipaggiato con il sistema start/stop con il recupero dell’energia in frenata, non consuma in media più di 4,6 litri per 100 km, con emissioni di 119 g/km di CO2. Anche i propulsori a benzina utilizzano lo start/stop. Tre gli allestimenti: Trendline, Comfortline e Highline, con prezzi che partono da 25.100 euro. Due altri motori a gasolio arriveranno a giugno 2011.

La Variant
La versione station wagon, chiamata Variant, è lunga come la berlina: 477 cm. In opzione, anche le sospensioni posteriori autolivellanti (a 715 euro).

Otto motori proposti al momento della commercializzazione (prevendita a fine ottobre, porte aperte a gennaio 2011), tutti hanno subito interventi per ridurre i consumi sino al 18%. Il 2.0 Tdi da 140 cavalli, BlueMotion Technology, equipaggiato con il sistema start/stop con il recupero dell’energia in frenata, non consuma in media più di 4,6 litri per 100 km, con emissioni di 119 g/km di CO2. Anche i propulsori a benzina utilizzano lo start/stop.

Tre gli allestimenti: Trendline, Comfortline e Highline, con prezzi che partono da 25.100 euro. Due altri motori a gasolio arriveranno a giugno 2011.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.