BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Un posto nel mondo”, gli appuntamenti

Continua la rassegna di cinema e documentazione sociale che, questa settiman, presenta "Black Gold - Oro Nero", "Welcome" e "Donne senza uomini", oltre a una serata di dibattito

Più informazioni su

L'oro NeroContinua “Un posto nel mondo”, la rassegna di cinema e documentazione sociale che martedì 2 novembre, alle 21, alla Sala di Filmstudio90 presenta il film “Black Gold – Oro Nero”. La pellicola di Nick e Mark Francis, applaudita in numerosi festival, denuncia la drammatica situazione dei coltivatori di caffè in Etiopia, pagati sempre meno, mentre le multinazionali aumentano i loro profitti. La visione è in lingua originale con sottotitoli in italiano. L’ingresso è gratuito e si terrà una degustazione di caffè a cura di L’agodellabilancia e Altro Spazio.
Mercoledì 3 novembre, alle 21, all’ex cinema Rivoli, ad ingresso libero, verrà invece presentato il film “Welcome”. Il film di P. Lioret, racconta di un giovane iracheno, Bilal, che attraversa l’Europa da clandestino nella speranza di raggiungere la sua ragazza, emigrata in Gran Bretagna. Arrivato nel nord della Francia, diventa amico di Simon, un istruttore di Donne Senza Uomininuoto con cui inizia ad allenarsi per un obbiettivo irrealizzabile: attraversare la Manica a nuoto e ritrovare il proprio amore. Il film verrà presentato da Angelo Croci.
Il giorno successivo, giovedì 4 novembre, gli appuntamenti di “Un posto nel mondo” sono due. Il primo è allo spazio Scopri Coop, alle 20.30, ad ingresso gratuito dove si terrà il dibattito sul tema “Sovranità alimentare e autodeterminazione dei popoli”. Alla serata saranno presenti Vittorio Rinaldi, antropologo, Mechor Lima, presidente CCP e Daniela Faiferri di Coop e verranno presentati i corti Asamar, Paropata – terra di patate e Sudan il seme della Pace.
Il secondo appuntamento e ad Azzate, al Cinema Castellani, alle 21, dove verrà presentato il film “Donne senza uomini” di Shirin Neshat. Ambientato in Iran nel 1953, quando il primo ministro eletto dal popolo viene rimosso in un colpo di stato sostenuto da inglesi e americani, per far tornare gli Scià ed evitare la nazionalizzazione delle risorse petrolifere. Quattro donne si ritrovano insieme sullo sfondo dei tumulti sociali. Il film verrà presentato da Alessandro Leone.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.