BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lo sballo dei ragazzini al porto di Lovere fotogallery

Sul Corriere della Sera l'inchiesta sui "ragazzi dell zoo di Lovere", protagonisti, tra alcool e droga, di serate oltre al limite.

Più informazioni su

Quindi anni bastano. O forse no. Quindici anni bastano – purtroppo – per riempirsi lo stomaco e la testa di alcol e per cercare di svuotare tutto assieme cadendo nel lago d’Iseo (guarda la galleria) in un sabato notte. E’ successo ad una ragazza., tirata fuori per i capelli. Succede ogni weekend che al porto turistico di Lovere, sul lago d’Iseo,ci si ubriachi, si litighi, si facciano danni, in quello che era nato come il porto turistico per le famiglie con un centro culturale da riempire di contenuti e invece a riempirlo è l’alcol che scorre a fiumi. Serata ideale: “Pasticche, birre e vodka fresche – confessa Gabriele -, piadina alla nutella, zona porto, ribattezzata Bingo, amici e ragazze a sballare sino al mattino”.
Per provare a far fronte ai “ragazzi dello zoo di Lovere” sono scesi in campo carabinieri, polizia locale,. Guardia di Finanza e i baschi verdi di Bergamo, un’unità speciale che svolge funzioni di controllo del territorio e ordine pubblico.
I ragazzi arrivano sul lungolago dalle province di Brescia e Bergamo: “Al sabato c’è un afflusso di centinaia di giovanissimi – spiega Max Barro, uno dei gestori del porto turistico -. Arrivano da un raggio di 30 chilometri, le poche forze disponibili sul territorio non bastano a garantire controlli e sicurezza del lungolago”.
I “baschi verdi” sono entrati in azione nelle scorse notti anche con unità cinofile. Hanno identificato centinaia di giovani. “Siamo determinati ma mai violenti con chi viene fermato per gli evidenti eccessi della notte brava – spiega Barro che ha partecipato alle retate – gli interventi di prevenzione e controllo continueranno, vogliamo restituire il porto turistico alle famiglie”.
Gabriele (nome di fantasia), terza liceo scientifico, al Bingo ci viene spesso: “Arrivo qui in scooter con tre o quattro amici, attorno alle 20, dopo aver fatto rifornimento al supermercato qui vicino. Compriamo da vere, alcol a manetta, tutto dentro ai sottosella degli scooter e poi ce lo scoliamo al porto in compagnia”.
E poi? “Ci divertiamo così, belli pieni si ride, si scherza e si carica anche qualche ragazza. Quelle bevono anche più di noi. Cosa c’è di male? Magari ci scappa anche un po’ di fumo, hashish o marijuana, roba leggera, io mica li tocco gli acidi”. Ce ne sono? “Beh, qui trovi quello che vuoi senza sbatterti troppo”. Costo? “Per una pasta buona anche 40 euro, fai colletta e la dividi, non ne occorre una intera, ma le trovi dagli 8 euro in su, niente di che, ma vanno bene. Meglio però una sana canna che con l’alcool non mi manda in paranoia”.
Gabriele ha gli occhi spenti, l’aria stanca. “Gli acidi –dice – mi mandano in para, l’ultima volta ho pianto una settimana. Continuavo a fare la doccia, mi sembrava di lavarmi via la paura ma non era così. Un giorno ne ho fatte 8. Mia madre mi guardava e io le dicevo che avevo un eritema e volevo sentire l’acqua addosso, poi andavo nel letto a piangere. Un disastro. Una notte mi sono alzato e ho cercato nell’armadio delle medicine, non mi calmavo più, ho preso il Lexotan di mia madre, 25 gocce e ho dormito, alle 7 non ho sentito la sveglia per andare a scuola. Dopo qualche giorno è passata, ma basta acidi. Bevo tanto, tantissimo e fumo canne, tutto qui. Se mi viene mal di testa quando rientro di notte qualche goccia di Lexotan e dormo tutta notte, e che sarà mai una volta a settimana…”.
Max Barro però giura che adesso tutto questo sballo qui sul porto di Lovere sta per finire: “Purtroppo una politica del “chiudere gli occhi” ha permesso negli anni di arrivare a questo. Adesso però le cose devono cambiare”.

(di Aristea Canini, Corriere della Sera)

Guarda la galleria fotografica della caduta nel lago di una ragazza 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefano

    senti ragazzo, se tu non fai parte del gruppo che si annebbia il cervello buon per te ma non si può neanche far finta di nulla e condonare sempre tutto. bisogna essere responsabili delle proprie azioni. i tempi sono quelli che sono, se non siete come vi giudicano dimostrate il contrario. se volete cadere nel lago ogni sabato sera fatelo pure, contenti voi……

  2. Scritto da ragazzo

    mi scuso se il commento può essere sembrato una difesa a spada tratta,ma resto dell’idea che non sia giusto solo criticare negativamente dando così,secondo me,solo adito ad una scusante per i ragazzi:tanto i giovani sono così quindi cosa mi importa lo faccio anche io!e poi scusa stefano,io a Lovere il sabato ci vado spesso e ti assicuro che i tuffi nel lago non sono affatto di moda.

  3. Scritto da antonio

    ma sti giovinetti perchè sentono il bisogno di bere, drogarsi ecc..hanno tutto quello che vogliono, difesi dai genitori a spada tratta qualunque cosa facciano, libertà a più non posso, divertimenti, viaggi, vestiti all’ultima moda, macchinona. e che dire di quelle femminucce che sognano solo di apparire in TV e invece finisicono nel lago? ma che ridicoli tutti Mio Dio e ‘sto rimba di grunge che dice che gli extracomunitari li obbligano a drogarsi. ma dove vi hanno lasciato il cervello!

  4. Scritto da sandro

    veramente Antonio parole sagge! e pensa che questi giovani dovrebbero occuparsi di noi quando saremo vecchi: mi vengono i brividi solo al pensiero! con i cervelli che si ritrovano adesso figurati quando saranno adulti.

  5. Scritto da ragazzo

    Ed ecco come volevasi dimostrato i soliti che fanno di tutta un erba un fascio e sono solo capaci di denigrare i giovani!

  6. Scritto da ragazzo2

    Ma non vedete che i media stanno portando tutta la situazione all’esasperazione come loro solito!!..Io vado a Lovere quasi ogni sabato sera e vi posso assicurare che per ogni persona ubriaca ce ne sono altre 20 non ubriache, che trascorrono tranquillamente il loro sabato sera. Come dice ragazzo non c’è nessuno che offre droga in mezzo al porto, se la vuoi te la cerchi, punto. Per favore non usate la cosa per dare contro alle nuove generazioni come si sta facendo troppo ultimamente.

  7. Scritto da ragazzo2

    Da come viene presentata la cosa sembra davvero che Lovere sia una nuova Amsterdam, un porto franco dove ogni sabato sera ne capitano di ogni. A Lovere si va per divertirsi, come si diverta ognuno poi non so, ma visto dal dentro vi assicuro che non è una cosa terribile come viene dipinta da questi articoli. Detto questo lascio al vostro buonsenso capire che come in ogni posto ci sono le mele marce e che è ingiusto punire e denigrare tutti per quei pochi, anche se è ciò che la società che molti

  8. Scritto da ragazzo2

    incolpano di traviare i giovani “decerebrandoli” con programmi stupidi (secondo i miei con internet e il computer, ognuno ha il suo) che porta all’esasperazione ogni singolo caso estendendolo a una categoria. Ho concluso, mi scuso per ogni eventuale errore di ortografia o sintassi, ma ad un certo punto mi sono perso il filo del discorso, preso dalla foga. Rimane il fatto che per me è stato molto fastidioso leggere un articolo che dipinge Lovere in questo modo, per nulla vicino al vero.

  9. Scritto da cristiano

    manega de lasarù,’ndi a laurà ‘nvece de fa i barlafùs!!!

  10. Scritto da julius

    conosco bene il posto, penso però che l’atto di accusa più peciso e netto vada fatto ai genitori…..
    di ragazzi con voglia di fare qualcosa di diverso (trasgressione) ce n’è sempre stata traccia, in fondo

  11. Scritto da Sincert

    Ma vendere alcolici ai minori di 16 anni non è reato? Il “supermercato qui vicino” dove comprano “alcol a manetta” sarà così difficile da individuare?

  12. Scritto da nando

    i genitori di questi minorenni se ci sono battano un colpo e rimborsino il Servizio Sanitario per eventuale assistenza ai loro “BAMBINI”

  13. Scritto da JJ

    punire pesantemente chi vende ai minori e schedare gli assuntori a futura memoria, se avranno danni causati da alcool e droghe si dovranno pagare le cure di tasca loro

  14. Scritto da mario59

    Li faranno sloggiare da Lovere, e in breve tempo, troveranno un altro punto di assemblamento, per continuare a “godersi la vita”
    Purtroppo la trasgressione, lo sballo, l’eccedere ad ogni costo… è diventato la moda degli ultimi anni.
    Non tanto lontano da dove abito, c’è un pub, dove il venerdì il sabato sera..i ragazzi fanno baldoria..si divertono ubriacandosi, ogni tanto mi capita di passare e li vedo…urlano…vomitano, litigano.. dormono sullo scooter.
    Ma che divertimento sarà? Mah…!

  15. Scritto da grunge

    Maledetti comunisti e maledetti extracomunitari, guardate come avete ridotto i nostri giovani? Per fortuna che ci sono i genitori leghisti/fascisti che inculcano i veri principi della vita ai giovani bergamaschi, loro si che saprebbero crescere bene i giovani se non ci fossero i comunisti e gli extracomunitari che li obbligano a bere e a drogarsi ! I ragazzi vivono il mondo che gli avete confezionato voi genitori, privo di ideali, dove comandano la tv il denaro e le veline. E’ COLPA VOSTRA!

  16. Scritto da cara a grunge

    ah, certo, chi vuole sballare non vuole controlli…la tua difesa è penosa…
    Ma se le persone si rivelano NON responsabili, cosa si dovrebbe fare? Controlli no, rigidità no, sanzioni no, regole no, propibizioni no….Lasciamo andare tutto alla malora? Hai visto cos’è successo al Leoncavallo, dove lo sballo ha mandato in coma un diciassettenne? Coma penseresti di fare per evitarlo? O sei uno di quelli che queste cose non le vuole evitare?

  17. Scritto da piero

    ho un figlio di quella eta’, penso che non faccia queste cose, se non fosse cosi’ lo butterei io nel lago a rinfrescarsi le idee

  18. Scritto da CONTROGRUNGE

    @ GRUNGE,mi fai veramente ridere, tu probabilmente non capisci che non c’entra la politica in questo, anzi ti dirò di +, oggi tutti i giovani si credono neo fascisti imbrattando muri di lovere con croci celtiche e scritte inneggianti al duce. Ti pregherei di non raccontare balle. Il fatto comunque è che ci devono essere + controlli sia nel posto (Bingo) e + controlli da parte dei genitori che oggi sono troppo permissivi,NON per colpa come dice il GRANDE GRUNGE dei comunisti…. ahhah mi fai ride

  19. Scritto da mario59

    @ 6 piero
    Beato tu che ti senti così al sicuro… io ho 3 figli di cui due in età a rischio…raccomandazioni e discussioni sull’argomento, se ne sono fatte tante…spero nel loro buonsenso…dopo di che, cerco di essere attento…a comportamenti strani … se poi dovesse succedere che si ubriacano, o peggio si drogassero, davvero non saprei come comportarmi con loro…si fa presto a dire lo butto nel lago…. se iniziano ad avere certi comportamenti.. sono guai grossi per tutti.

  20. Scritto da grunge

    @CONTROGRUNGE : Non hai capito una mazza. Infatti le croci celtiche che fanno i giovani sono la dimostrazione di quanto scrivevo prima. Lo confermi tu stesso, che i giovani sono dei pecoroni di estrema destra come i loro genitori “educatori” che li fanno crescere con l’odio per il diverso e l’unico obbiettivo di essere fighi, ricchi e potenti tanto da comprarsi la felicita’, in un vuoto di contenuti che porta all’autodistruzione chi non e’ in grado di partecipare a X Factor o Grande Fratello 10.

  21. Scritto da ragazzo

    chiedere alla giornalista se ha mai letto “i ragazzi dello zoo di berlino” visto che la metafora utilizzata mi sembra un po’ esagerata e azzardata.Inoltre da ragazzo mi sembra di notare che è sempre più facile e di più alto impatto scrivere di giovani sballati e distrutti dalla droga invece che di giovani assai diversi.Mi sarebbe proprio piaciuto vedere se un intervista ad un ragazzo normale e diverso dal fantomatico gabriele sarebbe stata pubblicata.Credo proprio di no!in risposta a

  22. Scritto da ragazzo

    salve a tutti;sono un ragazzo che il sabato sera frequenta il “luogo infernale” che è appena stato descritto nell’articolo.Vorrei fare qualche critica:è ormai qualche anno che passo parte del mio sabato sera in zona bingo e non mi è mai capitato di cercare o di ricevere proposte su pasticche e droghe varie anche se sono pienamente consapevole che queste siano presenti in questo luogo come in moltissimi altri posti(molto probabilmente a partire dalle stesse scuole).Altra cosa,vorrei vivamente

  23. Scritto da Ris

    Che commento fuoriluogo il n.5.
    Ecco il solito con la coda di paglia che si scatena coi “leghisti fascisti”…ma che cavolo centra????
    E mi raccomando state attenti ai vostri figli…non sia mai che inizino a bere perchè ci sono le veline in tv!!!! Ma per favore!!!!
    Cominciamo a far pagare le cure mediche prestate a questi deficienti ai loro genitori e cominciamo a metterli sulle strade a lavorare come stradini o in case di riposo a vedere come va la vita poi ne riparliamo!

  24. Scritto da ragazzo

    Grunge invece mi sento di dire che se pensa questo si sbaglia di grosso;ha pienamente ragione Controgrunge,non è affatto una questione di politica e soprattutto di comunisti e extracomunitari.
    Per concludere non voglio che il mio commmento passi per una critica perbenista su questo aspetto,vorrei solo che prima di “insultare” e demolire una generazione di giovani assai differenziata si pensasse un attimo di più!

  25. Scritto da cara

    Buttare tutto in politica è veramente patetico. Non è affatto vero che tutti i giovani sono così, non è affatto vero che il consumismo genera mostri. E’ vero invece che ci vuole gran attenzione, di tutti: genitori, educatori, società in genere. E meno permissivismo e più controllo, più rigidità:ino a che si riterrà “normale” fumare spinelli, che una canna non fa male , che “per uso personale” ci si può fare, che uno beva fino a star male perché questa è libertà…..non ce la faremo mai

  26. Scritto da grunge

    x Ris : si si non c’entra niente, i giovani sono tutti dei decerebrati di loro, non sono svuotati di ideali dal mondo che gli hanno costruito gli adulti, e’ colpa loro che sono stupidi e degli extracomunitari che li “obbligano” a drogarsi !

  27. Scritto da grunge

    X Cara : Io personalmente trovo patetico buttarla sui controlli . Il proibizionismo ha sembre avuto risultati penosi. Ci vuole un cambio culturale che deve partire dalle famiglie, altro che controlli e rigidita’ !