BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Halloween al Leoncavallo, in fin di vita per alcol e droga

In fin di vita dopo il veglione di Halloween al Leoncavallo per un cocktail di droga e alcol. Un giovane di 17 anni è ricoverato al Niguarda in coma cerebrale.

Più informazioni su

In fin di vita dopo il veglione di Halloween al Leoncavallo per un cocktail di droga e alcol. Un giovane di 17 anni è ricoverato al Niguarda in coma cerebrale. I medici puntano il dito contro un mix di metanfetamine, cannabis e alcolici. È successo sabato notte durante la festa con musica dark, techno ed electro di via Watteau. Una serata con mille ospiti che — come raccontano i partecipanti stessi — s’è trasformata in delirio, con altri ragazzi che si sono sentiti male, viavai di ambulanze e collassi.
I danni al cervello sono gravi. In più il giovane, residente a Lucca, combatte contro un’insufficienza epatica acuta sempre legata, secondo gli specialisti che l’hanno in cura, all’abuso di sostanze stupefacenti. Il quadro clinico rende necessario un trapianto: e l’allarme per la ricerca di un nuovo fegato è scattato immediatamente. Ma ieri sera i chirurghi hanno rimandato a stamattina la decisione di entrare in sala operatoria. Tutto dipende dalle condizioni del ragazzo e dalle speranze di una sua ripresa a livello cerebrale. Una notte da paura. Così il sito www.leoncavallo.org promuove l’evento di Halloween. Uno slogan che adesso suona come una maledetta premonizione. Sotto i colpi martellanti della psy-trance, una musica con suoni psichedelici spesso ascoltata durante i rave party, il giovane di Lucca non è l’unico a sentirsi male. Per gli altri, però, le conseguenze non sono gravi. Almeno durante la festa di sabato notte, comunque, il banchetto dell’unità mobile con le schede informative sull’uso e abuso di sostanze stupefacenti non è bastato per arginare il caos. Ne è consapevole Daniele Farina, storica figura del Leoncavallo: «Le misure di prevenzione e di sicurezza sono fallite— ammette —. Mai prima d’ora si sono verificati episodi tanto gravi».
Con ogni probabilità, la prossima assemblea del Leoncavallo deciderà di abolire la festa di Halloween. «Una serata con troppe anomalie», confessa Farina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da verita'

    E c’e’ chi difende i centri sociali,gente senza arte ne parte,priva di ideali,che occupano la cosa altrui,bevono e si drogano e questi sono i risultati.Umanamente mi spiace per il giovane,ma se l’e’ andata a cercare.

  2. Scritto da mamma 75

    Ma stamattina leggere il giornale è deprimente!!!!! Ragazzo morto per incidente in Motorino (DI NUOVO!!) ragazzi a loreve che si ubriacano e prendono l’inverosimile di droghe e quant’altro (SAI CHE NOVITA’) ragazzi che vanno a feste e si bruciano il cervello con mix letali!!!!!!!!!!!!!! Ma sti CAVOLO (ca….) di ragazzi possibile che non riescano a ragionare che siano così deficienti!!!!!!!! E poi mi chiedo DOVE SONO I GENITORI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! continua

  3. Scritto da mamma 75

    Possibile che non si rendano conto di come tornano a casa i figli ubriaghi e fatti…santo cielo non ho l’età della maresana mi sono divertita anche io quando ero ragazza ma non per questo cercavo di morire tutte le sere!!!!!!!!!!!!!! Possibile veramente che non capiscano che la vita è una solo e che sa butti nel CESSO non hai una seconda possibilità!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    SVEGLIATEVI MASSA DI CRETINI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! aprite gli occhi!!!

  4. Scritto da verita'

    @andrea-meno male che ti faccio almeno ridere,tu invece mi fai solo pena con i tuoi ragionamenti,ho parlato di centri sociali perche’ il fatto e’ avvenuto li’,avrei commentato allo stesso modo se fosse capitato all’holliwood,ma a uno come te questo e difficile da capire.Guarda che la droga non ha colore,e’ da biasimare e basta,almeno per me,per te a quanto pare no.Cerca di maturare perche’ da come scrivi si capisce che sei un ragazzino,se non nell’anagrafe,nell’espressione.

  5. Scritto da andrea

    1-povero il ragazzo,ma come in tanti diranno,chi la fa l’aspetti…ha deciso di drogarsi sapendo a cosa andava in contro.
    2-mi fa ridere @verita’:critichi i centri sociali ma quando all’holliwood si pippa cocaina tutte le sere,quello e’ eprmesso vero??
    3.MI FA ANCORA PIU RIDERE QUESTO GIORNALE CHE PERMETTE DI COMMENTARE QUESTI ARTICOLI ma QUELLI DOVE SI PUO’ LEGGERE CHE UN PEDOFILO MALATO(BERLUSCONI SILVIO)CHE CI GOVERNA —-NO…MA SARA’ MAI POSSIBILE???CHE VERGOGNA.
    RIDICOLI

  6. Scritto da teresina

    andrea, qui di ridicolo ci sei solo tu che continui a leggere un giornale che non ti piace. Dimostrati intelligente, vai a leggere l’eco di bergamo. Facci vedere quanto sei profondo.

  7. Scritto da andrea

    a teresi’ leggi i commenti senza dare ”risposta” efficace a quanto scritto da un altro interlocutore…hai sprecato tempo per scrivere il NULLA…
    vuoi essere credibile???sostieni le tue tesi come tutti i lettori fanno..
    non preoccuparti che oltre all’eco leggo pure quasi tutte le rassegne editoriali italiane e estere…
    hai toppato questa volta…riprova