BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’AlbinoLeffe si conferma poca cosa in trasferta

I capoclassifica si svegliano nella ripresa e vanno a segno con Motta, e la doppietta personale di Gonzalez.

Più informazioni su

Il Novara non aveva mai battuto l’Albinoleffe. Certo, è anche vero che i precedenti erano solo due, risalenti alla stagione 1997-98. E recitavano una vittoria dei bergamaschi e un pareggio. Fino ad oggi, dato che i piemontesi possono pareggiare il conto delle vittorie.
I primi 45 minuti sono abbastanza noiosi, anzi togliamo anche l’abbastanza. Il Novara sembra meno lucido del solito, fatica tantissimo a creare azioni significanti e subisce il gioco dell’Albinoleffe che sfrutta la fisicità e i centimetri di Torri e Momentè per rendersi pericoloso. Anche se la prima vera occasione capita sui piedi di Hetemaj, che tenta la rovesciata su una azione da corner. La palla finisce a lato, ma non di molto. Momentè ha il colpo del vantaggio al 12′, ma il colpo di testa di Momentè su splendido assist di Zenoni finisce fuori di un nulla. Il Novara fatica a trovare spazi nella foltissima difesa dell’Albinoleffe. Al 21′ primo episodio dubbio: Bertani viene atterrato in area da Luoni, ma il difensore sembra prendere prima la palla. Marianini ci prova intorno alla mezz’ora con un bel destro dai 25 metri, che Tomasig riesce a mettere sopra la traversa. Al 31′, al contrario del primo episodio, non ci sono dubbi: il tiro di Bertani è deviato nettamente dal braccio di Luoni, largo e lontano dal colpo. L’arbitro, appostato anche vicino, non fischia il fallo da rigore, che le telecamere mostrano essere netto. L’Albinoleffe comunque riesce a rendersi molto più pericolosa degli avversari come al 38′ con Foglio che non trova un gran gol solo grazie ad Ujkani che gli leva il pallone dall’incrocio dei pali. In chiusura di tempo altro rigore negato alla squadra di casa: Luoni trattiene in modo evidente Gonzalez in area che cade e e non riesce a raccogliere il cross diretto a lui. Ma anche qui Giacomelli sceglie di non segnalare nulla.
Ma la ripresa ormai è il regno del Novara: passa un minuto appena e Motta raccoglie un pallone al limite dell’area e con un destro in controbalzo scaglia il pallone alle spalle di Tomasig. Gli uomini di Tesser prendono fiducia, ma la partita resta comunque ricca di errori in fase di impostazione. Al 61′ Gonzalez tira fuori il coniglio dal cilindro. L’argentino, autore di una partita pessima fino a quel momento, ripropone uno dei suoi punti forti: il sinistro a giro da fuori area. Due a zero e nono gol per l’argentino. Al 77′ Ujkani devia in angolo un potente colpo di testa di Momentè e evita di riaprire la partita. Il portiere albanese è protagonista anche pochi minuti dopo quando atterra Momentè, ma anche qui l’arbitro non fischia un rigore abbastanza netto. All’85’ Bertani vorrebbe aggiungere il suo nome al tabellino, ma la sua conclusione è solo respinta da Tomasig. Palla a Gonzalez e doppietta personale che porta l’argentino in testa alla classifica marcatori con Succi.
Il Novara si conferma solidissimo in casa, con la sesta vittoria consecutiva. L’Albinoleffe, complici anche le numerose assenze, si conferma poca cosa in trasferta, nonostante un primo tempo più che positivo. Ma se Gonzalez segna pure quando gioca male allora c’è poco da fare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.