BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I parenti e i compagni di classe: “Andrea sorrideva alla vita” fotogallery

Minuto di silenzio al Natta, dove studiava Andrea Leoni, 18 anni, morto di incidente. Giocatore e arbitro di basket, poi appassionato di kick boxing. Lo zio: "Metteva passione in ogni cosa".

Più informazioni su

C’è un silenzio rotto soltanto dalle lacrime e dai singhiozzi di Elide attorno alla villetta al civico 6 di via Canero, a Ponteranica. E’ la casa in cui Andrea Leoni, 18 anni, morto di incidente stradale, viveva con il papà Stefano, la mamma Marilena Gamba e la sorella Elide, 14 anni, che cammina nervosamente in giardino e sta al telefono con amici e parenti, in una mattinata triste.
Mamma e papà sono chiusi in casa, dopo una serata e una notte tragica, dopo aver saputo tardi quel che era accaduto, senza riuscire ad accettare. E’ il giorno più difficile e dall’abitazione esce uno zio di Andrea: "E’ difficile crederci, fino a ieri era qui, sempre in movimento. Oltre a studiare al Natta era un grande appassionato di sport. Aveva giocato a basket ed era stato anche arbitro di basket". "Poi negli ultimi due anni si era appassionato al kick boxing, e lo faceva a livello agonistico" aggiunge una zia.
All’istituto Natta, dove Andrea Leoni frequentava il liceo tecnologico, i compagni di classe, della 5a D, non hanno molta voglia di parlare. Sono ancora tutti sotto choc. "Stiamo preparando uno striscione, che probabilmente esporremo" dicono attorno alle 10,30 del mattino. Qualcuno di loro ha appena saputo quel che è successo. Circa mezz’ora prima, d’accordo con la presidenza, i ragazzi hanno partecipato ad un minuto di silenzio per Andrea.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    E’ una strage inarrestabile…sono padre di 3 figli….al pensiero di cosa potrebbe accadergli, mi assale l’angoscia…..

    Condoglianze sincere.. alla famiglia di Andrea.

  2. Scritto da silvia

    mi associo al dolore di tutti. ragazzi, siate prudenti, quante lacrime e rimpianto lasciate, e il dolore non passa mai…pensate che la vita è bella, ma è una sola….

  3. Scritto da giovanni

    Grande solidarietà alla famiglia. Genitori e non la scomparsa, soprattutto cosi giovani, è un dolore immenso. Ma una preghiera sincera vorrei farla. Spesso sulle nostre strade non ci sono più regole, la fretta e spesso altro ci porta ad andare al di la di queste regole. Proviamo, proprio nel grande rispetto per la vita, a rispettarle un pò di più a tutti costi e, sono sicuro, ci saranno meno vittime, meno dolore e quel tempo in più per arrivare lo recuperiamo in fretta coi nostri cari.