BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Apre la Casa del custode delle Acque

Sabato 30 verr?? inaugurato dopo due anni di restauro l'antico edificio lungo l'Adda che ospiter?? spazi culturali e la galleria interattiva "Leonardo in Adda".

La "Casa del Custode delle Acque e delle Arti" di Vaprio d’Adda apre le sue porte. E lo fa, sabato 30 alle 10, dopo un restauro di due anni che riconsegna l’ex “Casa della Camera Regia”, le cui prime testimonianze risalgono al 1542, al suo antico splendore.
All’inaugurazione sarà presente il sindaco di Vaprio d’Adda Roberto Orlandi, l’architetto Gualtiero Oberti, responsabile del restauro, il presidente di Navigli Lombardi s.c.a.r.l. Emanuele Errico e l’assessore regionale Raffaele Cattaneo.
L’edificio, costruito fra il naviglio della Martesana e l’alveo del fiume Adda per controllare il flusso di merci e viaggiatori, era stazione di posta, locanda e casello daziario. Nel corso dei secoli ha ospitato pittori, funzionari reali e personaggi illustri come ad esempio la Principessa di Savoia.
Dopo anni di abbandono e degrado l’Amministrazione comunale di Vaprio d’Adda aveva messo sulla carta un ambizioso progetto di riqualificazione ed ora l’edificio è stato completamente restaurato nel rispetto delle caratteristiche original
i. In modo particolare rimangono visibili gli antichi camini, le vecchie stufe e gli affreschi che abbelliscono pareti e soffitti.
La Casa ospiterà spazi culturali polivalenti e la galleria interattiva “Leonardo in Adda”, uno degli spazi museali previsti nel progetto ABcD, Distretto Bioculturale dell’Adda del Parco Adda Nord.
Per tutto il pomeriggio di sabato 30 la casa del custode e per l’intera giornata di domenica 31 (dalle 10.30 alle 18) l’edificio sarà aperto al pubblico per visite libere o accompagnate da una guida.
Per info: www.visitadda.com.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.