BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo appuntamento, manuale pratico

E' un momento fatidico per ogni coppia: ecco alcuni consigli per fare centro nel cuore del partner ed evitare figuracce.

Più informazioni su

Il primo appuntamento è un momento unico e bellissimo, ma può giocare anche brutto scherzi. Ecco alcuni consigli di Yahoo! per evitare brutte figure e far sì che tutto fili liscio.
Il luogo
Il luogo ideale per il primo appuntamento non esiste. Esistono decine di posti, nelle nostre città, che ben si adattano a questo incontro tanto atteso. Un gelato, un film, un caffè… Il posto sarà quello giusto solo se tutto andrà come si vorrebbe. Una sola regola: niente impiccioni o ficcanaso. Scegliete un luogo dove siete sicuri di non incontrare nessuno, né amici né, soprattutto, parenti. Non perché ci sia qualcosa di male nel primo appuntamento, ma perché solo da soli potrete davvero godere ogni momento di quell’uscita, potrete prendervi per mano, scambiarvi una carezza. L’assenza di conoscenti disinibisce e ci permette di essere più a nostro agio.
Quando?
Domanda senza risposte! Anche se il tardo pomeriggio, a differenza della sera, potrebbe consentirvi di viverla più serenamente senza guardare l’orologio ogni dieci minuti con la paura di fare tardi e restare chiusi in casa in castigo per il mese seguente. Il primo appuntamento, del resto, chiama il secondo appuntamento! Non è il caso di rovinare tutto per colpa di un ritardo!
Film o gelato?
Il cinema avvicina, emoziona, fa sorridere. A stretto contatto con la persona che vi piace. Il gelato, invece, permette di chiacchierare, di conoscersi un po’ meglio, di dire tutto ciò che a scuola, durante l’intervallo, non potete dire per la sbagliata paura che qualcuno sia lì ad ascoltarvi. Siete amici? Allora meglio una bella passeggiata. Vi conoscete pochissimo? Il cinema eviterà lunghi e imbarazzanti silenzi in grado di rovinare il primo appuntamento!
Il day after
Chiamo io o mi chiama lei/lui? Chissà quante storie non sono continuate o forse mai iniziate per colpa di questa domanda! Non fatevi fregare. Se la sera prima siete stati bene non siate timorosi: prendete il cellulare e chiamate! Le attese sono snervanti e, soprattutto, amplificano i dubbi. Meglio cogliere la palla al balzo, buttarsi. E se va male, no problem! La vita è piena di primi appuntamenti e il bello è che l’ultimo è sempre il più bello.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.