BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Precaria e impaurita a 33 anni per questo Ale si ?? uccisa” video

Il dramma di Alessandra Baiguini, che si ?? tolta la vita all'alba nel condominio dove viveva con i genitori. Parla la cugina: una ragazza capace, laureata, sensibile, impaurita da un episodio di mobbing, pensava di non farcela pi??.

Più informazioni su

Laureata in lingue, con una gran voglia di lavorare nel settore del turismo, dell’organizzazione dei viaggi. Pronta a fare da semplice impiegata e pronta a stare anche alla reception di un hotel, pur sognando un altro lavoro, in giro per il mondo. Ma nell’ultimo anno Alessandra, 33 anni e mezzo, aveva iniziato a preoccuparsi seriamente per il suo futuro, "rimbalzata in modo assurdo da un lavoro all’altro" racconta la cugina che è in casa con gli zii, i genitori di "Ale". Lei si è tolta la vita all’alba di oggi, 28 ottobre, gettandosi dal quarto piano del condominio di via Ottoboni 21, a Lovere.
La cugina parla per conto dei genitori, con una voce che si sente appena dall’altro capo del telefono: "Era laureata in lingue, le conosceva bene, sia parlate che scritte. Ma a 33 anni si ritrovava con una situazione lavorativa disastrosa. C’è chi reagisce con forza e chi non ce la fa, come è successo ad Ale, che era una ragazza molto sensibile".
I familiari non scendono nel merito dei posti di lavoro nei quali Alessandra Baiguini ha tentato la sua strada. "Aveva anche provato a lavorare in una struttura, di Lovere, qui vicino – prosegue la cugina -. Ma ha subìto un episodio di mobbing e si è dimessa. Quando l’hanno richiamata non se l’è più sentita di ricominciare. Ma è stato solo uno dei problemi. Non riusciva più a sopportare il fatto di non avere un posto che le desse un minimo di soddisfazione, con continuità, non dico un posto fisso, ma qualche certezza. E invece era stata rimbalzata da un albergo all’altro".

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da un Pensiero.

    Un Pensiero per Ale,e tutti quelli come lei che si sono trovati nella sua situazione.

  2. Scritto da Pensiero.

    Un Pensiero per Ale.

  3. Scritto da giancarlo

    ieri sera in TV hanno parlato esponenti industriali dicendo che fanno fatica a trovare periti di varie mansioni anche se si rivolgono alle agenzie. allora. il mio dubbio è vero,le agenzie non danno lavoro, tengono conto prima di come guadagnare su poveri giovani .
    sono tra di loro d’accordo,e ti mandano un po’ e in po’ là, così intanto guadagnano loro. sarebbe ora di farle chiudere tutte, perchè è una presa in giro.

  4. Scritto da un Pensiero per Ale.

    Un giorno forse questo non sara piu uno degli Articoli piu Letti,e scomparira come è scomparsa ALESSANDRA. Sarebbe bellissimo se questo non accadesse,come sarebbe bellissimo se il Ricordo di ALE,non scomparisse mai dalle nostre Menti. Ma purtroppo…

  5. Scritto da libero arbitrio

    @69,Paola china il Capo,e rispetta il modo in cui ALESSANDRA ha deciso di andarsene. Almeno questo ha potuto deciderlo lei.

  6. Scritto da FABER

    SIGNORI BENPENSANTI SPERO NON VI DISPIACCIA SE IN CIELO, IN MEZZO AI SANTI DIO, FRA LE SUE BRACCIA SOFFOCHERA’ IL SINGHIOZZO DI QUELLE LABBRA SMORTE CHE ALL’ODIO E ALL’IGNORANZA PREFERIRONO AL MORTE.

  7. Scritto da Paola

    Per la redazione:
    non credo che abbiate fatto bene a censurare i commenti contrari al suicidio che ho chiesto di pubblicare. Leggere su un giornale un articolo di una giovane che ha deciso di togliersi la vita, seguito solo da commenti del tipo “poverina, come ti capiamo”, potrebbe indurre altre persone deboli su questa strada.
    Forse sarebbe meglio non pubblicare niente, come fa un’altra nota testata giornalistica.

  8. Scritto da giorgia

    il lavoro è rivolto al numero impressionante di agenzie sul territorio e come si suol dire”risorse umane”. ti buttano di qua e di là in base ai soldi che vogliono guadagnare anche se li hanno già presi da regione, etc. sono ”torture umane” non risorse.
    ripeto ”torture umane” .dovremmo smetterla di criticarli come lazzaroni, bamboccioni perchè la realtà di oggi è diversa dalla nostra
    altro che ricordare tempi passati!!!! oggi si muore … giorgia

  9. Scritto da mario

    brava giorgia, almeno capisci vuol dire cercare oggi un lavoro!
    agenzie che sono ”torture umane”
    e la società fatta di ignoranti che critica i figli come lazzaroni e bamboccioni !
    è facile criticare i giovani con il detto ”ai miei tempi”
    magari fosse ancora ”quei tempi!
    mario

  10. Scritto da julia

    se al sud e non solo la politica serve per avere raccomandazioni a trovare occunazione in comuni, province, regioni, enti pubblici
    al nord abbiamo vergogna a chiedere un piacere per i nostri figli anche se li abbiamo fatti diventare grandi politici con i nostri voti da più di vent’anni.
    julia

  11. Scritto da giancarlo

    mischiare ogni tipo di dolore non serve a niente.la realtà di lavoro precario, interinale, etc è l’inizio della tua mancanza di identità, di valore. e non tutti lo sopportano. se poi ci sono critiche di persone che non capiscono la vita di oggi del lavoro, è ancora peggio
    è come far morire un giovane lentamente…..
    giancarlo

  12. Scritto da Tizi23

    La Vita è…un insieme di alti e bassi , gioie e dolori ma soprattutto una continua ricerca x tutti di serenità e gioia….Tutti abbiamo delle paure,io faccio la cameriera,mio marito libero professionista fortunatamente lavoro ne ha,ma sono i pagamenti che mancano…abbiamo 2 bimbe,i conti molto spesso non tornano che fare…cercare di continuare con gli eterni sacrifici e un sorriso alle piccole..solo di fronte a una grave malattia avrei davvero paura..x mè nulla ha piu’ valore della vita

  13. Scritto da emi

    ovvio che questa storia fa male , ma abbiamo troppo buontempo … io sono un ex depressionario…. avevo troppo buon tempo …. quando ho smesso di piangermi addosso ho ripreso in mano la mia vita…. oggi siamo troppo bombardati dai media … stalking ..mobbing …e’ ora di finirla e vivere serenamente sempre sorridenti , l’unica paura e’ la malattia , il resto no!

  14. Scritto da MAI PIU!

    Ho soltanto Rabbia,noi TUTTI dovremmo fare in modo cercare il sistema per fare che fatti cosi non accadano mai piu,mai piu!

  15. Scritto da B&B

    PRECARIA BONTEMPONA
    io cosa dovrei fare allora che fino al 2006 sano come un PESCE
    oggi sono ammalato gravemente mai bevuto mai fumato e la malattia avanza inesorabilmente sempre più essendo degenerativa poi ognuno alla vita da il peso che vuole rgazzi non sono questi i problemi reali la vita è altro ma scusate impaurita da cosa a 33 anni
    sei appena nato VIVETE LA VITA COMBATTERE E VINCERE FORZA

    ETERNO RIPOSO.
    CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA

  16. Scritto da W la vita

    @ CRIS 53)
    CHE STR…. SCRIVI TUTTI I LAVORI SONO DIGNITOSI OVVIO
    NON POSSO PRETENDERE DI TROVARE UN OCCUPAZIONE COME RAGIONIERE SE TUTTI O QUASI SCELGONO QUELLO
    ANDATE A LAVORARE COME: lavapiatti,muratore,piastrellista,idraulico,badante,ecc
    COMUNQUE POTETE STUDIARE NESSUNO VIETA,

    QUANTI PRECARI NELLE SCUOLE EPPURE IN MOLTI SI ORIENTANO IN QUESTOI NDIRIZZO E ALLORA?????????

    SONO ALTRI I PROBLEMI VERI CHIEDI A CHI SOFFRE DI TUMORI,
    O ALTRE MALATTIE VEDI SARS,ECC,ECC

  17. Scritto da kaci

    Non vi é un dolore peggiore dell’altro, essendo la fonte da cui attingono tutti i dolori e’ la stessa. La sociétà che isola fà sentire di più lo strazio del dolre e della disperazione. Mentre se ci fosse un sistema che mette la persona al centro anche una certa competitività sulla qualità diventerebbe umana. Oggi chi inditreggia e’ perduto, sembra signifiacrci questo mondo. Ognuno il suo tumore, ma la sicet° e’ realmente incancrenita. Sopratutto le donne : LA LIBERTA’ E’ UN ALTRA COSA.

  18. Scritto da MaLo

    @56 Io un tumore ce l’ho e sto combattendo la mia battaglia, ho speranza e quello che mi fa andare avanti è proprio fare una vita normale, lavoro compreso, ho fatto 10 gg.do malattia dopo l’intervento e poi anche durante le chemio non sono mai stata a casa, fortunata che non ho avuto gravi problemi a parte qualche effetto collaterale. Detto questo non vorrei essere nei panni di tanti giovani, non vedo un futuro sereno per loro., la depressione poi ti fa vedere tutto nero.

  19. Scritto da kaci

    @MaLo, Tutta la mia sentita fraterna solidariétà!!

  20. Scritto da !

    GRAZIE Redazione,avete dato il giusto spazio alla disperazione di una Morte che non doveva accadere. Oggi leggendo il nostro”caro l’eco”per leggere se avrebbero trattato la notizia come meritava,in un angolino piccola piccola lo trovata… Rabbia e basta. Grazie Redazione.

  21. Scritto da B&B

    (@58Malo FORZA continua e non cedere ricordati che la tua forza e quella di molti è solamente la nostraq volontà voglia di vivere la vita
    già la vita??

    A VOI TUTTI CHIEDO LA VITA E’ ??

    FORZA Malo ciao

    pace a ale ciao

  22. Scritto da 081

    Povera ragazza!!!Disagi del genere non vanno tenuti nascosti, magari una serata con un’amica e qualche parola di conforto in più avrebbero potuto evitare questa assurda tragedia.R.I.P.

  23. Scritto da marco cretti

    mi dispiace tanto anche se non la conosco, ma volevo dire che e ora di finirla conqueste istituizioni e stato che non fa niente, chiede solo, se uno ha un problema non sa mai dove rivolgersi non funziona neinre in italia, a roma pensano solo per loro, non hanno capito che questo paese e i cittadini sono esasperati.BASTA , che cittadini siamo di serie c??

  24. Scritto da giulia

    sono anni che sento il problema dell’immigrazione cha fa tutto a basso prezzo, che ti scavalca in mille modi anche con l’aiuto dei sindacati,che ti opprime facendo credere che prima ci sono loro e i loro problemi e i sindaci ci credono. non ho ancora visto un sindaco che pensi in questi momenti alla realtà dfisastrosa dei giovani.
    si spende in associazioni demenziali di paese e basta
    giulia

  25. Scritto da il giudice

    Inserire l’icona dei commenti è una precisa scelta redazionale, giusta o sbagliata che sia non sta certo ai lettori deciderlo, ma un composto e dignitoso silenzio sarebbe più auspicabile da parte di certi lettori, e per quanto mi riguarda non commento mai simili tragedie.
    Buona giornata.

  26. Scritto da Andrea

    Purtroppo quando sei davanti a grossi problemi nessuno può venirti veramente incontro: è una continua lotta, minuto contro minuto ed è solo la tua forza ad aiutarti.
    Chiusa la porta di casa, prima di addormentarti, rivedi il film della tua giornata e sei solo….disperatamente solo.
    Queste parole le dice chi alla soglia dei 50 anni con mutuo da pagare è alla ricerca di un lavoro sicuro.

  27. Scritto da da un tuo coetaneo

    Riposa in pace Aelssandra

  28. Scritto da gianluigi

    sarebbe ora di mandare al diavolo bossi e berlusconi, tremonti e tutti gli altri.
    il lavoro è un insieme di agenzie che guadagnano in ”risorse umane” stando seduti e prendendo in giro i giovani e non solo.
    le industrie ci godono…. altro che libero mercato
    libera presa in giro………….
    gianluigi

  29. Scritto da lex

    Uno stato sono i suoi politici. la gente prende esempio da loro e la societa’ si sviluppa di conseguenza. le persone piu’ deboli e le piu’ degne emigrano. Siamo una vergogna per tutto il mondo occidentale.
    Condoglianze sincere alla famiglia

  30. Scritto da W L'ITALIA

    Esprimo condoglianze alla famiglia,e che Alessandra riposi in pace.Per arrivare a un gesto del genere doveva sentirsi sola e disperata,sensibile e fragile..Penso siano inutili e demagogici i commenti di chi usa questa tragedia e ne approfitta della notizia per buttarla nella politica.

  31. Scritto da cara

    Tristemente terribile.
    Purtroppo, se solo in alcuni casi si arriva all’estremo come per Alessandra, è una gran verità che la condizione lavorativa dei giovani è semplicemente disumana. Non si può andare avanti così. Ma che società avremo tra una ventina d’anni, quando i genitori non ci saranno più a sostenere i figli, a volte anche le famiglie dei figli? Non nascondiamoci dietro bamboccismi e sindroni di PeterPan. La situazione giovanile è a dir poco drammatica.
    E i più adulti? Anche…

  32. Scritto da indignato speciale

    Ale sempre nei nostri cuori!!
    Purtroppo viviamo in un paese dove la classe politica è la più schifosa in assoluto ed ha notevoli responsabilità a riguardo, ovvero: aver tagliato il futuro ai ns giovani!!! Vergogna, strano che non si veda nessun politico gettarsi dalla finestra??

  33. Scritto da chek

    In questo mondo italico (stiamo toccando il fondo ma fosse arriveremo presto al punto di svolta…) popolato di escort,starlette,veline, persino velone stagionate (sic!) evidentemente non c’è posto per le brave ragazze serie e studiose, al momento ci resta solo una grande tristezza !

  34. Scritto da REDS 65

    Riposa in pace

  35. Scritto da Basta berciare

    Che schifo, tutto viene strumentalizzato, anche tragedie come queste, per attaccare tutti: lo stato, il sistema. la società.
    Nessuno di noi conosce l’intima causa di una tragedia così grande. Ma molti di noi, senza questa conoscenza, scarica la responsabilità sullo stato, sulla società, sul padrone, su tutti meno che su noi stessi.
    Che schifo questa strumentalizzazione di una giovanoe vita.
    Silenzio e rispetto: solo questo si chiede. Batsa berciare!

  36. Scritto da Augusto

    Alessandra, sono anche io un invisibile come te e tanti altri ragazzi giovani, vittime di un futuro senza sicurezze. Il tuo grido di dolore deve arrivare lontano. Che il tuo sacrificio sia testimonianza di un mondo, il precariato, che molti fanno finta di non vedere nonostante sia davanti ai loro occhi.

  37. Scritto da la redazione

    I lettori che vogliono usare questo spazio per insultare sono pregati di non insistere se non vedono pubblicato il loro commento. E’ bene che si cominci a capire che questa non è casa loro. Insinuazioni, insulti e divagazioni vadano a farle altrove dove sicuramente troveranno tutta la libertà che qui d’ora in avanti non sarà più concessa. Grazie

  38. Scritto da Leopoldo

    La giustizia non è di questo mondo.
    Mai nessuno pagherà per questa, e per altre morti assurde.
    Ciao Alessandra.

  39. Scritto da Apo

    stavo scrivendo il mio commento facendo il gioco di chi ha pubblicato l’articolo…ma poi mi sono reso conto che commentare una notizia cosi tragica è solo un insulto ad un anima che non c’è più…mi spiace immensamente per questo gesto estremo…riposa in pace

  40. Scritto da uno zio

    Ho seguito per 20 anni la cronaca e mi complimento con il vostro giornale, per la correttezza, serietà , e sensibilità.Doti che sembrano scomparse nel mondo dei giornali

  41. Scritto da bgsh

    solidarietà ad un altra vittima di questo sistema..comunque manca poco….la gente è stanca di soprusi a tutti i livelli…
    riposa in pace un abbraccio ai cari

  42. Scritto da @Apo

    Ma se l’hai mandato! Di cosa ti lamenti? Hai commentato e poi dici che non si deve commentare una notizia così? Ma c’è in giro della gente davvero incredibile…

  43. Scritto da cara

    parlarne o no, commentare o no, gioco di questi o di quelli…bel dilemma…però una morte così non può essere vana. Se solo fosse motivo di uno spiraglio per le coscienze, sarebbe un lumicino acceso . Non per Ale, che non c’è più, alla quale va un pensiero tenero, così come a chi resta a piangerla. Ma un lumicino che si spera illumini chi può fare qualcosa per la schiera di disperati che affolla sempre di più il nostro mondo attuale,e che un futuro non riesce a immaginarlo.

  44. Scritto da Apo

    @35…la gente incredibile è quella come te? che vuole a tutti costi commentare una notizia tragica? che vuole sbandierare un idea? che ne sai tu cosa c’era nella testa di quella ragazza? io ho visto morire una persona per suicidio e ti assicuro che sono molteplici le cause che portano ad un atto estremo…non è giusto che una lettera scritta da altri e non dal suicida infiammi detrattori o sostenitori senza rendere giustizia e nemmeno rispetto ad una persona scomparsa

  45. Scritto da antonio

    Ciao Ale.
    Eri troppo giovane per lasciarti morire.
    Il mondo purtroppo va cosi.
    PREGO per Te e per i tuoi cari.

  46. Scritto da C.Pozzi

    Quando una giovane è lasciata sola con la sua disperazione, noi adulti, non possiamo non sentirci colpevoli. La mia generazione non ha conosciuto il precariato. Il posto di lavoro è stato per moltissimi di noi un posto per sempre. Le sicurezze di cui abbiamo vissuto non siamo stati in grado di trasferirle a coloro che sono venuti dopo. E’ drammaticamente giunto il tempo di rimediare.La politica deve con azioni concrete occuparsi del problema lavoro e dei tanti ragazzi disoccupati.

  47. Scritto da Osco

    Triste storia , che ci riguarda tutti ..
    Strano paese ormai il nostro , dove c’ è chi se la spassa tra festini e varie amenità , senza ritegno morale , e chi vive , e non sono pochi , situazioni così difficili …..

  48. Scritto da gh

    Quante volte c’ho pensato !?

  49. Scritto da Titti

    Ciao Alessandra, nulla più.

  50. Scritto da T.

    La mia Compagnia,per lo stesso probblema di Alessandra ha provato la Depressione uscirne è stato un “lavoro” tremendo,credetemi, sono stati Mesi che ricorderó per tutta la Vita che mi resta;DIO ti imploro fai che queste cose non accadano piu.

  51. Scritto da Trentenne

    Ci hanno rubato il futuro

  52. Scritto da angela

    Non abbiamo più futuro ne voglia di vivere.
    La politica se ne frega…..facciamoci coraggio e con forza chiediamo di CAMBIARE.

  53. Scritto da Marco Brembilla

    Anzitutto e sopra ogni cosa un pensiero alla famiglia e una doverosa preghiera per Alessandra che non ho conosciuto come persona. Ricordiamoci sempre che un gesto così straziante si porta dietro un dramma altrettanto forte. Nessuno può speculare su questo, ma è anche vero che queste morti stanno drammaticamente aumentando. Sarebbe tempo e ora che finisse la sterile contrapposizione e si pensasse all’Italia, ai nostri giovani senza futuro, al lavoro che non c’è. Tutti insieme, per una volta.

  54. Scritto da Gianni Rota

    L’unica soluzione e pigliare un po di gente per le pal…e e cambiare le cose. Non riesco a capacitarmi del fatto che Dalema qualche anno fa tesseva le lodi della precarietà, non riesco a capire come hanno fatto Lega e Berlusconi ad affondare i diritti dei lavoratori con leggi inique e nemmeno su cosa vogliano i sindacati gialli come CISL e UIL.
    Mi sa che ci rimane solo la possibilità di mandare tutta questa gente a quel paese.

  55. Scritto da Lorenzo

    Sono oltre i 60 anni, ho attraversato momenti di speranza e di fiducia, mai avrei immaginato che la mia generazione avrebbe costruito in italia anni così squallidi di totale arretramento, mi spiace per voi giovani . Il denaro e l’accumulo di denaro di pochi purtroppo sta annichilendo il vostro futuro.

  56. Scritto da roberto

    Volevo scrivere qualcosa ma non me la sento, chissà come voterà ancora alle prossime elezioni chi ritiene che sia giusto dare 12000 euro al mese al figlio di Bossi o tifare per le ville di Berlusconi a Barbuda e accettare la morte di una ragazza come questa come cosa normale.
    Che tristezza

  57. Scritto da Io

    Per Gh: lo scrivo con la lettera maiuscola, perchè Tu sei una persona, che può fare tante grandi cose con la sua mente, con la sua fantasia, con il suo cuore. Non importa quello che la società vuole da te, o meglio, importa fino a un certo punto. Importa quello che Tu, Gh, sei. Lavora su di te, chiedi aiuto, se necessario, ma , credimi, la vita vale comunque la pena di essere vissuta. Anzi, che “tristezza” perderla. ciao, Io

  58. Scritto da olMauri

    Propio oggi il brunetta (perghè non sipuo chiamare ministro) a detto che salteranno 300mila posti .Dopo questo fatto di disperazione della Ale come si puo avere speranze e posti di lavoro per i giovani???

  59. Scritto da Marco B.

    Perdonatemi, soltanto una provocazione. Mentre Alessandra ci lasciava, la classe politica, che acquisisce il diritto alla pensione dopo 2 anni e mezzo, si occupava di una legge, lodo alfano, che prima serviva a 4 cariche dello stato, poi a due, infine, quando il PdR ha espresso perplessità, servirà ad una persona.
    Questo è il PARADOSSO in cui ci troviamo, operai muoiono, imprenditori e precari si tolgono la vita e il parlamento perde tempo in una legge che la Corte boccerà per la terza volta.

  60. Scritto da cris

    purtroppo il mondo del lavoro attuale favorisce alcuni per sfavorire altri e questi sono soprattutto i giovani.
    Si studia fino a trentanni per riuscire ad avere un lavoro dignitoso che ci permetta di costruire quello che a loro volta i nostri padri hanno costruito.
    Ma il più delle volte il lavoro dignitoso si chiama call center a cercare di fregare la gente e a farci insultare dagli utenti insoddisfatti.

  61. Scritto da Vox

    Voi Giornali ci arrivate sempre quando la persona è morta…mai che diate voce(ma veramente)prima che la gente si ammazzi..questo è essere sciacalli…scusate ma è la mia opinione

  62. Scritto da paolo

    Alessandra, ti sia lieve la terra

  63. Scritto da adriano 1958

    Fatti come questi dovrebbero almeno sollevare le coscienze.Indifferenza della politica e delle istituzioni ai drammi della società e dei giovani in particolare. Spero tanto che i giovani abbiano la forza di ribellarsi e di prendere in mano le sorti di questo paese, in modo pacifico attraverso la partecipazione diretta. Chi come me ha fatto politica e amministrazione sa bene che chi ha in mano oggi le istituzioni è troppo vecchio per risanare il paese ! Giovani fatevi sentire, organizzatevi !

  64. Scritto da la redazione

    Caro vox, si dà voce ogni volta che si viene a conoscenza di una vicenda. Il nostro giornale ospita interventi e lettere di ogni tipo. E racconta questa drammatica storia proprio perchè serva da riflessione. Gli sciacalli sono altra cosa. Risparmi le parole inutilmente offensive e dia anche lei un contributo. Solo così si può essere utili.

  65. Scritto da parsifal

    Un pensiero solidale a famigliari e amici.
    Questa notizia tragica fa riflettere, perchè in queste condizioni sono tanti, troppi giovani: una realtà DIVERSA da quella che troppi, anche tra chi ha responsabilità politiche ed economiche, dipinge.
    L’Italia è messa male, non nascondiamolo.
    Bene fa BgNews a dar rilievo, non condivido nulla dell’accusa di Vox 1.

  66. Scritto da unvicinodicasa

    STAMANE UN URLO
    POI TI HO VISTA DISTESA SULL’ASFALTO
    E’ ARRIVATA L’AMBULANZA
    MA TU CI AVEVI GIA’ LASCIATI…

    OVUNQUE ORA TU SEI…
    VOLA SERENA ALESSANDRA
    LONTANO DAL QUEL MONDO
    CHE NON TI HA DATO
    UN’ OPPORTUNITA’ DI VIVERE FELICE.
    E DI REALIZZARE I TUOI SOGNI…

  67. Scritto da neftali89

    il dramma di una lavoratrice precaria!
    ORA BASTA…
    questo sistema non va più bene….
    e tutti lo dobbiamo capire…
    la nostra società ha bisogno di un cambiamento radicale
    perchè questo bruttissimo episodio, deve farci riflettere su quel che succede nel nostro paese!

  68. Scritto da Vox

    Redazione, invece di “ospitare” e aspettare l’iniziativa di gente che è in cassa integrazione, che sta per essere licenziata e che non ha neanche il tempo per scrivervi perchè deve far quadrare il bilancio familiare….provate ad andare voi a trovarli…interessatevi almeno voi media, perchè questa gente è sola….arrivare dopo ripeto è sciacallaggio secondo me.

  69. Scritto da katy

    un pensiero,una preghiera x Alessandra….ad altri capire,riflettere xkè non accada piu……

  70. Scritto da luigi

    Tutta la mia solidarietà alla famiglia di Alessandra.
    Ogni giorno di più si vede il “mostro” che abbiamo creato con la scusa della flessibilità.
    Tutti ormai conosciamo persone(non più ragazzi)che non hanno un minimo di stabilità(già era così prima della crisi)ed in questi momenti faticano ad avere delle condizioni tali da avere una vita familiare e lavorativa decente.
    Lasciamo perdere i soloni che predicano questa “flessibilità”(loro non hanno questi problemi)e facciamo sentire la nostra voce

  71. Scritto da John Locke

    Penso che prima di commentare un fatto del genere bisognerebbe conoscere bene tutte le dinamiche che ci stavano dietro. Un articolo di trente righe non credo possa dare un quadro esaustivo di ciò che viveva questa povera ragazza, e prendere delle posizioni nei nostri commenti per me è sbagliato, proprio perchè dietro al gesto ci possono essere situazioni private diverse non rese ovviamente pubbliche dalla famiglia.

  72. Scritto da smettela, per buon senso.

    una morte non si commenta, nè la si usa per costruirci sopra polemiche.
    la si rispetta con dolore e basta.
    punto.

  73. Scritto da anna serughetti

    julius, sii coerente. Perchè scrivi se questo spazio non doveva essere concesso? Proprio tu hai dimostrato che si può utilizzare anche solo per un pensiero di umana solidarietà. Non sta scritto da nessuna parte che si debbano mettere nero su bianco ragli d’asino o polemiche come quella di vox che usa la parla sciacallaggio con la facilità che è usuale solo dei superficiali che non sanno dare peso alle parole.

  74. Scritto da julius

    credo che la redazione non pubblicherà questo mio messaggio…
    credo che di fronte alla morte non ci sono parole, nè giudizi, nè polemiche.
    trovo vergognosa questa forma di speculazione mediatica, che tracima in politica e lotta al sistema.
    una preghiere per alessandra, un abbraccio alla famiglia