BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Halloween, una cucina “da brividi”

Consigli pratici per preparare manicaretti in tema: carote che sembrano dita, pizze mummificate e altre amenità.

Più informazioni su

“Venite con me, è la festa di Ognissanti, faremo tremare tutti quanti. Gli scherzi, stavolta, son giustificati, le risa e i lazzi perfino aumentati”. Così decantava lo scrittore Ray Bradbury nel suo libro “L’albero di Halloween” per celebrare l’attesissima festa americana delle zucche, che ormai da tempo è diventata un appuntamento fisso tutto italiano. Una ricorrenza allegra e pittoresca, una serata speciale e originale da passare assieme alle zucche illuminate di “Jack o’lantern” (Jack della lanterna), per rivivere la leggenda britannica del ragazzo che compiva atti malvagi e scherzi al Diavolo, suo intramontabile simbolo.
Ma Halloween non è soltanto travestimenti terrificanti, addobbi “mostruosi”, film horror e la classica frase dei più piccoli “dolcetto o scherzetto”. Atmosfera e risate, infatti, possono coinvolgere tutti sin dalla preparazione dei piatti per una festa tutta particolare con gli amici: dagli antipasti al dolce, dall’aperitivo ai drink, gli esperti del Mauri Lab dalla testata online www.wellnesscucina.com, propongono le ultime tendenze della festa di Ognissanti tramite un monitoraggio internazionale tra i principali siti inglesi.
Luci soffuse e candele, musica di sottofondo che ricorda il terribile “Profondo rosso” aiuteranno a preparare gli “Hot Dog Mummies”, wurstel ricoperti da una pasta sfoglia come fossero terrificanti mummie animate da due di senape. Ed ecco che anche le pizzette si “mummificano” sotto un avvolgente strato di mozzarella, con pupille create da due fettine sottili di olive nere. E se ancora non siete riusciti a saziare la vostra fame horror, ecco le “Goblin Tongues”, mini bagel sandwiches ripieni di cremosi caprini con una lingua di mortadella o prosciutto cotto.
E quando partirà la terribile voce di “Suspiria” e tutti saranno in attesa di sentire la porta cigolare, perché non preparare con gli amici un “Dark Chocolate Martini” (fette d’arancia, cioccolato puro, vodka e martini) o un “Candy Corn Cordial” con liquore all’arancia e chicchi di mais all’interno. Per continuare la serata tra assaggi terrificanti ma gustosi, il Mauri Lab consiglia di liberare la fantasia culinaria con le dita mozzate dei “Carrot Finger Food”, baby carote con le unghie fatte da mandorle, il tutto immerso in una gustosa crema di gorgonzola, o dei “Cheese Finger Food”, falangi di mozzarelle ricoperte con stuzzicante pepe verde, appetitosi assaggi ideali per accompagnare la cena ma soprattutto la preparazione del menù “pauroso”.
Risate, divertimento, follia e paura iniziano in cucina, dove poter dar vita ad un’eccezionale festa di Halloween in modo innovativo e fuori dagli schemi, in cui amici e parenti potranno assaporare la festa più terrificante dell’anno in una preparazione che lascerà senza fiato!
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.