BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, duemila imprenditori sotto i mille euro

Sono migliaia in tutta Italia gli imprenditori che guadagnano mille euro (o anche meno). In totale sono solo il 2% del mercato.

Più informazioni su

La “Generazione mille euro” raccontata dal regista Massimo Venier non ha per protagonisti solo giovani precari. Sono migliaia in tutta Italia infatti gli imprenditori che guadagnano mille euro (o anche meno). In totale sono solo il 2% del mercato, quantitativamente però sono un numero da non sottovalutare: 128 mila. È quanto emerge da una elaborazione e da una stima condotte dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese. In Lombardia Bergamo si piazza al terzo posto con 2003 imprese (2,3% del totale), dietro a Milano (6885, 2,5%) e Brescia (2423, 2,2%). Seguono Como 902 82%), Cremona 432 (1,5%), Lecco 459 (1,9%), Lodi 332 (2%), Monza e Brianza 1.247 (2%), Mantova 679 (1,7%), Pavia 905 (2%), Sondrio 291 (1,9%).
La Lombardia è al primo posto nella classifica delle regioni con poco meno di 18mila (il 2,2% del totale), seguita dal Lazio (17mila, 3,7% del totale) e dalla Campania (12mila e 400, 2,6% del totale). Queste imprese a bassissimo reddito sono attive soprattutto nel settore dei servizi (85.454), della manifattura e (35.780) e dell’agricoltura (5.675).
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da BB

    I lavoratori autonomi non sono tutti evasori! Il populismo vostro e’ il peggiore-sinistri-.

  2. Scritto da fm

    Solo un’integrazione: ieri notte dovevo essere “rembambit”. Nell’intervento @18 utile dopo le imposte euro 33.500, non 43.500. Ancora peggio insomma.

  3. Scritto da gio

    @fm il tuo ragionamento non fa una grinza, ma considera anche ad es. acquisto, manutenzione, assicurazione e bollo di automezzo di LUSSO in uso promiscuo all’amministratore totalmente detraibile contro addebito km 4.500/anno tariffa ACI, interessi bancari per l’acquisto dello stesso, cell familiari intestati alla società, pc ad uso familiare, acquisti personali, se non addirittura abitazioni e altro. Questo ANTE utile, ANTE imposte. Sempre fatti salvi gli onesti, naturalmente.

  4. Scritto da gio

    perchè non partire da una base imponibile uguale per tutti, perchè non permettere di detrarre i costi sostenuti (e documentati) anche ai dipendenti? Così a pagare sono solo gli onesti (dipendenti o imprenditori) ed i furbi ingrassano!

  5. Scritto da franzo

    X BB : Certo che non sono tutti ladri ! ci mancherebbe ! … Pero’ dobbiamo individuare i ladri e fargli pagare tutto ! Solo cosi gli onesti pagheranno meno, e per evitare che i disonesti ci riporvino, vanno puniti SEVERAMENTE !. Guardate come si sono inasprite le sanzioni per le infrazioni stradali e gli incidenti sono diminuiti. Bisogna fare lo stesso per i tributi. Il problema e’ che chi comanda e’ il primo che ruba e non e’ interessato a fare leggi per mettersi in difficolta’ da solo.

  6. Scritto da gio

    Caro Vacche Magre, da impegato amministrativo mi dispiace per te che paghi il 73% di tasse,. Sei un caso unico in Italia considerato che l’lRES è pari al 27,5% e l’IRAP ordinaria in Lombardia è pari al 3.9%.
    Considera, oltretutto, che a monte del calcolo del reddito della tua attività sono stati detratti, anche solo in parte, diversi costi (es. autovetture e cellulari) che un dipendente detrae dal proprio reddito NETTO. Fatti salvi coloro che, regolari, ed veramente si trovano in difficoltà.

  7. Scritto da franzo

    Per il bene di tutti i cittadini onesti, dipendenti e imprenditori che pagano le tasse vorrei che fosse istituito il finanzino di quartiere ! Altro che il carabiniere di quartiere, qui ci vuole la finanza che bussi porta a porta, controlli il reddito e in relazione a questo il tenore di vita, il parco macchine le proprieta’ e se qualcosa non torna, MAZZATE ma di quelle vere pero’ ! Altro che depenalizzare il falso in bilancio, bisognerebbe dargli l’ergastolo cosi la smettono tutti di evadere!

  8. Scritto da VACCHE MAGRE

    Caro gio. Hai dimenticato tutti i balzelli vari.

  9. Scritto da politiche fiscali, si grazie

    una cosa che penso di fare è dare la mia fiducia (voto) a quelle forze politiche meglio combatte l’evasione fiscale.
    Con misure eque e ragionevoli.
    Con percentuali proporzionate alla ricchezza
    e all’economia complessiva del paese.

  10. Scritto da Un operaio in cassa integrazione straordinaria

    AIUTO Chiamate la FINANZA ancora credete a ste frottole QUESTI LAVORANO IN NERO E MOVIMENTANO SOLO CONTANTI MA DOVE VIVETE io non capisco MA CONTROLLATE LO STILE DI VITA DI STE FURBETTI DEL QUARTIERINO adesso parte la stagione sciistica li trovate tutti a Cortina i fine settimana con i macchinoni e al FISCO denunciano MENO DEI LORO DIPENDENTI. GUARDIA DI FINANZA SVEGLIATI….. Un operaio in cassa integrazione straordinaria

  11. Scritto da Gianmarco Gabrieli

    Attenzione! Prima di iniziare delle lotte ideologiche, andate a fondo:
    Il comunicato stampa http://tuttocamera.mb.camcom.it/upload/repos/stampa/2/1098/impresa500-1.pdf ha degli errori:
    1) si parla di “giro d’affari” (fatturato) e di “guadagno” (utile) confondendo i termini
    2) l’indagine è sulle partite iva e non sui redditi degli imprenditori, confondendo i due
    3) nel campione ci sono le società appena aperte, in chiusura e le società di comodo

    saluti

  12. Scritto da fm

    @ Gio
    Utile ante imposte 100.000 euro, costo del lavoro 900.000 euro. IRAP 39.000 euro, IRES 27.500 euro. Imposte 66.500 euro. Utile dopo le imposte 43.500 euro. Pressione fiscale: 66,5%.
    Se sei un amministrativo avrai sentito parlare delle indetraibilità. L’IRAP l’hanno inventata apposta per far pagare le tasse anche alle imprese in perdita.
    @Redazione: L’articolo, senza i chiarimenti prima richiesti, è pura disinformazione e solletica la peggiore demagogia. Ce n’è davvero bisogno?

  13. Scritto da marilena

    io non ci credo! Voglio vedere tutte le fatture, anche quelle non fatte.

  14. Scritto da Angel

    Con la crisi che c’è in giro, è già tanto arrivare a mille euro, per molti capi d’azienda.
    E’ ora di finirla col sinonimo imprenditore = ricchezza.
    Soprattutto da parte di tutti quei lavoratori dipendenti (anch’io lo sono) che “pagano le tasse fino all’ultimo centesimo” (che poi gliele versi l’azienda non ci si fa mai caso) e poi sono i primi a evitare le fatture di dentista, idraulico, elettricista, etc.
    Si evade sempre in due, di solito…

  15. Scritto da Robin Hood

    Ancha a me sembrano delle cifre un pò strane.. anche solo tenere una partita IVA ha dei costi di diverse centinaia di Euro..
    Questi dati dovrebbero fare riflettere.. ma anche la frequentazione quotidiana di commercianti.. artigiani.. e professionisti fa capire come a pagare le tasse sono sempre gli stessi

  16. Scritto da Lavoratore dipendente frustrato e sfruttato

    SEGUE DA PRIMA.. e poi si sente dire che in Italia c’è un sommerso di svariati miliardi di evasione fiscale, ma chi sarebbero questi evasori? forse i poveri operai già spremuti come limoni alla fonte o questi “poveri” Imprenditori??? …lavoratori dipendenti rinunciate al 5° dello stipendio per i vostri Datori di Lavoro cosicché possano anche loro arrivare a fine mese con il loro stipendio!!! come ci arriviamo noi!!! … o no! oggi pochi arrivano a fine mese e non certo gli imprenditori…

  17. Scritto da Lavoratore dipendente frustrato e sfruttato

    …. sono disgustato da queste affermazioni!!!! imprenditori che dichiarano meno di 1000 euri ????? e pi vanno in giro con Mercedes e BMW ecc… ville al mare ed in montagna ecc…. ma fatemi il piacere!!!!!! basta vedere come sta andando avanti il mondo del lavoro con contratti che devono essere rinnovati da più di 2 anni e che vogliono sempre più succhiare il sangue ai lavoratori togliendo diritti conquistati da anni di lotte sindacali… (no comment sui Sindacati) VERGOGNA!!!!! … SEGUE…

  18. Scritto da imprendi

    E se guadagni mille euro da imprenditore in questo periodo devi anche festeggiare. Non sono pochi quelli che i soldi ce li mettono nell’azienda, anche per tenerla in piedi e non mandare a casa nessuno.
    Per poi sentirsi dare dei ladri a destra e sinistra.

  19. Scritto da antonio

    Ancora il gioco delle statistiche dove risulta che si magia mezzo pollo a testa. Poi non fa niente se uno lo mangia intero e l’altro no !
    Ho venduto la casa dei miei genitori ed ho ipotecato la mia ! tutto per andare avanti, per resistere per non buttare a mare il lavoro di tanti anni, per non licenziare quelli che sono con me da molti anni e che difficilmente troverebbero un altro posto. Tutto per ricostruire un futuro. Sono 2 anni che chiudo in perdita!!! E’ facile dire butto tutto a mare!!!

  20. Scritto da VACCHE MAGRE

    Cari lavoratori dipendenti. I conti fateli ai vostri governanti che tassano le imprese con il 73% degli utili. Guardate un pò i fallimenti che ci sono stati in questi anni. Questo non fa specie?

  21. Scritto da fm

    1) Impresa nell’accezione del registro imprese è qualsiasi attività economica non occasionale? Quindi dall’Italcementi SpA al venditore ambulante di fazzoletti? 2)Guadagnare che significa? Si parla di FATTURATO o di REDDITO? Se si parla di reddito mi sembra che un dato del 2% delle attività in perdita sia più che accettabile, anzi mi sembra strano sia così basso. Se si parla impropriamente di fatturato allora bisogna vedere che tipo di imprese sono (attive, tanto per iniziare?).

  22. Scritto da berghem

    Sono sconvolto… qualcuno saprebbe dirmi il numero di tel a cui mandare un sms del valore di 2 eur? Oppure un IBAN o un c/c postale a cui mandare un offerta?Credo che tutta l’Italia debba mobilitarsi per aiutare questi poveretti… Operai d’Italia unitevi a me per sostenere con un atto concreto questa categoria più sfortunata!

  23. Scritto da karajan

    Caro VACCHE MAGRE, io invece i conti li faccio nelle vostre tasche e sono subito fatti: basta vedere il vostro livello di vita, senza elencare i vostri comportamenti. Poi i governanti di cui parli, sono quelli a cui tu dai il voto e che mantieni molto volentieri perchè con questi, puoi continuare ad evadere e ai tuoi dipendenti farle pagare tutte le tasse e magari sei anche un assessore o sindaco, come del resto i nostri comuni bergamaschi e del nord ne sono pieni.