BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, altra figuraccia Eliminata dalla Coppa Italia fotogallery

Gol a cinque minuti dal termine di Cellerino che arriva dopo i tre legni colpiti dagli amaranto. Bergamaschi mai pericolosi e passa il Livorno.

Più informazioni su

L’Atalanta dice addio, mestamente, alla Coppa Italia grazie all’1-0 subìto dal Livorno a Bergamo nella sfida secca valida per il terzo turno della competizione. Dopo il ko di sabato scorso contro il Piacenza gli uomini di Colantuono regalano un’altra prestazione da dimenticare: mai pericolosi si inchinano a quattro minuti dal termine dalla deviazione volante di Cellerino, bravo a sfruttare appieno un angolo battuto dalla sinistra. Un fulmine che acceca il Comunale e che arriva dopo tre saette arrivate nei primi 85 minuti di gioco, quei tre legni colpiti da Danilevicius, Barusso e Knezevic, segnali d’avvertimento che l’Atalanta non ha saputo comprendere. L’unica nota positiva sono le buone prestazione di tre dei quattro giocatori che, schierati da titolari, non avevano mai messo piede in campo: Frezzolini, Dalla Bona e il giovane Possenti. Bocciato invece l’idolo della folla, Defendi.

ATALANTA-LIVORNO 0-1

RETI: 41’st Cellerino.
ATALANTA (4-4-2): Frezzolini; Raimondi (20’st Gentili), Capelli, Peluso, Possenti; Bonaventura, Dalla Bona, Basha, Pettinari; Defendi (15’st Ruopolo), Ceravolo. All. Colantuono.
LIVORNO (4-4-2): Mazzoni; Salviato, Knezevic, Di Bella, Schiattarella; Pagano (30’st Bencivenga), Prutsch, Barusso, Volpe (44’st Lignani); Danilevicius, Cellerino. All. Pillon.
NOTE: ammonito Peluso, Prutsh, Raimondi, Dalla Bona, Bonaventura.

SECONDO TEMPO
49’: è finita, l’Atalanta esce a testa bassa contro un Livorno fermato soprattutto dai legni colpiti. Bergamaschi mai pericolosi e arrivano gli insulti per i nerazzurri per allenatore e giocatori.
45′: saranno quattro i minuti di recupero.
44′: secondo cambio per il Livorno, dentro Lignani, fuori Volpe.
41′: scende la notte al Comunale. Livorno in vantaggio grazie alla deviazione volante di Cellerino da calcio d’angolo. Atalanta-Livorno 0-1.
40′: altro miracolo di Frezzolini su bomba dalla solita punizione di Barusso.
38′: ammonito Bonaventura.
35′: partita che sembra avviata sullo 0-0 che significherebbe tempi supplementari.
30′: primo cambio anche per Pillon, dentro Bencivenga, fuori Pagano.
28′: da segnalare l’ottima prova di Possenti sulla sinistra. Per il diciannovenne buona prova anche sotto il profilo tattico, per il momento.
25′: esterno destro potente di Barusso. Frezzolini manda in angolo.
24′: cartellino giallo per Dalla Bona.
20′: secondo cambio per i bergamaschi, entra Gentili, esce Raimondi.
17′: prima occasione vera per l’Atalanta, tiro cross di Pettinari,. Mazzoni ci arriva ma la palla rimane rimane in area piccola e viene spazzata dalla retroguardia toscana.
15′: Colantuono inserisce il carico pesante, dentro Ruopolo, fuori uno spento Defendi.
14′: altra traversa per il Livorno colpita da Knezevic sugli sviluppi di un calcio d’angolo
11′: ancora Barusso ma il suo diagonale finisce lontanissimo dal palo destro del portiere nerazzurro.
10′: altro brivido per la Dea. Punizione di collo pieno Barusso, Frezzolini è bravo e fortunato a deviarla sul palo.
9′: tiraccio di Pettinari che finisce in curva Nord.
8′: angolo di Bonaventura, arriva Peluso ma la zuccata è fuori misura.
5′: Colantuono inverte le fasce, Pettinari a destra, Defendi a sinistra.
3′: Livorno ancora pericoloso sulla destra, sbroglia la matassa Capelli che si rifugia in calcio d’angolo.
1′: Livorno subito pericoloso con una discesa sulla destra di Pagano ma il cross è preso da Frezzolini.
1′: ripartiti! Stessi 22 del primo tempo in campo.

PRIMO TEMPO

47′: finiscono i primi 45 minuti. Atalanta mai pericolosa, Livorno vicino al vantaggio con la traversa di Danilevicius.
46′: diagonale di Pettinari che rotola stancamente tra le braccia di Mazzoni.
45′: saranno due i minuti di recupero.
43′: giallo per Raimondi.
42′: sfondamento centrale di Peluso, ottimo angolo guadagnato dal centrale.
41′: ammonito Prutsch per un brutto fallo su Bonaventura.
40′: assist involontario di Basha per Danilevicius che si libera e batte a rete. Solo la traversa salva la Dea.
37′: palombella velenosa di Bonaventua che sibila sopra la traversa del Livorno.
34′: cartellino giallo per Peluso.
32′: tiro di Cellerino dai trenta metri. Conclusione centrale e debole parata senza difficoltà da Frezzolini.
30′: Capelli a terra per un colpo ricevuto da Cellerino. Una delle mezz’ore, calcisticamente parlando, più brutte viste in stagione.
24′: si gioca molto a centrocampo ma non si riesce ad imbastire un’azione offensiva. L’Atalanta ci prova a giocare a palla a terra (con scarsi risultati), il Livorno si affida a lunghi lanci lunghi dalla difesa.
19′: punizione di Pagano dai venti metri fuori bersaglio.
17′: partita noiosa e che non sta regalando un briciolo di emozione.
13′: tiraccio di Possenti dai trenta metri. Conclusione che finisce lontana dalla porta difesa da Mazzoni.
12′: molto tonico Bonaventura in questo avvio di partita.
11′: prima azione pericolosa della Dea. Palla verticale di Bonaventura per Ceravolo, cross in mezzo, ci arriva per primo Pettinari ma la mira è imprecisa.
9′: prato del Comunale molto scivoloso causa umidità della serata. Ii giocatori hanno difficoltà a stare in piedi e a controllare la palla.
7′: prima azione pericolosa del Livorno, palla dentro dalla destra per Volpe, tiro di prima e sfera che finisce un paio di metri lontano dalla palo sinistro di Frezzolini.
5′: molti errori per entrambe le squadre in questo inizio.
3′: primo angolo del match per il Livorno.
1′: Bonaventura agisce da seconda punta, Defendi schierato sull’out destro.
1′: stadio semideserto, un migliaio gli spettatori presenti.
1′: partiti!
 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sherwood

    Smettiamola di farci del male ! Basta con le polemiche ! Dobbiamo stare uniti e sostenere la squadra ! Era chiaro che alla Società non interressasse il passaggio del turno (vedi orario della partita), ma adesso quello che conta è vincere il campionato.

  2. Scritto da digeo

    La gente che ha giocato ieri ha dato ragione alle scelte di colantuono in campionato.Ora il mister è sotto tiro, come normale che sia in una situazione come questa, ma saremmo al quarto cambio di allenatore in diciotto mesi,mentre la vecchia guardia della squadra è inalterata da anni..proviamo a spostare il mirino delle critiche, perchè non può essere sempre colpa del mister. Gregucci non andava bene,conte neanche, colantuono neanche..mah…

  3. Scritto da Desdis fò

    Ma dai.. la Tritium se la gioca con questa Atalanta.
    Vai in serie B e vuoi tornare in A? regola numero uno non vendere i giocatori da A. Quindi Valdes e Garics che avevano richieste non li vendo e giustamente aumento loro l’ingaggio per convincerli a restare. Ricordo che Valdes gioca in serie A portoghese e Garics in A nel Bologna, quindi sono giocatori che in B avrebbero fatto il bello e il cattivo tempo. 2) Guarente mi va bene la cessione 3) Sul mercato cosa mi serviva? solo un vice Doni.FINE

  4. Scritto da Desdis fò

    per vice Doni non intendo un Pastore da 30 milioni. Parlo di gente come Fabbrini dell’Empoli ( sarebbe stato un bel colpo ad effetto, strapparlo all’Empoli non mi sembrava proibitivo!) oppure un Giovinco ( è finito al Parma e penso che con un bel contratto sarebbe arrivato anche a Bergamo).

  5. Scritto da gigi

    comunque massima fiducia alla società e a colantuono
    ricordiamoci che il campionato finisce a giugno
    è solo un periodo negativo.

  6. Scritto da Pintogroup

    Prendiamocela coi giocatori che sarà meglio va.
    Io non voglio cambi dall’allenatore, l’anno scorso avevamo una rosa che si doveva salvare tranquillamente, abbiamo cambiato 3 allenatori e abbiamo visto i risultati.
    I giocatori hanno un debito aperto con la città.
    Fuori gli attributi!!

  7. Scritto da Bri

    Che pena questa Atalanta…

  8. Scritto da dan

    che vergogna, va bene perdere ma con dignità almeno !!!

  9. Scritto da percassi te dientet mat

    scarsi poi ci lamentiamo perchè non li fà giocare titolari non meritano neanche la panchina si salva solo possenti

  10. Scritto da piero

    ma le cosiddette riserve se non si fanno vedere in queste partite, quando avremo l’onore ?

  11. Scritto da fiore

    e aveva detto ” mai piu’ una partita come Piacenza…” probabilmente valeva da domenica a martedi’ quando non si e’ giocato

  12. Scritto da Ettore

    l’importante e’ regalare le magliette ai nuovi nati vero ?
    gli atalantini .. altro che euforia, Percassi vai ad investire a San Pellegrino Terme che forse e’ meglio.. o no ??

  13. Scritto da GianMario Arizzi

    Pietà!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Percassi caccia via er bullo dé Anzio mentre sei ancora in tempo. Quello di Trescore non è mica scemo credimi.

  14. Scritto da renzo

    Defendi, l’eterna promessa… ci fate una promessa, a gennaio cedetelo !

  15. Scritto da gabriele

    prendiamo il lato positivo: niente champions, niente europa league, niente coppa Italia, ci si può concentrare solo sul campionato…

  16. Scritto da bibi

    ah, ecco cosa voleva dire ” Serie A unico obiettivo ” !

  17. Scritto da geppo

    la nostra solidarieta’ agli stoici che hanno avuto il coraggio di assistere alla partita sino al 90simo

  18. Scritto da Gery

    …bene !!! altra bella figura dai “professionisti” !!! …non è questione d’allenatore… è questione di piedi… in questo caso scarsi !!! ma questa squadra non era forte anche con le riserve ??? VERGOGNOSI !!!

  19. Scritto da emilio albano

    penso che la meta degli abbonati se potesse rescindere
    l’abbonamento lo farebbe
    che pena non ho visto un tiro in porta
    antonio svegliati non stai sognando
    neta fò ol poler

  20. Scritto da scarpinot

    adesso ho capito a cosa servono le magliette per i neonati….usatele come pannolino x i bisognini

  21. Scritto da 1907/b

    forsa ragassssi non abattiamoci, paserà tutto la serie A è ala nostra portata

  22. Scritto da il giudice

    Siamo sul Piave, o noi od il portodanzese,

  23. Scritto da paolo

    che freddo faceva allo stadio!

  24. Scritto da Gery

    …tranquilli… abbiamo ancora il fiato per fischiarvi !!! DATEVI UNA MOSSA !!!

  25. Scritto da doll

    ora è proprio un rebus.
    Indecifrabile atalanta.

  26. Scritto da marco

    ero allo stadio, dire nell’articolo che si è salvato Della Bona mi chiedo che partita avete visto tolto il portiere frezzolini e il giovane possenti hanno meritato il resto…..veramente penoso in testa ceravolo defendi basha ..ci vuole più rispetto per i tifosi,si può perdere ma non così!!!!

  27. Scritto da Raff

    E di questa Lazio – Albinoleffe del prossimo turno non diciamo nulla?

  28. Scritto da Fabio

    Cosi’ proprio non va. Serve una soluzione al piu’ presto altrimenti si rimane in B anche il prossimo campionato.