BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aeroporto, il Pd avanza sei proposte

Risorsa ma anche problema ambientale: ecco il documento redatto dalla segreteria provinciale del Partito democratico sull'aeroporto di Bergamo.

Vi proponiamo il documento redatto dalla segreteria provinciale del Partito democratico sull’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

Il Partito Democratico considera l’Aeroporto di Orio al Serio una risorsa oltre che un’infrastruttura operativa molto importante per i collegamenti aerei e lo sviluppo turistico, produttivo ed occupazionale di Bergamo e Provincia.
Esso contribuisce indicativamente per il 7% al PIL della nostra Provincia e da’ lavoro a circa 4000 lavoratori e secondo i dati prodotti, produce un indotto di oltre 12.000 addetti.
Il Programma Regionale di Sviluppo ha attribuito al Sistema aeroportuale lombardo (Malpensa, Linate, Orio al Serio, con l’inserimento di Montichiari) un ruolo strategico considerevole. Si configura uno scenario che vede Malpensa come “Airport Driven Hub”, Linate come City Airport, Orio al Serio come scalo di livello europeo specializzato nei voli passeggeri low cost e Charter e Montichiari (BS), ora acquisito dai Veronesi del Catullo, come scalo che può assorbire una quota di domanda crescente di trasporto cargo e passeggeri.
Il Partito Democratico è convinto che la sostenibilità ambientale sia un fondamento di ogni politica territoriale. Questo principio lo impegna a valutare la nascita o il potenziamento di qualsiasi infrastruttura verificando la sua reale sostenibilità e ponendo come prioritaria la salvaguardia della qualità della vita dei cittadini.
Nel valutare i vantaggi e i rischi di un’infrastruttura vanno considerate numerose variabili che non sono solo misurabili economicamente.
Il benessere dei cittadini è rappresentato prioritariamente dalla loro salute fisica e psichica fortemente condizionata anche dal contesto ambientale.
Per raggiungere l’obiettivo della sostenibilità è indispensabile conoscere la realtà attraverso la verifica dei dati forniti, la valutazione dei pro e dei contro e quindi la scelta ultima che non può rinunciare a regole precise di garanzia.
Questa premessa è essenziale per comprendere le considerazioni e le proposte che il nostro partito ha deciso di formulare in merito all’aeroporto di Orio al Serio.
Partendo da queste considerazioni e lavorando coerentemente con quanto sostenuto in premessa non si può ignorare la protesta di molti cittadini, che evidenziano l’inquinamento acustico e atmosferico che lo sviluppo aeroportuale produce.
In questo ultimo anno la stessa Sacbo ha sperimentato nuove rotte per valutare la possibilità di un minor impatto ambientale, ma qualsiasi direzione prendano gli aeromobili, nasce la protesta dei paesi coinvolti e questo è dovuto alla eccessiva vicinanza dell’aeroporto ai centri abitati.
Di fatto Orio al Serio si colloca a soli 5Km dal centro di Bergamo e gli aeromobili sorvolano o hanno sorvolato nella fase di decollo e atterraggio i quartieri di Campagnola e Colognola, i paesi di Seriate-Cassinone, Azzano S.Paolo, Stezzano, Lallio, Treviolo, Dalmine.
Appurato che il Comune di Bergamo e la Provincia di Bergamo sono azionisti della Società Sacbo, attuale ente gestore dell’Aeroporto e che questi hanno, in qualità di Enti pubblici, una responsabilità societaria oltre che etica sulla gestione dell’Aeroporto e sul suo impatto sui cittadini e sul territorio da esso interessato. Alla luce di quanto sopra risulta necessario che il Comune e la Provincia esprimano ed attuino proposte per risolvere o almeno attenuare i disagi causati dall’Aeroporto nei confronti dei cittadini residenti.
Risulta opportuno considerare la protesta di molti cittadini ed Associazioni locali che evidenziano il permanere di forti disagi dovuti all’inquinamento acustico e atmosferico che l’Aeroporto produce, alla luce della nuova rotta sperimentale attuata da Sacbo che ha ridotto l’impatto ambientale in alcune zone, penalizzandone ulteriormente altre.
Il PD di Bergamo esprime la propria comprensione e solidarietà agli abitanti che vivono i disagi determinati dall’aeroporto e propone il seguente documento ai Comitati e alle Associazioni interessate, agli Enti competenti – Sacbo, Arpa, Comune di Bergamo, Provincia di Bergamo, Enac, Regione Lombardia affinché, ciascuno per le proprie competenze, esprima un proprio parere, dichiarando la propria disponibilità ad una discussione di merito.
Il tema aeroporto deve essere affrontato prendendo in considerazione:
1. ATTENUAZIONE DELL’ATTUALE DISAGIO
o Rispetto dell’interruzione dei voli notturni dalle 23 alle 7 eccetto casi straordinari già previsti.
o Correzione in via sperimentale, compatibilmente con la sicurezza dei voli, dell’attuale rotta di decollo, anticipando la virata a sud-ovest. Successiva verifica del miglioramento ottenuto.
o Verifica della modifica della rotta di decollo negli orari di minor traffico in atterraggio (tra le 13 e le 16) compatibilmente con la sicurezza dei voli.
2. MAGGIOR CONTROLLO SU RUMORI, INQUINAMENTO ARIA E SICUREZZA
o Verifica della Rete di monitoraggio del rumore.
o Simulazione del Piano di emergenza.
o Posizionamento di Centraline fisse ARPA per il rilevamento in continuo della qualità dell’aria.
o Definizione condivisa dell’intorno aeroportuale (Zone A,B,C) a completamento delle curve isofoniche.
o Definizione del Piano dei Rischi; per la realizzazione dello stesso risulta fondamentale l’emissione da parte della Regione Lombardia, ad oggi inadempiente, delle Linee guida regionali.
3. TUTELA della SALUTE
o Realizzazione di uno Studio epidemiologico e sanitario sulla salute dei cittadini nelle aree con maggior rumore e rischio.
o Destinazione di una quota degli investimenti e degli utili Sacbo per interventi di attenuazione rumori, prevenzione rischi, tutela della salute a partire dalle fasce di residenti più colpiti.
4. IL RISPETTO DELLE REGOLE STABILITE DAL VIA E DALLA NORMATIVA VIGENTE
o Dimostrazione del rispetto delle Autorizzazioni e Prescrizioni indicate nella VIA dell’Aeroporto e nel DM 977 del 4.11.2003;
5. TAVOLO DI CONFRONTO e VERIFICA
o Qualsiasi riflessione sul futuro sviluppo dell’Aeroporto risulta opportuno sia negoziato e condiviso con la costituzione formale di un TAVOLO di CONFRONTO e VERIFICA tra SACBO, Comuni interessati, Associazioni, comitati territoriali, Comitato Aeroporto, le istituzioni rappresentative dei Cittadini.
o Nel Mondo e in Italia si prevede circa un raddoppio dei passeggeri nel periodo 2010 – 2030, per quanto riguarda Orio pare difficile pensare ad un aumento di voli e comunque, nelle attuali condizioni ambientali, per questo va assunto un limite di riferimento massimo di poco più dei 68.000 movimenti annui ora autorizzati. Un eventuale aumento è quindi subordinato all’attuazione degli interventi sopra proposti e non può prescindere dalla tutela ambientale e della sicurezza, né sacrificare la qualità della vita dei cittadini o di parte di essi.
6. SVILUPPO dell’ AEROPORTO-EXPO 2015- COLLEGAMENTO FERROVIARIO ORIO-BERGAMO
o L’Aeroporto può rappresentare una grossa opportunità per la nostra città anche in vista di EXPO 2015, entro il 2015 è opportuno creare il collegamento ferroviario con la Stazione ferroviaria di Bergamo, permettendo quindi che da Orio i passeggeri possano raggiungere e visitare Bergamo, oltre che raggiungere tutte le stazioni di Milano, garantendo conseguentemente un numero di viaggi/ora, tali da favorire il rilancio della tratta ferroviaria Milano-Bergamo. Questo collegamento inoltre contribuirebbe allo sviluppo turistico di Bergamo e della Provincia, sfruttando la presenza di turisti provenienti da tutto il mondo, (gli organizzatori dell’evento hanno previsto 30 milioni di visitatori in 6 mesi), che l’Expo 2015 di Milano dovrebbe richiamare nella nostra regione (sul quale il Governo nazionale, la Regione Lombardia e la governance dell’Expo 2015 sono in fortissimo, colpevole e grave ritardo).
Questa tratta ferroviaria Orio-Bergamo deve incentivare il turista a visitare e soggiornare nella nostra città (che ora si limita al 13%), oltre che ovviare ecologicamente all’attuale trasporto su gomma per i collegamenti con Milano.
Il Partito democratico rimane aperto a qualsiasi discussione e ricerca di altre soluzioni che tengano sempre conto della sostenibilità dell’operazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angi

    Lottiamo per abbattere quel poco che c’è e non lottiamo per avere altro e che ci meritiamo… poveri noi.

  2. Scritto da bergamasco vero e fiero dell'aeroporto del norditalia

    @15
    che Orio non rispetta le leggi è solo appannaggio di quei fanatici del comitato.
    Dimostratelo, allora.
    Okkio, però, perché se fallite, si può anche esercitare il diritto di rivalsa…
    Vi porteremo via anke le mutande

  3. Scritto da box

    @15 be’ allora vatti a leggere i punti imprescindibili del comitato di colognola sul loro sito e fatti una bella risata
    Sono pure bugiardi, mezogneri. E disonesti.

  4. Scritto da giro

    Scusate, ma che problemi avete?
    Orio esisteva già da tempi di progetti non sospetti. E il comitato pure. Allora il vero problema non è l’aeroporto. E’ solo un pregiudizio di qualche movimento politico.

  5. Scritto da comitato bastardi dentro

    PERCHE’ NON DICIAMO CHIARAMENTE CHE IL COMITATO E’ UN MOVIMENTO ESTREMISTA CHE AGISCE SOLO PER IDEOLOGIA POLITICA? AL COMITATO NON GLIENE FREGA UN CAZZO DI INQUINAMENTO, ARIA, AEREI E TUTTO IL RESTO. A LORO INTERESSA SOLO ESSERE CONTRO PER IL SEMPLICE MOTIVO CHE VOGLIONO ESSERE CONTRO. E BASTA. Bergamaschi svegliatevi. Ki non è contro si svegli se no domani partiremo tuti da Malpensa!!!

  6. Scritto da el zorro

    Critiche ingenerose al pd che almeno si esprime. Se solo si rispettassero le regole come richiesto faremmo un passo avanti, mentre i partiti al governo di bergamo se ne fregano,sempre ossequiosi ai poteri forti.Giustamente qualcuno richiama le condizioni dei lavoratori in aereoporto che però sono quelle tipiche di una azienda a bassa presenza e tutela sindacale come ne abbiamo tante in provincia. Business aereoportuale e diritti vanno poco d’accordo purtroppo. Cominciamo a farli rispettare

  7. Scritto da cittadino bergamasco

    Innanzitutto il rispetto della salute, ma l’aeroporto NON SI TOCCA. Io sono pronto alle barricate. Sono pronto a fare fare il napoletano dei rifiuti.
    E’ un valore super EXTRA molto importante per Bergamo e provincia. Politici (di destra e di sinistra), occhio che ne va delle vostre p…e.

  8. Scritto da cittadino bergamasco

    Dai comunisti o come si chiamano adesso, solo belle parole. D’accordo per il treno ma SUBITO e non fra 30 anni come fate voi politici da sempre ! I volo dalle 6 alle 24 perchè si lavora di piu’ e ci sono piu’ soldi x tutti I posti di lavoro e la ricchezza della bergamasca NON SI TOCCANO. Avete caapitoooo. Prendetevi i vostri sporchi 25ooo euro al mese e non rompete. La SABCO allunghi la pista sul fiume in modo tale che l’ereo sulla citta’ ci passa gia’ piu’ alto.

  9. Scritto da luciano015

    Sarebbe semplice: se si sforano le soglie del rumore, si chude finchè non si è capaci di rimanere nei limiti.
    Vale per le aziende inquinanti, e dovrebbe valere anche per gli aeroporti, che sono una azienda come le altre.
    I posti di lavoro non sono un totem, altrimenti avremmo anche un sacco di aziende inquinanti da invitare in provincia, e porterebbero anche più posti di lavoro dell’aeroporto.

  10. Scritto da A.Z. BG

    Un colpo al cerchi e una alla botte nella splendida tradizione PCI,PDS,DS,PD,ecc.L’aereo porto è bellissimo e va sviluppato,ma non bisogna svilupparlo perchè alcuni si lamentano!Decidetevi!Perchè non avete fatto nulla e nessun comitato si’è lamentato durante i 5 anni della giunta Bruni?Dov’eravate?Le rotte di decollo sono state modificate grazie all’attuale ass.all’ambiente riducendo il rumore a circa 20.000 persone rispetto a prima della variazione.Informatevi!

  11. Scritto da fugato a 4 voci

    @23
    no: in modo tale che arrivino gli A380 per l’America e tutto il mondo

  12. Scritto da rivoluzione

    @22
    anch’io. Concordo con te.
    Uniamoci. Facciamo finire questo scempio.
    Io non sopporto che mi si dica che non rispetto le leggi quando io mi alzo presto al mattino, pago le tasse. Io come passeggero difendo quest’aeroporto
    La SACBO deve querelare chi pubblica sui quotidiani queste calunnie.
    Cittadini e padani utenti di Orio uniamoci e mobilitamoci contro Colognola. Tutti in piazza a lanciar uova contro Tentorio, contro il pd e contro il comitato di colognola

  13. Scritto da cho

    Fateci una cortesia. Non chiamatevi Comitato Aeroporto. Comitato Aeroporto vuol dire Comitato per l’aeroporto. Voi non siete dell’aeroporto. Voi siete CONTRO l’aeroporto.
    Nel vostro sito c’è scritto che uno dei punti essenziali è la chiusura

  14. Scritto da marino B.

    “Cara” segretaria/o,PD. Ho letto attentamente i 6 punti da voi proposti . Con tutto il rispetto, x chi ha redatto tale documento, non ho trovato nessuna novità,ne nuove proposte, rispetto a quelle gia scritte,e portate avanti, negli ultimi 5 anni dal comitato di cittadini che sta lottando contro l’allargamento di Orio.
    Anzi , mi vien da dire che : E’ fotocopia delle proposte di tale comitato.
    Allora da semplice cittadino mi chiedo:dove eravate in tutti questi anni? Meno parole e + fatti.

  15. Scritto da sinfonia

    @16
    siete dei pazzi furiosi
    E i partiti vi appoggiano solo per prendere i voti
    Ad esempio, il PD sta cercando voti a Bergamo per i prossimi 5 anni

  16. Scritto da @9

    se mai toccherà a te (perchè qualcuno esigerà il rispetto delle leggi) di dover perdere il lavoro, saprai chi devi ringraziare.
    grazie per la lezione di logica. moo triste.

  17. Scritto da bergamasco vero e fiero dell'aeroporto del norditalia

    @6
    il suo interesse potrebbe lo stesso di tutti quelli che, bergamaschi e non, sarebbero contenti di usare l’aeroporto per… volare.
    chiediti perché a Linate o a Heathrow o a Duesseldorf la gente non fa così. O forse è vero che a bergamo sono tutti chiusi
    Io sono di Colognola ho 40 anni e sono vivo e vegeto e ci sento benissimo.

  18. Scritto da ponzio pilato

    Bote piena e moglie ubriaca? Per l’OMS il livello di rumore prodotto dall’aeroporto detrmina gravi patologie per la salute dellle persone, soprattutto i bambini. Altro che “attenuare i disagi”.L’aeroporto opera da 7 anni in violazione delle prescrizioni del VIA. La legalità non è più un valore per il PD? Il lmite di sviluppo è di 6,2 milioni di passeggeri all’anno. Siamo arrivati a 9 milioni. Altro che 68mila voli
    La risorsa economica è trasportare materiale radiottivo sopra al città?

  19. Scritto da volare

    @13. se ci sono le leggi, fatte per tutelare tutti e la salute di tutti, anche lei, che lo voglia o no,queste leggi vanno rispettate.
    Semplicemente.
    L’orgoglio per l’aeroporto viene dopo, non che non ci debba essere.
    E’ troppo difficile il ragionamento?
    la chiusura di bg e altro sono argomenti risibili

  20. Scritto da giorgio

    @ marino B.
    non capisco il problema. portare avanti delle richieste importanti fatte anche da noi dei comitati dovrebbe farci capire che almeno qualcuno ci ascolta, finalmente! e di questo dovremmo essere almeno soddisfatti, alla faccia di chi ci considera dei pazzi! poi ribadisco che nessuno vuole la chiusura di orio, ma solo che vengano rispettate le persone che vivono quotidianamente tra il rumure degli aerei.
    nessuno ha la bacchetta magica, ne SACBO,ne PD, ne BANDERA e la LEGA!!! però…

  21. Scritto da blok

    Allora, adesso ti dico i MIEI:
    1) lo scenario aeroportuale lombardo NON può prescindere IN NESSUN CASO dal piano nazionale dei trasporti. In particolare Orio, Linate e Malpensa com e strategici e Brescia da chiudere
    2) L’aeroporto di Orio NON è lo scalo del territorio, bensì del Nord intero, da cui vengono i passeggeri
    3) Il rispetto ambientale deve prevedere le norme necessarie a zone abitate vigenti in tutti i Paesi e senza fare storie. Si copino gli esempi di Heathrow, Duesseldorf,

  22. Scritto da blok

    4) Se c’è un ente in Italia che si preoccupa dell’ambiente, quello è proprio sacbo, mentre invece è’ stato riscontata incongruenza del comitato colognola nei propositi espressi nel sito con quanto da loro dichiarato nei media, quasi che la menzogna sia per loro ritenuto strumento di conquista di qualsivoglia cosa. Se Sacbo è in ritardo nel rispettare gli impegni presi, li si solleciti
    5) Sacbo deve poter agire autonomamente su questioni a loro competenti
    < continua>

  23. Scritto da blok

    Nè si possono limitare i voli annui, perché a lungo termine lo scalo chiuderebbe, come disse Ravasio (sacbo). Allora si DEVE necessariamente perseguire aumenti di voli e renderli compatibili anche con la tutela ambientale e qui sono d’accordo. Ma consiglio al comitato che i suoi soggetti irascibili e/o ipocondriaci consultino uno pschiatra e/o, alla peggio, un esorcista
    6) Serve il treno DIRETTO dal terminal Percassi di Orio a MILANO, con fermata alla stazione di Bergamo

  24. Scritto da blok

    E QUINDI una stazione ferroviaria al terminal di Orio, da cui partana treni per MIlano e la linea Torino-Trieste e la stazione della futura METROPOLITANO bergamasca

    P.S. Invito cortesemente i noostri politicanti a pensare al loro mestiere ché a dirigere scali e aziende pensano gli imprenditori e/o enti competenti. Si invita ognuno a stare nel suo campo (Settore)
    Grazie per la cortese attenzione

  25. Scritto da Ivan

    Tutte queste proposte, in linea di massima, mi sembrano già più volte essere state dette. L’unica cosa che non riesco a capire è xchè il paese di Orio non è mai citato tra quelli che hanno questo tipo di problematiche……. e si che la distanza dall’Aeroporto non è superiore agli altri paesi citati dall’articolo, anzi. Probabilmente esiste una cupola di cristallo che fa miracoli, forse anche gli altri la vorrebbero? Chissà magari tutto si risolverebbe.
    Grazie

  26. Scritto da volare

    Blok, ha un qualche “interesse” per l’aeroporto?
    …Così, sa, il suo intervento appare giusto appena appona… di parte, di UNA parte.
    Solo una nota..
    Il consiglio “psichiatrico” prima di darlo così generosamente agli altri, potrebbe estenderlo anche a Lei. Almeno altrettanto generosamente.

  27. Scritto da Wow...

    L’ennesima ricetta del PD, nel solito stampo: tutto più niente, fratto due.

  28. Scritto da birillo

    finalmente un partito ha il coraggio di prendere una posizione chiara. Gli altri cosa dicono? Vorremmo che tutti gli schiaramenti si occupassero dei loro cittadini!

  29. Scritto da lex

    pd….buone proposte e per i lavoratori dell’aeroporto?……niente. Quindi altri voti al pdl. Come sempre avete perso e perderete