BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stranieri in Italia, uno su cinque risiede in Lombardia

Secondo il rapporto Caritas-Migrantes gli immigrati in Italia sono circa 5 milioni. Ma, a conti fatti, sono un buon affare. In Italia si registrano 4 milioni e 919mila immigrati, pari a circa un immigrato ogni 12 residenti

Più informazioni su

cantiere immigratoL’Italia è diventata davvero un paese multietnico? Quanti immigrati vivono nel nostro paese? A spiegarcelo, da 20 anni, è il Rapporto sull’immigrazione Caritas/Migrantes, uno dei testi più autorevoli sul tema. La risposta, per il 2010, è decisamente positiva: in Italia si registrano 4 milioni e 919mila immigrati, pari a circa un immigrato ogni 12 residenti. Ben un quinto di questi immigrati risiede proprio in Lombardia, mentre Milano ha il primato tra le province (407.191 immigrati). In genere, tuttavia, gli immigrati tendono a vivere insieme in comuni di periferia, come ad esempio Airole (Imperia) dove i "nuovi italiani" costituiscono il 35% della popolazione.

Quali sono le etnie più presenti nel nostro paese? La collettività romena è la più numerosa, con circa 1 milione di presenze, seguono albanesi, marocchini (circa mezzo milioni), cinesi e ucraini (quasi 200 mila).

Con l’aumento degli immigrati, ovviamente, crescono anche i matrimoni misti. Tra il 1996 al 2008 si sono celebrati circa 240mila matrimoni misti, mentre gli stranieri nati in Italia sono circa 570mila.

Molti migranti ottengono posti di lavoro (costituiscono il 10% degli occupati), ma costituiscono anche ricchezza: sono titolari del 3,5% delle imprese, incidono sull’11,1% del prodotto interno lordo e pagano circa 7,5 miliardi di euro di contributi. Secondo le stime riportate nel Dossier, inoltre, le uscite a loro favore (sanità, scuola, servizi sociali) sono pari a 10 miliardi di euro l’anno. Le entrate assicurate dagli immigrati, invece, si avvicinano agli 11 miliardi di euro (tra contributi previdenziali e fiscali). Non solo. Attualmente è pensionato tra gli immigrati 1 residente ogni 30; tra gli italiani 1 ogni 4. Questo significa che, a conti fatti, gli immigrati costituiscono ricchezza per il nostro paese.

Un timore diffuso nella cittadinanza, tuttavia, è quello dei reati commessi dagli immigrati. In realtà, secondo i dati, italiani e stranieri hanno un tasso di criminalità simile e il ritmo delle denunce nei confronti degli immigrati si sarebbe ridotto negli ultimi anni.

Insomma, l’Italia descritta in questa ricerca (scaricabile in PDF) è un’Italia che qualcuno definirebbe meno… italiana. Ma un pochino più ottimista.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.