BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piffari (Idv): una beffa il mancato casello a Dalmine

Il deputato Idv non soddisfatto della risposta del ministro. "Il nuovo casello di Dalmine era previsto in funzione della Tangenziale Sud"

Più informazioni su

Il deputato dell’Italia dei Valori Sergio Piffari si dice poco soddisfatto della risposta del ministro delle Infrastrutture alla sua interrogazione sulla mancata realizzazione del nuovo casello di Dalmine. Il comunicato stampa di Piffari:

“Non ho ritenuto accettabile la risposta del Ministro alla mia interrogazione e credo che gli enti locali debbano spiegare ai cittadini se vogliono davvero la realizzazione dell’infrastruttura o no. Non ci sono più i dubbi che hanno indotto a stralciare l’opera nel 2007, essendo chiaro ormai sia il tracciato di Bre.be.mi che di Pedemontana. Provincia di Bergamo e Comune di Dalmine hanno creato i presupposti necessari per il nuovo casello. Anni di progettazione, pianificazione e investimenti non possono essere accantonati silenziosamente e senza che si abbia il coraggio di ammettere che a Roma qualcuno ha deciso di modificare le strategie trasferendo altrove le risorse. Non disporre del casello dopo aver progettato ed eseguito la Tangenziale sud in funzione della sua realizzazione – ha aggiunto Sergio Piffari – con un evidente aumento dei costi per l’Amministrazione, è una beffa alla quale si aggiunge il danno se consideriamo che la viabilità di Dalmine non ha tratto i benefici preventivati. Se davvero si vogliono combattere gli sprechi occorre intervenire con trasparenza. Gli enti locali hanno il dovere di sollecitare il Ministero facendo valere il proprio lavoro. Per questo motivo l’Italia dei Valori  ha avviato una azione sinergica che dal Parlamento, coinvolgerà i nostri rappresentanti in Provincia e nel Consiglio Comunale di Dalmine, in modo che nessuno possa addurre alibi per confondere i cittadini. Per queste ragioni domenica 24 ottobre il Gruppo Consiliare dell’Italia dei Valori, e il Consigliere di Dalmine, Vincenzo Orlando, saranno presenti con un gazebo di fronte al Comune di Dalmine dalle 9 alle 12, per confrontarsi e informare i cittadini sulle prossime azioni che Italia dei Valori presenterà in Comune e Provincia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rob

    Eh già, il casello di Dalmine è un’opera fondamentale, soprattutto perché farà guadagnare al buon Tonino 5 minuti di tempo nel tragitto Linate-Curno…

  2. Scritto da dalmen

    semperboni, anche lei c’era al taglio del nastro della strada stezzano-dalmine (opera utile solo in funzione dello spostamento del casello)?
    un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’ego dei pirovano e formigoni.
    Di Pietro contribui’ al protocollo tra Anas e Autostrade per chi doveva fare i lavori(proseguendo il lavoro di Castelli), si informi.

  3. Scritto da walter semperboni

    Cari i miei sinistroidi,ma il casello di dalmine esisteva pure quando era ministro di pietro?come mai non ha posto rimedio??smkettetila di poredicare a vanvera

  4. Scritto da marilena

    veramente assurdo, la rotonda è sempre trafficata e pericolosa. Davvero la realtà supera la fantasia quando succedonoi queste cose: spendere soldi per acquistare un imbuto e continuare a riempire la bottiglia senza usarlo, spargendo l’acqua…..

  5. Scritto da carmelo

    Cosa ha risposto il ministro? Se rimane così è un assurdo, chi arriva dalla Val Brembana per prendere l’autostrada deve tornare sulla vecchia e trafficata rotonda della Statale Bergamo Dalmine. Non ha senso. Spero si parli solo non di non fare più ma di QUANDO fare il nuovo casello