BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non interviene contro il mobbing, sindaco indagato

Secondo la procura il primo cittadino Finazzi era a conoscenza del presunto mobbing dell'ex comandante di polizia su una vigilessa. Accusata anche la segretaria.

Più informazioni su

E’ un’indagine per mobbing quella che vede coinvolti il sindaco di Trescore Balneario, il segretario comunale Franca Moroli e l’ex comandante della polizia locale Gian Maria Rossetti, non più in servizio a Trescore e condannato per peculato nel maggio scorso. L’indagine nasce dalle accuse di una vigilessa, che hanno portato il pubblico ministero Giancarlo Mancusi a ipotizzare il reato di lesioni personali colpose nei confronti dell’ex comandante. La vigilessa, che durante i suoi mesi di servizio soffriva di depressione, ha denunciato Rossetti e l’indagine si è poi estesa anche al sindaco e alla segretaria, con l’ipotesi di concorso nelle azioni considerate mobbing (che non esiste come vera e propria figura di reato). Secondo il pubblico ministero la vigilessa avrebbe segnalato il caso più volte al sindaco e alla segretaria del Comune, senza ottenere alcun risultato. Anzi, in più occasioni, la vigilessa e l’ex comandante erano stati convocati dal sindaco e dal segretario comunale. E secondo gli avvocati difensori in quel contesto la vigilessa non aveva mai ribadito con forza le sue accuse.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da silvia

    per julius: cosa c’entra il Sindaco? il Sindaco è datore di lavoro dei vigili, perchè non dovrebbe c’entrare? guarda che non è tanto bello lavorare e cercare di farlo bene e avere contro un politico, tanto più spalleggiato da ‘ste figure di Segretari che se non ubbidiscono al padrù vengono cacciati. siamo messi male, troppo facile tutti contro uno!

  2. Scritto da giulio55

    …Vi spiego,il Segretario fa quello che vuole il Sindaco altrimenti non viene nominato come Direttore Generale,una nomina che vale decine di migliaia di euro impiegando lo stesso tempo lavorativo.éfacoltà del sindaco nominare il direttore generale sotto i quindicimila abitanti,ripeto è una facoltà ma se non lo fa si trova un nemico in più.Per la povera malcapitata è valsa la regola “ubi maior minor cessat” spero che i prepotenti siano CONDANNATI ,tutti e tre per intenderci.Auguri alla vigilessa

  3. Scritto da antonio

    giusto mobbing con tutti i vigili !! che vadano a lavorare !!

  4. Scritto da ESEL

    Un Comandante dei vigili “inadatto” (condanna a due anni con sentenza di primo grado, seppure sospesa), e un Sindaco, altrettanto “inadatto” a fare il sindaco. Da cacciare: per la “sicurezza” di Trescore!

  5. Scritto da julius

    non capisco:
    cosa c’entra il sindaco???
    capisco i contro leghisti incavolati, ma davvero: è proprio il caso di metterlo dietro al banco degli imputati?

  6. Scritto da carlo

    un pubblico ufficiale condannato anche in primo grado deve essere allontanato senza indugio.

  7. Scritto da punto di domanda

    località delle padania?

  8. Scritto da red

    Un altro sindaco ch fa il grande con i deboli ed il debole con i forti. Brava Lega,avanti così che le orossime elezioni non le vincete!

  9. Scritto da SLEGHISTA

    Lega ladrona il “padrone” non perdona!