BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Nucleare in Lombardia, Formigoni non ?? coerente”

Pubblichiamo il comunicato inviato da Andrea Tiraboschi, responsabile di energia e innovazione del Pd di Bergamo, in merito all'ipotesi nucleare.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato inviato da Andrea Tiraboschi, responsabile di energia e innovazione del Pd di Bergamo, in merito all’ipotesi nucleare.

Il ministro Romani apre alla possibilità di installare una centrale nucleare in Lombardia, presumibilmente vicino al fiume Po’ o in cima al lago di Como. Formigoni lo segue a ruota dicendo che la Regione è disponibile a parlarne, mettendo come paletto la sola predisposizione delle regole e dei criteri per l’individuazione dei siti nucleari. Tuttavia in campagna elettorale il presidente ecologista disse che il "nucleare in Lombardia? no mai" ma a quanto pare il tempo passa e le idee cambiano. Il Pd bergamasco pone due quesiti al governatore che esigono riposta su tale materia delicata. Se la Regione Lombardia come affermato dallo stesso presidente è ormai autosufficiente, perché dovrebbe assumersi l’onere di ospitare una centrale nucleare? In secondo luogo, quali sono le politiche energetiche che la regione Lombardia sta mettendo in atto per ridurre la dipendenza dal petrolio, vero tema centrale e per il quale il nucleare può far ben poco?
Il PD, sia a livello locale, che a livello nazionale (http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/99678/nucleare_velleitario) si schiera apertamente contro questo piano del governo per un ritorno al nucleare. E non sicuramente per un no pregiudiziale a tale tecnologia. I problemi che rimangono sul tavolo sono ineludibili: il problema dello smaltimento delle scorie, per il quale nessuno al mondo ha trovato per ora soluzione, e il tema della sicurezza. Soprattutto quest’ultimo è trascurato nel piano del governo, poiché si trascura il fatto che la tecnologia, quella di terza generazione, con cui verranno costruiti gli impianti è comprata dai francesi ma in Italia non c’è nessuna azienda che abbia esperienza in fatto di costruzione di centrali nucleari. La stessa Enel ha mandato in pensione l’ultima generazione di ingegneri che si occupò di nucleare di recente.
Pertanto il Pd chiede al governo di ripensarci e di destinare agli investimenti sull’energia verde e sostenibile, le quali potrebbero generare anche un indotto interessante a livello di green economy e di posti di lavoro.
Di nucleare se ne potrà discutere quando verrà pronta la quarta generazione, sicuramente sicura e che non presenta problema di scorie. Dichiara infine il responsabile energia e innovazione del Pd bergamasco, Andrea Tiraboschi "Non vorremmo che con questo ritorno di fiamma del nucleare si rivoglia anche riaprire il dibattito su i giacimenti di uranio presenti sul nostro territorio. Mi riferisco in particolare alla cava di Novazza, per la quale ci fu un interessamento già nel 2007 di un’azienda australiana. Noi siamo convinti che lo sviluppo di quel territorio sia altro e l’uranio, anche per l’entità del giacimento, deve rimanere dove è. Ci opporremo a un’eventuale centrale nucleare in Lombardia e cominciamo fin da oggi a costruire un’alternativa aderendo tra le altre a due iniziative: le 100 piazze di Legambiente per un’energia sostenibile e rinnovabile che si terranno il 6-7 novembre -http://www.legambiente.it/dettaglio.php?tipologia_id=2&contenuti_id=1623- e alla catena dei blog per le detrazioni fiscali per il risparmio energetico- http://www.cinquantacinquepercento.it/."

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea B.

    L’articolo mette in evidenza una distanza siderale tra il centrodx e il centrosinistra su questo tema, non solo nel merito della questione, ma specialmente per il senso di responsabilità e di lungimiranza che caratterizza le forze progressiste. Se ne può discutere in merito ad altri temi, ma non si può certo dire che su questo tema la politica prenda in giro, poiché la distanza di idee tra i 2 schieramenti su questo è ben distinguibile, da chi la vuole vedere. Bravo Andrea Tiraboschi !

  2. Scritto da cittadino di destra

    complimenti al responsabile innovazione del pd bergamasco,io che sono una persona di DX ho delle perplessità sugli stessi punti discussi da tiraboschi, però vorrei sentire delle prese di posizione anche dal mio partito PDL che invece su queste cose è sempre stato assente:
    La salute è un bene di tutti e nn si può perdere solo per la ricchezza di alcuni.

  3. Scritto da cittadinoscontento

    basta!! ci sentiamo presi in giro da tutti..indistintamente, che sia destra pittosto che sinistra (sempre che esista ancora una sinistra)