BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ponteranica, 860 firme contro il Pgt

I promotori della petizione hanno raccolto 860 firme contro la realizzazione della nuova palestra e di edifici residenziali.

Più informazioni su

Hanno raccolto 860 firme contro il piano di governo del territorio (Pgt) ma per il sindaco Cristiano Aldegani è stato un “buco nell’acqua”.
Succede a Ponteranica dove in poco più di un mese i promotori della petizione contro il Pgt, promossa da un gruppo di quattordici cittadini tra cui Claudio Armati e Gianni Piccinali, hanno raccolto i pareri negativi su alcune scelte dell’amministrazione leghista guidata da Aldegani.
 Tra i punti della petizione relativi al piano di governo del territorio vi sono il passaggio della tramvia, la demolizione dell’edificio che ospita il Centro Vivace e la lottizzazione dell’area che lo circonda (è prevista la realizzazione di edifici residenziali per 8000 metri cubi), la realizzazione di una nuova palestra.
E se per i promotori della petizione le 860 firme raccolte rappresentano una “sensibilità popolare” verso il futuro del paese “non legata a schieramenti politici”, per il sindaco Aldegani la raccolta firme è stata solo “un buco nell’acqua”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da PARESI de picol

    adesso mi aspetto che la minoranza dopo aver sbagliato quando era in maggioranza con la V.A.S. faccia di tutto per movimentare le varie associazioni ambientaliste, ad impugnare il PGT di Ponteranica giusto per boicottare e sputtanare l’attuale maggioranza. praticamente si comporteranno come quel marito geloso che per fare un dispetto alla propria moglie è pronto alla castrazione chimica o chirurgica che sia; non sapendo che la moglie…..

  2. Scritto da PADANIA LIBERA!!

    8000 metri cubi in più? ma basta, non ne possiamo più di queste lottizzazioni!
    BASTA CEMENTO, DIFENDIAMO LA TERRA DEI NOSTRI PADRI!!
    ci vorrebbe la lega, noi sì che siamo capaci di salvare il territorio!
    ma chi è il sindaco di questo paese?

  3. Scritto da ti rispondo subito

    vuoi sapere chi è il sindaco?
    Cristiano Aldegani, LEGA NORD

    http://www.comune.ponteranica.bg.it/comune/sindaco.php

  4. Scritto da expadano

    per Julius al @ 3: in Provicia di Bergamo ci sono un terzo delle seconde case presenti in tutta Lombardia, credo bastino

    .. dimenticavo un ultimo basta: basta a chi straparla senza avere un minimo di cognizione in causa

  5. Scritto da A.Z. Bg

    La sx che ha raccolto le firme dei suoi militanti (Armati mi pareva l’ex sindaco (PCI,PDS,DS,PD,ARCI) non èla stessa che vota per il tram fino ad Almè?Che ha voluto il tema fino ad Albino?Armati non è lo stesso che in una delle assemblee pubbliche prima della costruzione della linea per Albino,svoltasi a Redona con i sindaci di Ranica,T.Boldone,ecc.magnificava il tram veloce?La sx a Bergamo è ormai una trottola che gira e dice tutto e il contrario di tutto.Andate a quel paese..

  6. Scritto da claudio armati

    Il titolo è impreciso: la petizione non è contro la realizzazione della tranvia. Anzi se ne sostiene la necessità e l’importanza. Solo si vuole che la sua realizzazione non distrugga quel sentiero pedonale e pista ciclabile che è diventato in questi anni centro di vita del paese e non riduca la qualità della vita. Si possono studiare soluzioni diverse come fare transitare la tranvia lungo la ex statale 470, così da servire un maggiore numero di cittadini o interrarla per un breve tratto.

  7. Scritto da coito

    firme raccolte con l’inganno, possibile che solo ora i ponteranichesi si siano svegliati? altrochè se “sono legati a schieramenti politici”! informatevi!!!!!! …ora cqe è tardi per richiedere una revisione al PGT (visto che lo stesso è in giro da 4 anni se nn erro e nessuno si è mai sognato di “boicottarlo”, perchè mai solo ora?)…rimanendo in tema di acqua…e si SPRUZZA!

  8. Scritto da expadano

    Il centro VIVACE rappresenta un punto di incontro fondamentale per le associazionie e il per il territorio, e si vuole abbattere ? … Andate a casa! basta mattoni, basta cemento, basta auto… e poi la LEGA mi viene a parlare di difesa del Territorio.

  9. Scritto da julius

    basta mattoni e cemento (ma casa tua di cos’è fatta????)
    basta auto (tu vai in giro a piedi o in bici????)
    poi ancora: basta oriocenter, basta stadio, basta adunate, basta aeroporto, basta tangenziale, basta autostrada, basta impianti di sci, basta giro d’italia a san pellegrino (REDAZIONE, PERCHE’ HAI OSCURATO LA NOTIZIA?)
    il comitato dei CONTRO a bergamo e dintorni è sviluppatissimo….. una vera catastrofe

  10. Scritto da neutral

    Ponteranica è stata amministrata per decenni dalla sinistra, che è radicata nel territorio dall’asilo alla casa di riposo, passando dai teatri e parchi giochi. Gli elettori di sinistra ponteranichesi non sopportano l’idea di avere perso le elezioni e si attaccano a tutto pur di boicottare il nuovo sindaco, anche su vicende personali. Che tristezza ….

  11. Scritto da Peppe

    Quanti degli 860 firmatari saprebbero relazionare sulle motivazioni della loro contrarietà al PGT?? Credo molto pochi, come accade nel 90% delle raccolte firme, sia che l’idea venga da destra, sia da sinistra o da altri gruppi…

  12. Scritto da karajan

    Non voto certo Lega, ma firmare contro la tramvia è proprio da trogloditi.

  13. Scritto da Schifata

    Firme di cittadini non di una precisa parte politica? Ma a chi la date a bere? Ma credete proprio che tutti i cittadini di Ponteranica siano scemi e la bevano? Ma va là…E’ talmente evidente a chi ha osservato la raccolta firme che questa è una mossa di parte, di quella parte che ha perso e ancora non si da pace. Spiace che anche qualche esponente del clero si sia prestato a questa manovra politica.