BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Turismo lombardo, estate con i fiocchi

In crescita i dati sulla occupazione delle camere: a settembre addirittura +14%. Bilancio positivo anche per Bergamo.

Più informazioni su

“L’estate appena trascorsa è stata all’insegna del segno positivo per il turismo lombardo rispetto al 2009: le occupazioni delle camere hanno registrato un +12% a luglio, un +10% in agosto e un +14% a settembre. Nel trimestre estivo il 63,6% delle camere disponibili è stato occupato, con un recupero del +13,8% rispetto allo scorso anno; in luglio sono state occupate il 63% delle camere disponibili con un +14,3% rispetto al 2009; in agosto il 64,2% con +13,3% e in settembre il 41,4% con un +9,6%.” Così Stefano Maullu, Assessore lombardo al Commercio, Turismo e Servizi a margine del suo intervento di presentazione del progetto La Vendemmia di Montenapoleone, organizzato dall’Associazione di Via grazie al sostegno di Regione Lombardia.
“Lo shopping  – prosegue Maullu – rappresenta il motivo per restare più a lungo per quasi un turista su due, soprattutto tra gli stranieri. Il 70% dei turisti è attratto da motivazioni correlate allo shopping e il 50% di loro torna a casa con almeno un capo d’abbigliamento acquistato. Ed è in costante crescita la percentuale di stranieri che, a seguito di una esperienza positiva, hanno manifestato la volontà di tornare e di consigliare Milano come meta turistica: dal 64,4% del 2007 si è passati al 86,9%  di oggi. La Provincia di Milano ha registrato nel periodo luglio/agosto un 52% delle camere occupate mentre settembre registra un ulteriore incremento raggiungendo il 54% dell’occupazione complessiva delle camere. Meglio di Milano le Provincie di Brescia e Como con una media del 75%. Seguono Lecco con un 67%, Bergamo con un 65% e Sondrio con un 60% delle camere occupate. Buone le performance delle altre Province lombarde. Per l’autunno e inverno, a livello territoriale, i dati più positivi si registrano a Milano con il 32,5% di camere prenotate per ottobre, il 19,9% per novembre e il 16,4% di prenotazioni per dicembre. Seguono Brescia con 22,3% per ottobre, 13,1% per novembre e 14,4% a dicembre, Monza Brianza con 21,7% ottobre e 18,3% a novembre,  Cremona con 22,9% ottobre e 10,9% novembre.”
La ripresa del comparto è sostenuta soprattutto dal turismo lacuale e dalle terme: il turismo lacuale ha trainato le vendite nel comasco (+26,4% rispetto all’estate 2009) e nel bresciano (+22,2%); nei territori dei laghi sono state vendute il 73,8% delle camere in luglio e il 76,1% in agosto; il turismo termale ha registrato il 67,7% di camere vendute nel trimestre estivo (pari al +23% rispetto allo scorso anno), con picchi dell’85,4% nella settimana di ferragosto. Nell’hôtellerie sono state occupate il 59,5% delle camere disponibili nel trimestre (+11%), ed in particolare il 59,2% delle camere in luglio, il 59,7% in agosto (63,7% per ferragosto) ed il 48,6% in settembre. I risultati migliori sono quelli delle strutture 5 stelle che raggiungono un’occupazione media del 67,7% nell’intero trimestre (+15%); Le strutture complementari (agriturismi, B&B) hanno registrato un’occupazione delle camere disponibili del 69% nel periodo luglio-settembre (+17,3%) ed in particolare il 68,4% in luglio, il 69,7% in agosto e il 30,5% in settembre. Tra le tipologie ricettive, emergono i campeggi (73,3% l’occupazione del trimestre) e gli agriturismi (60,2%) che rispetto all’estate 2009 vendono in media circa 2 camere in più su 10 .
La composizione della clientela è analoga a quella registrata lo scorso anno, con un ulteriore leggero incremento della clientela nazionale: il 64% italiani (62,6% nell’estate 2009) ed il 36% stranieri.
Ad inizio settembre gli operatori segnalano prenotazioni più contenute rispetto allo scorso anno: sono state prenotate il 21,4% delle camere disponibili per ottobre (-9%), il 12,5% per novembre (-9,1%) e il 10,9% per dicembre (-20,3%). Più elevate le prenotazioni nelle strutture che si avvalgono di circuiti di intermediazione (prenotato il 24,9% delle strutture in ottobre, il 14,8% in novembre e il 13% in dicembre).
Le destinazioni più richieste sono le città e il turismo termale: in città la ripresa del turismo business favorisce le prenotazioni (31,6% in ottobre, 23,3% in novembre e il 19% dicembre); il segmento termale attira l’interesse dei turisti nel mese di ottobre (prenotazioni per il 32% delle camere), ma non nei mesi successivi (10% in novembre e 11,3% in dicembre).
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.