BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Livingston, a ore la nomina del commissario

Il ministro Paolo Romani dovrebbe nominare il commissario che gestisca la crisi della compagnia. Giovedì presidio dei lavoratori

Sono passati dieci giorni da quando la situazione di Livingston è precipitata (con la sospensione della autorizzazione di volo da parte di Enac), ma in queste ore la situazione è arrivata ad un punto cruciale: la nomina del commissario governativo, che deve gestire la crisi, è attesa a ore. Un passaggio importante, che può decidere le sorti del vettore: sulla necessità di un vero piano industriale è intervenuto il parlamentare del Pd Daniele Martantelli.
La decisione è attesa anche dai lavoratori, che giovedì mattina saranno a Milano, davanti al Pirellone, dopo aver manifestato settimana scorsa davanti a Provincia e prefettura.

«La Regione – commenta Nino Cortorillo segretario della Filt-Cgil Lombardia – si faccia protagonista attiva del rilancio della compagnia Livingstone, favorendo l’arrivo di nuovi possibili investitori e intervenendo verso altri soggetti istituzionali, in primis il Ministero dello Sviluppo economico. Chiediamo anche che la Regione coordini una iniziativa che metta in relazione i lavoratori che perdono occupazione nel trasporto aereo, e particolarmente a Malpensa, al lavoro che si viene a creare frutto dell’arrivo di nuove compagnie aeree. Riteniamo inconcepibile che vi siano oramai più di 2000 persone in cassa integrazione, la maggior parte senza possibilità di rientrare al lavoro, e contemporaneamente l’occupazione che naturalmente si rende disponibile, non incontri professionalità e competenze maturate. Con il paradosso che i lavoratori che vorrebbero essere rioccupati rimangono in cassa integrazione e le nuove imprese debbano cercare personale. In questo modo si sprecano risorse e si accentuano i drammi sociali ed umani».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.