BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Idv denuncia: “Calderoli si deve dimettere”

Secondo Donadi, capogruppo del partito di Di Pietro, il ministro "ha mentito al Parlamento". E il leader: "Anche il Carroccio ha le sue leggi ad personam".

Più informazioni su

Dall’8 ottobre l’associazione militare per fini politici non è più reato, il processo a carico delle 36 ‘Camicie Verdì è quindi decaduto, l’Italia dei valori denuncerà alla procura della Repubblica il ministro per la Semplificazione normativa Roberto Calderoli e chiederà le sue dimissioni con una mozione di sfiducia. "Il reato per il quale a Verona erano a giudizio 36 leghisti -spiega, in conferenza stampa a Montecitorio, Massimo Donadi, capogruppo Idv alla Camera- è stato cancellato dall’ordinamento giuridico. Chiediamo le dimissioni del ministro Calderoli, reo di aver mentito al Parlamento e agli italiani in diretta televisiva, con un comportamento truffaldino, al fine di inserire in un decreto legislativo dello Stato una norma di esclusivo interesse del suo partito", con il benestare da parte del Pdl. Donadi annuncia di aver "già iniziato la raccolta di firme per la mozione di sfiducia individuale a Calderoli. Dell’accaduto abbiamo anche informato, con una lettera, il Presidente della Repubblica. Atto doveroso prima di presentare un esposto alla magistratura". Donadi e il leader Idv Antonio Di Pietro parlano di ricatto politico al quale il Pdl avrebbe ceduto: ‘Lodo Berlusconi in cambio del lodo Legà, che l’ex pm apostrofa come "una porcata ministeriale". Ripercorrendo le tappe della vicenda vengono spiegate le ragioni. "Il 3 ottobre il ministro della Difesa, attraverso il portavoce, -racconta Donadi- rilascia nota stampa nella quale dice che l’inserimento del reato di associazione militare tra quelli da abrogare è un errore materiale e che il suo ministero si attiverà immediatamente per ottenere la rettifica in gazzetta ufficiale. Idv nella stessa data presenta una richiesta di rettifica, ma arriva l’8 ottobre e il governo non fa nessuna rettifica, per cui la norma entra in vigore e il reato viene abrogato. Il ministro della Difesa è stato perciò politicamente ingannato dal ministro Calderoli". "Il consigliere di Stato Vito Poli, con un documento ufficiale del Consiglio di Stato, fa sapere -continua Donadi- che nel testo licenziato dalla commissione scientifica da lui presieduta questo reato non c’era, è stato inserito dopo al ministero della Semplificazione. Quindi -secondo il capogruppo Idv- una manina lesta lo ha inserito in un secondo tempo. Non è vero -conclude Di Pietro- che le leggi ad personam servono solo a Silvio Berlusconi, servono anche alla Lega. Siamo davanti a una coalizione a delinquere. Ma come funziona: ‘tu mi elimini un reato ed io ti do un lodo?’ La Russa deve spiegare perchè la rettifica non è stata più fatta: o si è fatto ‘infinocchiarè o ha ceduto a un ricatto politico".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sempre Più Lega

    Ai sapientoni ed alle sapientone che votano SINISTRA vorrei solo dire che invece di preoccuparsi di Calderoli, dovrebbero riflettere sul fatto che i giudici (non a caso definiti ROSSI) perseguitano la Lega per una goliardata di tanti anni fa, mentre quando si tratta di manifestanti SINISTRI (tipo G8 di Genova), allora in quel caso condannano più tanti uomini delle forze dell’ordine che manifestanti violenti. Ma questo a Voi va bene…

  2. Scritto da uno qualunque

    La violenza e’ sempre da condannare, indipendentemente dal colore politico. Tuttavia, ammesso e non concesso che si tratti di una “persecuzione”, non e’ tollerabile che per riparare un presunto torto si cambi la legge depenalizzando le associazioni paramilitari. Se si e’ innocenti lo si dimostra, non si cancella il reato. Evidentemente, i metodi tanto odiati di Roma-Ladrona, stanno facendo scuola.
    Non capisco perché (solo per appartenenza politica) non si possa dire che e’ un errore (orrore?).

  3. Scritto da uno qualunque

    Il dramma e’ che non si pensa mai ai danni che si fanno per salvare “quattro amici”. In questo modo si legalizza qualsiasi banda paramilitare. Per assurdo, un terrorista che viene arrestato mentre prepara un attentato politico non e’ perseguibile. Bisogna aspettare che lo compia…
    Ed e’ sconcertante che alcune persone difendano questo provvedimento solo in nome della propria appartenenza politica, anche se l’assoluta mancanza di argomentazioni e’ testimoniata da un’abbondanza di insulti.

  4. Scritto da michele

    la differenza tra voi comunisti ed un asino sono solo le orecchie….

  5. Scritto da Sorbona

    @21 – Davvero una persona colta e piena di argomentazioni . E’ bello pensare che avete in mano il futuro nostro e dei nostri figli.

  6. Scritto da Calderoli Santo Subito

    @ 8. Unica sostanziale differenza: diversi partigiani erano criminali assassini, le camicie verdi non hanno mai ammazzato nessuno.

  7. Scritto da marilena

    ila cosa che dà ancora più fastidio è che questo furbetto ha cercato di prenderci per il naso pensando di farla franca. Ho ragione io ad averlo sempre ritenuto una persona che prende in giro la gente, basta guardalo in faccia…

  8. Scritto da Unaqualunque 88

    queste notizie andrebbero pubblicizzate maggiormente, come anche quella sempre dell’IDV che voleva aumentare il numero di anni per la pensione dei parlamentari. Hanno votato tutti contro, UNA VERGOGNA!!!!!!!!!

  9. Scritto da marilena

    per 18. unica differenza fra fascisti criminali e lega: la camicia nera che ora è diventata verde.

  10. Scritto da dubbioso

    Va be quindi le brigate rosse andavano bene??? Se vanno bene quelle verdi, andranno bene anche quelle rosse, no!

  11. Scritto da andrea

    @3 Quindi se domani metto su una bella organizzazione paramilitari a fini politici lei sarà tranquillo.
    Ma perché (non sempre perché poi magari vi abituate) ogni tanto non usate il cervello ed invece siete pronti in modo acritico a giustificare qualsiasi porcata fatta dai politici in cui vi riconoscete?
    Se una cosa è una porcata la è indipendentemente da chi l’ha fatta!
    E questa, come le legge elettorale, la è in pieno.

  12. Scritto da avanguardia

    @3 caro Walter, io sono del tuo partito e del tuo gruppo, ma questa… è una porcata impressionante!
    ma come si fa a depenalizzare l’associazione militare per fini politici? vogliamo tornare agli anni di piombo? poi se tirano due uova su una sede della lega fanno i proclami antiterroristici..

  13. Scritto da Partigiani

    Anche i partigiani erano una associazione paramilitare.
    Con questa proposta di legge Calderoli salva i loro delitti, quindi non è una legge solo per le camice verdi

  14. Scritto da cuìn

    grande semperboni! sempre a cambiare discorso. e ci dica, quali abusi? fu condannato per quello che lei definisce abusi?

  15. Scritto da cipollotto

    @8
    parallelismi
    Anche i briganti erano un organizzazione paramilitare.
    Si opponevano alla conquista dei piemontesi.
    Con questa proposta di legge Calderoli riabilita le loro gesta, infatti sono i precursori del “padroni a casa nostra”.

  16. Scritto da Alcohol

    @ 8 – Infatti nelle case per anziani ci sono frotte di partigiani sotto processo .
    L’alcohol fa male .

  17. Scritto da Paese allo sbando totale

    “Dall’8 ottobre l’associazione militare per fini politici non è più reato”
    Ma vi rendete conto dell’ENORMITA’ ?

  18. Scritto da EF

    bande nere e brigate rosse ringraziano calderoli… ma anche i terroristi islamici… basterà costruire le basi logistiche in italia per progettare attentati in altri paesi… Se si appellassero alla motivazione politica in italia non verrebbero perseguiti.
    W CALDEROLI a.k.a IL GENIO DELLA LAMPADA (quella solare!)

  19. Scritto da maccabeo

    quoto Andrea in pieno:Il problema è che questa gente non ne vuole mai sapere di rispettare la legge,meglio modificare,cancellare,interpretare,contestualizzare(quest’ultima è del cardinale sulla bestemmia di b.,ricordate?).E poi alla fine,se questo non basta,trovare a tutti i costi il modo di non andare in tribunale.
    un saluto a tutti

  20. Scritto da Militante Rif.Comunista

    Lodo-Lega in cambio del Lodo-Alfano.. una mano lava l’altra..
    Modificano.. Cancellano.. Inventano provvedimenti ad arte..
    X il Re di Arcore e x 4 esaltati con il fazzoletto verde al collo
    Complimenti vivissimi a Calderoli x la nuova trovata
    Mentre si parla di “Terrorismo” x 4 uova lanciate contro la sede CISL
    E mentre i “Nordisti papani” continueranno a pensare che la Lega sta al Governo x risolvere i loro problemi territoriali (o esistenziali?)
    Viva i “Padroni a casa nostra”

  21. Scritto da tania

    Povera idv si perde ” nel patos” urla, attacca,denigra, ma dopo le nesù

  22. Scritto da ex elettore

    Del resto Calderoli è famoso per le porcellate…….

  23. Scritto da cuìn

    ci vuole del pelo per abolire un reato del genere. e tutto per salvare quattro esaltati.

  24. Scritto da walter semperboni

    Ma smettetela e pensate agli usi e abusi che ha perpetrato il vostro leder quando era pubblico ministero e quando,grazie a Dio,per poco,è stato ministro delle infrastrutture…siete ridicolissimi!!!