BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Decisa la tappa del Giro E’ San Pellegrino Cosa ne pensi?

Il 26 maggio dalla cittadina termale brembana passerà la diciottesima tappa, dopo 34 anni. Il giorno dopo partenza da Bergamo.

Più informazioni su

Il Giro d’Italia passerà dalla Bergamasca . E questa non è una notizia, ne abbiamno parlato e discusso qualche settimana orsono su questo sito per verificare le preferenze dei lettori orobici. Ora però si conosce la tappa: è San Pellegrino.
Dalla cittadina termale brembana che sta studiando e organizzando il rilancio passerà infatti la diciottesima tappa, dopo 34 anni. In effetti l’ultima volta che il giro passò di qua era il 1977. Ora il ritorno con l’arrivo della corsa in rosa della quartultima tappa che partirà a Morbegno:  il 26 maggio.
Il giorno dopo i ciclisti ripartiranno da Bergamo per Macugnana
Il giro d’Italia 2011 verrà presentato ufficialmente sabato al Teatro Carignano di Torino.
Sei d’accordo? Ti piace la tappa orobica?

IL VECCHIO SONDAGGIO
Arrivo del Giro: meglio Foppolo o S. Fermo?

CICLISMO  Giro, i lettori scelgono S. Fermo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da B G

    ma guardate che non è ancora stato confermato l’arrivo di tappa a San Pellegrino Terme, perchè date notizie non confermate ?

  2. Scritto da stefano

    Bello s. pellegrino ma sarebbe stato più affascinante un arrivo in salita (s. fermo su tutti)

  3. Scritto da luciano015

    Dato che sembra che quanti partecipano a una qualsiasi garetta si droghino tutti, perchè non abolire definitivamente queste attività?
    Chi vuole, potrà sempre praticare questo sport gratis e per conto suo. Temo che già la pratica con gli “amici” sia a rischio di doping.

  4. Scritto da exciclista

    Un’altra volta l’arrivo e/o la partenza dalla città? Basta non ne posso più dei disagi che crea e poi fosse solo questo… dopo lo scempio dell’asfaltatura del viale Roma per l’arrivo del giro di Lombardia stavolta cosa si inventeranno in comune?

  5. Scritto da due ruote

    a me non interessa….

  6. Scritto da Alex

    Era meglio se li facevano arrivare direttamente nel nuovo ospedale di Bg, per un controllo antidoping generale…

  7. Scritto da Per me lé stés.

    Per me lé stés,limportante lé che la agasés be al Percassi.

  8. Scritto da poveretti

    Eh si perchè negli altri sport il doping non esiste…tutti a pane ed acqua…almeno i ciclisti vengono controllati continuamente,negli altri sport i controlli sono una barzelletta.Ditelo che vi stanno sullo stomaco i ciclisti perche hanno l’ardire di rubare 50 cm alle belle stradone che solcate a bordo delle vostre bare di lamiera….

  9. Scritto da rp

    ottima scelta per far conoscere la nostra bella cittadina termale in prossimita’ del suo rilancio.

  10. Scritto da corti-novis

    alex sei forte…. manca ancora un’anno vadano al cups per prenotare.le analisi cosi sono sicuri di farli

  11. Scritto da Giovanni

    Pessima notizia.Ancora rompiballe sulle strade.Bell’esempio di sportività e di salute continuare ad esaltare drogati che credono di essere atleti.Vadano a lavorare invece e capirebbero cos’è davvero la fatica e cosa significa averli in mezzo alle strade sempre quando si lavora.

  12. Scritto da Paola

    Faranno le code anche loro?

  13. Scritto da RESIDENTE ALTA VALLE BREMBANA

    Meno male così abbiamo la certezza che anche le strade della Valle Brembana saranno sistemate; forse la Provincia si ricorda anche di noi.
    Ma la Provincia cosa fa? Boh! Credono e gocano ancora con BAINCANEVE …………

  14. Scritto da trapulo

    soldi buttati

  15. Scritto da alex

    L’ importante era che non passassero su per i colli di san fermo a disturbare i tranquilli viandanti del fine settimana, già il trambusto procurato dai villeggianti è insopportabile, ci mancavano anche i ciclisti.

  16. Scritto da Paolo

    E’ una valle di lacrime di cui si parla solo per lo sci, le seconde case e la disoccupazione. Qualunque cosa venga organizzata non abbiamo niente da perdere

  17. Scritto da julius

    leggendo i vostri commenti mi vergogno di essere bergamasco…. qualsiasi cosa si faccia, nasce un comitato dei contrari, spesso a priori…
    diventa tutto un problema, anzichè essere capaci di farlo diventare una risorsa…………
    tristezza infinita, ma gli ottimisti non mollano, per fortuna!

  18. Scritto da Help

    Qui dentro c’è gente che riesce a provare fastidio anche nei confronti delle bici…….che pena….

  19. Scritto da luciano015

    Un conto è la bici, altra i ciclisti.
    Mi sembrerrebbe una distinzione facile da capire.

  20. Scritto da il giudice

    per @ 17 e 18
    I vostri commenti sono talmente fuori luogo da sprofondare nel ridicolo.
    Non viene messo in dubbio la bicicletta in sè stessa, ma il mondo professionistico che la circonda, caso Pantani esempio lampante della grave situazione in essere.
    Non reputando umanamente voi in grado di comprendere il serio dibattito in corso non aggiungo altro.

  21. Scritto da Giovanni

    Le bici sono mezzi di trasporto, i ciclisti del giro d’italia come quelli della domenica sono invece dei drogati.Questa è la differenza,non è fastidio per lo sport,ma per la droga di cui non fanno a meno.