BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Assessore Ceci, se c’è batta un colpo”

Paolo Fornoni, consigliere della Prima Circoscrizione della Lista Bruni, denuncia come in un anno e mezzo le istanze, spesso approvate all'unanimità, siano state disattese.

Più informazioni su

Paolo Fornoni, consigliere della Prima Circoscrizione della Lista Bruni, denuncia come in un anno e mezzo le istanze, spesso approvate all’unanimità, siano state disattese.

Ad un anno e mezzo dall’insediamento di questa amministrazione e del consiglio della prima circoscrizione è giusto fare un po’ i conti con il proprio operato e con i rapporti che si sono intessuti con l’amministrazione comunale, o per meglio dire la mancanza di un confronto con l’assessorato alla mobilità del Comune di Bergamo che nei quindici mesi del mandato in corso non si è mai confrontato direttamente con il Consiglio.
Risalgono ai primi mesi dopo l’insediamento i dubbi provocati dalla scelta di togliere la pista ciclabile di Viale papa Giovanni, la Circoscrizione esprime le sue perplessità all’unanimità, viene prodotto un documento sulla mobilità dolce e si richiede all’assessore di rendere partecipe il consiglio sulle volontà di modifica dell’ormai ex pista ciclabile. La minoranza decide di presentare un Ordine del Giorno chiedendo all’amministrazione e all’assessore Ceci di non procedere all’eliminazione della pista ciclabile e, in ogni caso, di informare la circoscrizione e i cittadini dei costi e dei benefici che l’intervento avrebbe prodotto: al documento approvato all’unanimità non viene data risposta, tutto tace fino a quando si procede ai lavori di smantellamento a seguire vengono presentate interrogazioni a cui vengono date risposte insolventi: “i parcheggi funzionano benissimo con grande soddisfazione dei commercianti e dei residenti”.
In contemporanea vengono presentati da parte dei gruppi di minoranza diversi Ordini del Giorno che spaziano dai parcheggi selvaggi della Contrada Tre Passi, la mobilità di Via Pascoli e su tutti l’incredibile vicenda legata ai dissuasori mobili (immobili da più di un anno) di Via Tasso, incredibile vicenda perché nonostante la Circoscrizione all’unanimità chieda urgentemente di ripristinare la limitazione del traffico, l’assessore risponde, con tempi geologici, alle interrogazioni dicendo che i dissuasori sono “temporaneamente disattivati” e che la ZTL rimane “pienamente in vigore”; per questo la Circoscrizione, nell’ultimo consiglio, ha approvato all’unanimità un Ordine del Giorno chiedendo risposte certe sul futuro della via: siamo in trepidante attesa di una risposta.
Per concludere la cronistoria è bene sottolineare che in data 15 Ottobre si è svolta un’assemblea pubblica convocata dalla Prima Circoscrizione in Borgo Palazzo, i temi all’ordine del giorno erano le proposte di intervento per il rifacimento del manto stradale e le proposte di mobilità della via e del quartiere: all’assemblea ha partecipato solo l’assessore ai lavori pubblici mentre l’assessore alla mobilità è stato un assente ingiustificato, inutile dire che i temi della mobilità non hanno potuto avere alcun riscontro da parte dell’amministrazione; l’assemblea ha chiesto a gran voce, e a buon diritto, di potersi confrontare anche con l’assessore Ceci, perché non c’è pavimentazione che tenga se non c’è un progetto di larghe vedute.
Assessore Ceci, se c’è, batta un colpo.
Paolo Fornoni
Consigliere della Prima Circoscrizione del Gruppo Lista Bruni

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bp

    concordo pienamente con il Sig. Fornoni. Credo che i più delusi siano proprio quelli che hanno votato questa amministrazione che ha vinto la sua battaglia anche sulle promesse di un miglioramento proprio nella mobilità.
    Ma ssessore Ceci non si vergogna un pochino? E’ da un anno che riceve solo critiche e continua a non fare nulla? Ma perchè si è canditato? Cosa voleva dirci? Avanti ci faccia vedere quello che vale!

  2. Scritto da Fornoni chi?

    Fornoni chi? Ha lasciato un segno indelebile del suo assessorato? Non mi pare. Fornoni chi?

  3. Scritto da angi

    Qualcuno avrà votato questa amministrazione.. o no? Resta il grosso problema del tempo che passerà nel nulla prima delle prossime votazioni. Altro il cittadino non può fare, forse qualche manifestazione di piazza.. qualche lettera ai giornali.. o al max qualche insulto al passaggio di qualche rappresentante comunale piuttosto che provinciale ( la cosa non cambia di molto) e poi?

  4. Scritto da Anna

    Si sapeva anche prima che Ceci non esisteva

  5. Scritto da prof.acerbis

    non siate cattivi con il sig.Ceci… si sta ancora riprendendo dall’organizzazione dell’adunata degli alpini… ah ah ah

  6. Scritto da Ermino

    In un anno e mezzo il nulla più il niente, bravo.

  7. Scritto da Bravo Fornoni!

    Bene Fornoni,avanti cosi!