BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Asilo di Mozzo, basta con la caccia alle streghe”

La scuola è stata oggetto di una polemica innescata da un comunicato stampa che muoveva pesanti critiche sull'operato degli educatori della struttura.

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera dei genitori dei bambini che frequentano l’asilo nido comunale Giuseppe Percassi di Mozzo. La scuola è stata oggetto di una polemica innescata da un comunicato stampa inviato dal capogruppo della lista civica d’opposizione “Persone e valori per Mozzo”, Marina Castellano, che muoveva pesanti critiche all’operato degli educatori della struttura. Accuse che nascevano da un sopralluogo di vigilanza dell’Asl.

Frastornati da tanto rumore, sconvolti da così inaspettato livore, abbiamo sinora assistito silenti al triste spettacolo di una caccia alle streghe messo in scena da registi che non desideriamo ricordare perché rei di averci colpito senza pietà nella nostra più umana e sacra fragilità… l’amore per i nostri figli, splendide e minuscole creature che la triste vicenda che ci coinvolge ha voluto strumentalizzare per fini che sconosciamo, per fini che non ci appartengono, per fini che – comunque – vogliamo ignorare.
Pazienti, dietro le quinte, abbiamo lasciato che chi – pur non sapendo, parlasse – che chi – pur non avendo visto, vedesse – fiduciosi che la spensierata serenità che anima i nostri bambini contagiasse tutt’intorno con i suoi colori e diventasse felice e prezioso patrimonio di tutti.
Composti e sgomenti, dietro le quinte, abbiamo assistito alla cruenta e gratuita demonizzazione di chi ha fatto dell’amore per i nostri figli una appassionata professione, sostenendoci con entusiasmo e competenza nel compito più difficile: costruire, senza prevaricare, la personalità ancora acerba dei nostri bambini.
Per un attimo, allora, concedetecelo, rubiamo la scena, usciamo sul proscenio, con passo deciso ma in punta di piedi – per non disturbare chi, nonostante tutto, nonostante tutti, continua a dedicarsi operosamente ai nostri gioielli – per dire, adesso basta.
Chiudete il sipario,
spegnete i Vostri riflettori,
consentite ai veri protagonisti di illuminare la loro infanzia con questa magnifica esperienza educativa!

Doverosamente,
i genitori dei bambini dell’asilo nido “Giuseppe Percassi” di Mozzo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da altri genitori

    Siamo genitori che nel recentissimo passato hanno avuto figli in un nido. La nostra prima preoccupazione è stata, come per i genitori che scrivono la felicità dei nostri figli. Ma a noi interessava anche la loro sicurezza. Noi se avessimo saputo di registri non compilati (vedi sovrannumero iscritti) e utilizzo di spazi non di pertinenza non saremmo stati così tranquilli. Abbiamo provato a pensare anche ai motivi economici per cui conveniva non riportare correttamente i nominativi a registro…

  2. Scritto da una voce dei genitori

    Sono un genitore, tra l’altro appartenente a P&V nel precedente mandato, ho già dato il mio contributo documentato a chiarire la vicenda (vedi il blog a seguire il comunicato di P&V al link: http://www.personeevalori.it/?p=2526).
    La lettera dei genitori è stata inviata settimane fa, il ritardo non è imputabile a loro. Può piacere o no, è però un fatto chei genitori si sentano (tutti, senza distinzione di colore politico) feriti da una iniziativa sciagurata e ancor peggio gestita dai promotori.

  3. Scritto da segue

    Alla castagnata sono stati invitati tutti i consiglieri, mancavano proprio quelli di P&V: bisogna informarsi prima di scrivere… Del resto, niente di nuovo: nessuno in P&V ha sentito la necessità di chiedere informazioni a genitori (ne prima, nè dopo la denuncia) nè si sono mai visti fuori o dentro l’asilo a vedere con i propri occhi la realtà. Eppure, non era difficile… io ero parte di P&V prima di emigrare in altro paese!
    E alla fine se la prendono con i genitori!!! Laciate perdere…

  4. Scritto da altroparerepersonale

    Centratisssimo a mio avviso il primo commento. E se nella scuola dei miei figli, l’ASL, sollecitato da personale interno o da utenti interni, dovesse verificare il mancato rispetto di alcune regole importanti per la sicurezza, io vorrei che su tale fatto si continuasse a porre attenzione, a garanzia che non accada più. A garanzia della sicurezza dei miei figli.

  5. Scritto da per la precisione

    confidando che non venga ce…stinato, ecco il comunicato.
    http://www.personeevalori.it/?p=2526
    Grazie

  6. Scritto da marilena

    non conosco la vicenda, mi permetto di giudicare la lettera: troppe sdolcinature, l’amore vero per i figli non ne ha bisogno.

  7. Scritto da basta !!!

    Lettera doverosa? Può anche darsi ma chiediamoci perchè viene data ai giornali a quasi 2 mesi dall’accaduto e a quindici giorni dalla lettura della stessa in consiglio comunale. Spirito di vendetta? Contro strumentalizzazione? Voglia di protagonismo da contrapporre alla consigliera che fece la denuncia? Stampella all’amministrazione comunale? Dubbi legittimi, non vi pare? E pensare che alcuni genitori presenti in consiglio chiedevano che si facesse finalmente silenzio. Gli stessi però.

  8. Scritto da quesito

    Strane coincidenze. Oggi all’asilo c’è una castagnata a cui sono invitati anche i consiglieri comunali. Tutti o solo quelli che si sono infervorati a difesa della cooperativa?

  9. Scritto da quale giornalismo?

    Perchè BG News non ha mai pubblicato il comunicato stampa di Persone e Valori che pure vi fu inviato? Servirebbe a dare un’informazione gornalistica completa… ammesso di volerlo.
    Saluti

  10. Scritto da parere personale

    Lettera sicuramente accorata e densa di sentimenti ma… andava resa pubblica quando fu scritta ovvero prima del 4 ottobre. USATA ora rende meno accettabile il fine per cui fu scritta e per nulla credibile la chiosa finale della lettera: “Chiudete il sipario, spegnete i Vostri riflettori…”
    Ora voi avete riportato sotto i riflettori i vostri figli. E’ in cotraddizione con quanto chiedete e, per coerenza si può dire che… non va bene.