BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La migliore risposta: continuare a lavorare”

Il segretario Cgil chiede maggiore attenzione da parte delle forze dell'ordine: "Segnalazioni di allerta ce ne sono, anche per la nostra sede: ci tutelino".

"Quando siamo partiti per Roma, per la manifestazione della Fiom, sabato mattina prestissimo, le scritte sui muri della sede Cisl non c’erano, al ritorno, domenica notte dopo le tre invece le abbiamo viste: le hanno fatte mentre il popolo della Fiom-Cgil di Bergamo era nella capitale". Luigi Bresciani, il segretario della Cgil provinciale orobica, ha appena telefonato al collega della Cisl Piccinini quando lo sentiamo: "Gli ho espresso la nostra solidarietà e gli ho ribadito che la risposta migliore a questo gesto è andare avanti col nostro lavoro".
Certo, il clima che si sta creando non è dei migliori, di qua e di là ci sono slogan e frasi che rischiano di alzare la tensione ("Non a tutti piace sentire il leader Cisl Bonanni gridare dieci-cento-mille Pomigliano"): il punto è che vanno evitate le provocazioni e la risposta migliore è proseguire nel confronto, anche dialettico, anche consapevoli che ci sono posizioni diverse, ma sempre moderando i toni, mai arrivare agli insulti".
Luigi Bresciani chiede anche maggiore attenzione da parte delle forze dell’ordine: "Segnalazioni di allerta ce ne sono, anche per la nostra sede: ci tutelino".

IL CASO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto fugazzi

    Con decine di fabbriche(oltre alla INDESIT di BREMBATE SOPRA) che stanno chiudendo,con la totale mancanza di DEMOCRAZIA nei posti di lavoro, sia nel eleggere le proprie rappresentanze senza rendite di posizione dei confederali,sia nel poter votare su accordi e deroghe al contratto che riguardano TUTTI I LAVORATORI,su cosa intende lavorare assieme BRESCIANI con la CISL ?
    Forse sul NUOVO PATTO SOCIALE che toglie diritti acqiusiti e reddito ai lavoratori,insomma il solito accordo a perdere? SVEGLIA

  2. Scritto da OP

    Continuare a lavorare? Torni in fabbrica e si faccia eleggere VERAMENTE.

  3. Scritto da corti-novis

    giusto per difendere i diritti lavoriamo con chi li difende non con chi li baratta per un piatto di linticchie

  4. Scritto da SEL

    Seguendo il ragionamento di Bresciani : a parte i primi lanci di uova delle settimane scorse tutto quanto accaduto in seguito non solo dalle nostre parti non sarà frutto di una classica opera di provocazione e di istigazione per aumentare lo scontro fra i sindacati…….divide et impera!!

  5. Scritto da Godere

    Ipocrita Bresciani: chissa come gode!

  6. Scritto da mario59

    Ma dico io..le uova se le possono tirare anche da soli..potrebbe avere effetti positivi..tipo trovare a tutti i costi, il modo di demonizzare chi non condivide e crtitica le impiastrate che la cisl sta attuando a scapito dei lavoratori.. e comunque se qualcuno si è arrabbiato, al punto di tirare uova sulle sedi della cisl..sicuramente ha agito male.. mai quanto ha agito male la cisl, firmando accordi separati, infischiandosi completamente di chi non era d’accordo.