BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

1860 cubi in un’ora, impresa da Guinness

Nove "speedcubers" si sono cimentati nella risoluzione del rompicapo di Rubik. C'era anche il bergamasco Vigani Poli.

Più informazioni su

Hanno letteralmente “macinato” milleottocentosessanta cubi in sessanta minuti, in pratica un cubo risolto ogni secondo e 93 centesimi. I Nove speedcubers di Cubing Italy hanno fatto l’impresa, stabilendo il nuovo record mondiale di risoluzione del cubo di rubik in “endurance” continua per un’ora di fila.
Il pubblico non credeva ai propri occhi, sul palcoscenico dell’Ariston di Mantova i nove “risolutori” di fronte, chi con le cuffie “ a palla” per estraniarsi e risolvere, chi invece in posizioni particolari per resistere alla lunghezza della prestazione (mediamente una gara del 3x3x3 dura, pause comprese, meno di 5 minuti) e questo rumore di fondo degli ingranaggi “macinati” dalla squadra di CUBING ITALY.
Immediatamente dietro a loro i “runner”, figura che si è rilevata fondamentale, ovvero coloro che dovevano rifornire continuamente i cubers, portando i cubi dallo scramblatore al risolutore. Nove cubers, nove, runner e nove scramblatori, due avvocati, un cronometrista manuale a controllare lo scorrere del tempo digitale, un giornalista ed uno sponsor a completare il parterre dei “witnesses” i testimoni che hanno certificato la documentazione da inviare a Londra alla GWR per il suggello e la probabile pubblicazione sul mitico libro dei record. C’era anche il bergamasco Lorenzo Vigani Poli, che ha contribuito all’impresa risolvendo 198 cubi con una media di 18 secondi. 
Tutta la manifestazione è stata mandata in diretta web streaming sul canale mantova.tv permettendo a qualsiasi utente collegato alla rete di seguire l’impresa.
Queste le singole prestazioni dei cubers ed i relativi numeri, medie.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.