BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Staminali e linguaggio per concludere BergamoScienza

Sono quattro gli eventi previsti per domenica 17 ottobre, tutti presentati al Teatro Sociale di Città Alta.

Cala il sipario su BergamoScienza 2010. La giornata di domenica 17 ottobre vedrà la conclusione del festival dopo due settimane ricche di appuntamenti.
Il programma di oggi

Sono quattro gli eventi previsti per domenica 17 ottobre, tutti presentati al Teatro Sociale di Città Alta.
Alle 9.30 si terrà la conferenza “Robotica nelle applicazioni mediche: cosa possono offrire i robot per la cura e l’assistenza?”. Stefano Stramiglioli, dell’Università di Twente, accompagnerà i partecipanti in un viaggio nel mondo dei robot usati in ambito chirurgico e riabilitativo, partendo da un prospetto storico per poi indagare le nuove teconologie che possono contribuire al benessere della nostra società.

Alle 11.30 si tratterà un tema di grande attualità: “Il cordone ombelicale come fonte di cellule staminali”.
C’è stato un cambiamento per motivi logistici: “Eliane Gluckman non potrà essere presente alla conferenza. Il tema della conferenza non subirà variazioni e verrà presentata da Alessandro Rambaldi, Primario dell’Unità di Ematologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo, con la partecipazione e introduzione di Martino Introna, del Comitato Scientifico di BergamoScienza. Chi ha già effettuato la prenotazione non dovrà ristampare il voucher. Ci scusiamo per il disagio.”

Alle 15.30 sarà proposta la tavola rotonda “Il linguaggio e la sua evoluzione”, con Steve Small della University of Chicago, e Andrea Moro e Stefano Cappa dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Gli esperti analizzeranno l’evoluzione del linguaggio umano, partendo da alcune considerazioni: è cosa nota che nessun essere vivente utilizzi un linguaggio comparabile a quello umano, e se si costruiscono grammatiche artificiali il cervello non le apprende usando la stessa rete neuronale che usa per le lingue naturali; inoltre, le regole grammaticali non sono motivate da esigenze di comunicazione.
La manifestazione sarà chiusa alle 18.30 dal racconto teatrale “Le parole di Rita”, con l’attrice Anna Bonaiuto. Il racconto avvicinerà il pubblico alla figura di Rita Levi Montalcini, attraverso immagini e suoni della vita e delle lettere della scienziata. Ideato da Valeria Patera, lo spettacolo presenterà i lati meno noti della Montalcini, permettendo di conoscerne la trascinante vitalità, la palpitante umanità e la energica giovinezza.
Per il programma completo dell’ultima giornata del festival, visitare il sito www.bergamoscienza.it
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.