BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna Cristiano Doni e l’Atalanta riaccende la luce fotogallery

L'Atalanta passa con la doppietta del capitano in grande spolvero. Nella ripresa solito calo con gli ospiti che trovano il gol.

Più informazioni su

Una doppietta di Doni, nel primo tempo, decide la sfida contro l’Ascoli in favore dei nerazzurri che ritrovano la vittoria dopo la sconfitta secca di Novara. A Bergamo arriva una squadra in crisi e rimaneggiata per infortuni e squalifiche e alla mezz’ora la gara sembra decisa, complice una prestazione da brividi del trequartista nerazzurro: al 18′ il gran diagonale che finisce nel retino destro di Guarna, al 26′ il tocco ravvicinato dopo un assist al bacio di Tiribocchi. Gol arrivati nonostante un ritmo blando, lontano da quello forsennato con cui i ragazzi di Colantuono sono soliti, nei primi 45 minuti di ogni gara, martellare gli avversari. Si va all’intervallo (dopo il tris sfiorato dal classe ’73 con un tiro dal limite e il palo colpito dai bianconeri alla mezz’ora) e nella ripresa il copione sembra il solito: l’Atalanta che cerca di fare la partita (nonostante le sbavature nel fraseggio a metà campo), gli undici di Gustinetti rintanati nella propria metà campo, cercando ripartenze veloci che iniziano con il lancio lungo verso il colosso Djuric che di sponda cerca di favorire i tre posizionati sulla linea di trequarti. Solito copione fino al 18′ quando Ciofani salta indisturbato in area, trasformando in gol la prima occasione vera capitata all’Ascoli, su calcio d’angolo. Un gol che contrae ancora di più i bergamaschi che non riescono ad arrivare più facilmente nella trequarti avversaria (solo un paio di colpi di testa sbilenchi di Barreto e Carmona da segnalare). Fortunatamente la rimonta dell’Ascoli si ferma a metà, tutto il Comunale può tirare un sospiro di sollievo e prendersi questi tre punti che la mantengono in scia alle prime (Siena, Novara e Reggina) in classifica.

ATALANTA-ASCOLI 2-1
RETI: 18’pt Doni, 26’pt Doni, 18’st Ciofani.
ATALANTA (4-3-1-2): Consigli; Raimondi, Capelli, Troest, Bellini; Barreto (22’st Basha), Carmona, Padoin; Doni; Ruopolo (20’st Ardemagni), Tiribocchi (40’st Pettinari). All. Colantuono
ASCOLI (4-2-3-1) : Guarna; Ciofani, Faisca, Micolucci (17’st Marino), Giallombardo; Di Donato, Uliano; Esposito, Capece (20’st Margarita), Mendicino; Djuric (31’st Masini). All. Gustinetti.
NOTE: ammonito Tiribocchi, Raimondi, Giallombardo.

SECONDO TEMPO
49′: finisce il match. Atalanta-Ascoli 2-1
42′: bella azione della Dea finalizzata con un cross di Padoin per Carmona ma la girata di testa del sudamericano è imprecisa.
41′: centrocampo a quattro ora con Padoin a destra, Pettinari a sinistra e Doni seconda punta.
40′: finalmente è il turno di Pettinari che entra al posto del Tir.
38′: girata di Tiribocchi che, molle, si spegne oltre la porta di Guarna.
35′: ammonito Giallombardo.
31′: ultimo cambio per Gus, fuori Djruic, dentro Masini.
30′: ammonito Raimondi.
29′: Margarita brucia in velocità Troest e fa partire un diagonale dalla destra che finisce sul fondo.
26′: cross basso di Basha dalla destra, Tiribocchi lo manca di un soffio.
24′: l’impressione è che l’Ascoli ora inizi a crederci, i bergamaschi tengono sempre lo stesso ritmo blando e non sembrano voler accelerare per mettere al sicuro il risultato.
22′: secondo cambio per i nerazzurri, dentro Basha, fuori Barreto.
20′: seconda sostituzione per i bianconeri, fuori Capece, dentro Margarita.
20′: primo cambio per Colantuono, dentro Ardemagni, fuori Ruopolo.
18′: gelo al comunale, alla prima occasione segna l’Ascoli con Ciofani che raccoglie un angolo battuto dalla destra.
17′: primo cambio della partita,fuori Micolucci dentro Marino per Gustinetti.
16′: tiro da posizione impossibile di Esposito che finisce in curva.
15′: è imbarazzante la facilità con cui, senza accellerare, i nerazzurri riescono ad arrivare quasi al limite dell’area avversaria.
12′: cross dalla sinistra di Tiribocchi per Barreto che da pochi passi spedisce, di testa, fuori.
11′: tiro azzardato di Di Donato da trentacinque metri che si spegne lento sul fondo. Questa conclusione è la fotografia della squadra di Gustinetti quest’oggi.
9′: solito copione in questo inizio ripresa. Ascoli mai pericoloso, Atalanta che controlla saldamente il match.
6′: Doni prova una finezza per innescare Ruopolo, respinta dalla difesa bianconera.
2′:clamorosa occasione mangiata da Tiribocchi, trovatosi tutto solo davanti al portiere spara due volte contro l’estremo difensore ospite.
1′: ripartiti!

PRIMO TEMPO
46′: finisce il primo tempo, gara mai messa in discussione e decisa da due acuti di Doni. Atalanta-Ascoli 2-0.
44′: un minuto di recupero.
38′: Doni vicino al tris, prende palla centralmente sui 25 metri e prova il tiro che fa la barba al palo destro dell’Ascoli.
35′: ammonito Tiribocchi per fallo da dietro.
33′: che rischio, Djuric salta industurbato in piena area di rigore raccogliendo un calcio d’angolo, buon per la Dea che la mira è imprecisa.
31′: altra conclusione ravvicinata, dalla destra, di Esposito. Para a terra Consigli
29′: arrivano i primi brividi veri per Consigli con Djuric che riesce a superare Troest e battere a rete. Solamente il palo ferma l’Ascoli.
26′: gooooooooooooooooooooollllllllllllllllllllllllllllll. Ancora lui, ancora il capitano, a siglare la doppietta personale. Bellini scatenato sulla sinistra, palla in mezzo per Tiribocchi che prima tocca in porta, poi riprende la palla e serve un pallone che Doni, da due metri, non può far altro che depositare in rete. Atalanta-Ascoli 2-0.

23′: Ascoli incapace di reagire e partita tornata su ritmi blandi.
18′: gooooooooooooooolaaaaaaaaaaaaaaasssssssssssssssssssooooooooooo. Cross dalla sinistra di Bellini, palla che arriva a Doni, controllo del capitano e fucilata nel retino. E si torna a festeggiare a testa alta. Atalanta-Ascoli 1-0.

17′: cross di Raimondi dalla trequarti, zuccata di Tiribocchi che non finisce lontano dall’incrocio dei pali.
15′: buona giocata di Doni che sfonda sulla destra e serve una palla velenosa in mezzo. Spazza la retroguardia bianconera.
14′: altra verticalizzazione di Barreto per Tiribocchi, e altra verticalizzazione imprecisa di un soffio.
13′: prima conclusione della partita per l’Atalanta, è di Ruopolo. Il tiro, debole, finisce lontano dal palo destro di Guarna.
12′: sarà per le critiche rivolte ad un calo nel secondo tempo ma i nerazzurri sono partiti con il freno a mano tirato.
8′: bella verticalizzazione di Barreto per Ruopolo anticipato da un nulla dal portiere in uscita.
6′: Tiribocchi spazia a sinistra lasciando il ruolo di punta centrale a Ruopolo in queste prime fasi.
3′: primo angolo del match per l’Ascoli. Stranamente l’Atalanta è partita non a mille.
2′: la prima conclusione è di Di Donato, esterno che finisce lontanissimo dalla porta di Consigli.
1′: partiti!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 1907/b

    doni al real !!!

  2. Scritto da emilio albano s.a

    visto che quando sta bene doni è il tocco in più per la squadra
    spero che per un po non si faccia ammonire o cacciar fuori
    specialmente per proteste che non servono a nulla
    se no a che serve fare bene 1 partita e poi fuori per squalifica
    w la dea

  3. Scritto da 1907/b

    siete sempre serie B

  4. Scritto da ABC1907

    rosiconeeee…. la cosa interessante è che sei sempre il primo a commentare. bravo bravo

  5. Scritto da W L'ITALIA

    @1907/b-adesso che hai scritto questo becero commento,ti senti piu’ sollevato?

  6. Scritto da 1907/b

    x 2 si x 3 grazie

  7. Scritto da REDS 65

    GRAZIE NOSTRO CAPITANO !
    CRISTIANO DONI = NISU COME LU