BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Mamma e avvocato? Legittimo impedimento”

La senatrice Pdl Alessandra Gallone ha presentato un disegno di legge che va incontro alle esigenze delle donne.

Più informazioni su

In Italia oltre il 50% degli iscritti agli Ordini Forensi è di genere femminile e il 39% degli iscritti alla Cassa di Previdenza ed Assistenza Forense è rappresentato da avvocati donna. E sembra che, nei prossimi anni, il numero delle avvocatesse sia destinato ad aumentare. 
Anche a Bergamo il futuro della professione forense è donna. Dai dati forniti dall’Ordine degli Avvocati della città orobica,   infatti,   risulta che su un totale di 478 praticanti circa il 58% sono giovani donne (ben 279 contro 199 uomini) desiderose di proseguire la loro carriera con successo. In pole position, ancora per poco, ci sono gli avvocati uomini che superano del solo 10,54% le colleghe: su un totale di 1585 avvocati si contano 876 uomini raggiunti a breve distanza dalle 709 donne.
"Sempre più donne intraprendono la professione forense. E il loro numero, anche nella nostra città, è destinato a crescere notevolmente. Un dato evidenziato più volte dalle stesse avvocatesse e dall’Unione Camere Penali Italiane – afferma la senatrice Alessandra Gallone -. Per questo era necessario un importante   intervento legislativo e d’accordo con il Presidente della Commissione Giustizia al Senato, il senatore Filippo Berselli, ho presentato il disegno di legge "Modifica dell’art. 420-ter codice di procedura penale, in materia di impedimento a comparire dell’imputato o del difensore". 
"Il provvedimento – spiega   la senatrice Alessandra Gallone – modifica l’art. 420-ter del codice di procedura penale in materia di impedimento a comparire del difensore. Ovvero, abbiamo inserito tre commi che prevedono per le avvocatesse, come causa di legittimo impedimento a comparire in udienza, le medesime cause previste per le lavoratrici dipendenti. Nello specifico, il legittimo impedimento viene richiesto dal difensore: in stato di gravidanza durante i due mesi precedenti la data presunta del parto; durante i tre mesi successivi dopo il parto; in caso di improvvisa malattia di ciascun figlio di età inferiore ai tre anni". 
"Con questo disegno di legge – prosegue la senatrice Gallone – vogliamo affrontare e soprattutto risolvere, una volta per tutte, le problematiche che attualmente si manifestano in caso di gravidanza e maternità e che limitano, di fatto, l’attività professionale degli avvocati donna. Vogliamo porre fine a tutte quelle discriminazioni alle quali vengono sottoposte le avvocatesse durante la maternità o quando devono occuparsi della cura del proprio bambino. Non solo, vogliamo tutelare oltre all’avvocato in quanto donna e madre, anche il nascituro e il neonato che ha il diritto di avere accanto a sé la propria mamma, e il cittadino al quale deve essere garantita la più ampia esplicitazione del diritto di difesa".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gino

    allora avremo due tipologie di clienti.il primo (accusato) che sceglierà un avv.donna in età fertile così potrà far ricorso al legittimo impedimento del difensore, il secondo (accusatore) che si rivolgerà all’avvocato maschio. ma se dobbiamo paragonare gli avv. ai lav.dipendenti anche l’avv.maschio può far ricorso al legittimo impedimento in caso di malattia etc del bambino. Ricordo che gli avv. percepiscono la maternità dalla loro cassa in base a ..quanto fatturano e quanto danno alla cassa.

  2. Scritto da siamo al delirio totale

    bene così i processi saranno rallentati ancora di più

  3. Scritto da raffaella

    ho tre figli, ormai grandi e faccio l’avvocato da trent’anni e non ho mai chiesto un rinvio per legittimo impedimento neppure quando ero in gravidanza, le giovani colleghe possono comunque organizzarsi!!!

  4. Scritto da ureidacan

    Ho un processo in appello il 3 novembre che mi va in prescrizione a luglio 2011. Conoscete qualche avvocatessa ai primi mesi con una gravidanza difficile?

  5. Scritto da Pol.sco.

    Il Giudice può, in caso di rinvio per legittimo impedimento del difensore, interrompere e sospendere il termine prescrizionale