BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

BergamoScienza “studia” la figura di Ges??

Tutto esaurito e trasferimento al Sociale per l'incontro con l???archeologo Eugenio Alliata su: ???Il caso Nazaret tra archeologia e storia???.

Inizia il terzo e ultimo fine settimana di BergamoScienza 2010, che si concluderà domenica 17 ottobre.
La giornata di venerdì 15 ha registrato diverse centinaia di prenotazioni, con eventi che si preannunciano dei grandi successi.
Alle 9.30 inizieranno le visite guidate all’Istituto Mario Negri, riservate alle scuole. Nell’ambito del percorso “Cellule, geni, proteine e malattie”, gli studenti potranno visitare il Centro Daccò a Ranica e, per la prima volta, la nuova sede dell’Istituto nel Parco scientifico tecnologico Kilometro Rosso di Stezzano. I ricercatori accompagneranno i visitatori in piccoli esperimenti pratici, mostrando come si ottengono diversi tipi di cellule che verranno poi analizzate al microscopio. Si approfondiranno in particolare gli usi sperimentali e clinici delle cellule staminali. Sarà poi possibile isolare il DNA da campioni biologici e analizzare le eventuali alterazioni responsabili di malattie.
Alle 10, alla Sala Curò di Città Alta, verrà proiettato il video “Terra: scopriamo il nostro pianeta. Il Vulcano dell’Apocalisse”, riservato alle scuole. Si parlerà del Thera, un vulcano oggi sommerso dal Mar Egeo che 3.600 anni fa eruttò distruggendo la civiltà minoica. L’esploratore degli abissi Robert Ballard introdurrà alla storia del vulcano e al suo minaccioso futuro.
Alle 16, al Museo Arte Tempo di Clusone, si terrà la conferenza “Dal Foliot al pendolo: la rivoluzione galileiana nella misurazione del tempo”. Si scoprirà l’eccezionale collezione di meccanismi di orologi a torre presente a Clusone, per capire dove affondano le radici del bisogno dell’uomo di controllare il tempo. Un excursus dal mondo arabo, a Leonardo, a Galileo, fino a Christiaan Huygens, per un tema di grande attualità.
Alle 10, alla Sala Curò di Città Alta, sarà proiettato il documentario “Terra: scopriamo il nostro pianeta. Ultime notizie dalla terra”. Gli esperti di National Geographic Italia affronteranno il tema dei cambiamenti climatici, per capire quali siano le cause e come l’uomo possa difendersi.
In programma poi tre conferenze, tutte previste per le ore 21.
Al Teatro Filodrammatici di Treviglio sarà proposto l’incontro “Il sangue: risorsa inesauribile?”. Sarà possibile scoprire i risultati raggiunti nel campo del “sangue artificiale”, che potrebbe in futuro rendere il sistema trasfusionale italiano indipendente dai donatori. Si analizzerà il ruolo del volontariato assieme a Enzo Saturni e Domenico Giupponi, rispettivamente Presidente AVIS Nazionale e Presidente AVIS Lombardia.
Al Teatro Civico di Dalmine si terrà la conferenza “Bolle di sapone: dalla vanitas all’architettura virtuale”.
Saranno raccontati i tentativi storici di imitazione della struttura delle bolle di sapone attraverso le immagini dell’arte, ma anche dell’architettura contemporanea, della scienza, della matematica e della natura.
Al Teatro Sociale di Città Alta, l’archeologo Eugenio Alliata interverrà alla conferenza “Il caso Nazaret tra archeologia e storia”. Grandissimo il numero di prenotazioni da parte del pubblico per questo evento, che ha spinto gli organizzatori di BergamoScienza a spostare l’incontro dall’Auditorium di Piazza della Libertà al Teatro Sociale. Alliata, padre francescano, è uno dei massimi esperti mondiali della figura storica di Gesù. Durante la serata verrà ricomposto l’affascinante mosaico sul rabbino itinerante di nome Yeshua (questo il nome di Gesù in lingua semitica), nato nella “Città di Davide” a Betlemme di Giudea e vissuto in un villaggio marginale della Galilea chiamato Nazareth.
Per il programma completo della manifestazione, consultare il sito www.bergamoscienza.it
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.