BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Santoro sospeso. Masi:”se mi insulta lo licenzio”

Dopo il provvedimento di sospensione per 10 giorni di Annozero voluto dal Dg Mauro Masi c'è tensione in attesa della nuova puntata. Santoro annuncia il ricorso

Più informazioni su

Michele SantoroSe arrivasse un nuovo attacco dal conduttore di Annozero il direttore generale della Rai Mauro Masi si dice pronto al licenziamento. Lo dice in un intervista al Messaggero, in previsione di una puntata, quella di giovedì 14 ottobre, che in ogni caso è attesa come “scoppiettante”.
Michele Santoro è stato infatti sanzionato con un provvedimento del Dg Masi che determinerà la sospensione di Annozero per 10 giorni a partire dal 18 ottobre. Un provvedimento disciplinare che spacca il vertice Rai, contrappone duramente dg e presidente, e scuote la politica con Futuro e libertà che difende il conduttore insieme all’opposizione.
La decisione è arrivata dopo il monologo di apertura della prima puntata di Annozero, quando il conduttore Michele Santoro aveva criticato il modus operandi dei vertici della Rai. Vertici che secondo il conduttore operano secondo criteri puramente politici senza tenere conto delle più elementari regole del mercato, e quindi del perseguimento dell’interesse degli azionisti dell’azienda, che sono di fatto i cittadini italiani che pagano il canone. Il discorso si era chiuso poi con il famoso “vaffanbicchiere”.
Dal canto suo Masi ribadisce che la sospensione di dieci giorni non è "sproporzionata" e che così Santoro salterà "due puntate, non una sola". "Sentiti i legali – sottolinea – ho fatto il massimo come tempi e come modi. Ho applicato la normativa vigente".
Santoro ha già annunciato ricorso sul provvedimento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.