BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Protesta dei sordi: non siamo cittadini di serie B

Presidio dell’ente nazionale sordi di Bergamo davanti alla prefettura per chiedere il riconoscimento della lingua dei segni.

Più informazioni su

“Non siamo cittadini di serie B. Vogliamo che lo stato riconosca la lingua dei segni”. Presidio dell’ente nazionale sordi di Bergamo davanti alla prefettura per chiedere il riconoscimento della lingua dei segni. “Siamo stanchi di aspettare – spiega Stefano Zanoletti, presidente provinciale dell’ente -. La legge è ferma da più di un anno in commissione Bilancio per non si sa bene quale motivo. La lingua dei segni non è utilizzata solo dai sordi, ma da tante categorie. Si è evoluta, ha struttura grammaticale. Deve essere riconosciuta perché è un diritto alla libertà di espressione e opinione. Noi andremo avanti con la mobilitazione fino a quando il Governo non ci darà una risposta concreta, siamo stanchi delle promesse”. L’ente accompagna la protesta con un documento nel quale si ribadisce che “la stragrande maggioranza dei sordi italiani sceglie, ogni giorno, di utilizzare la Lis e, attraverso di essa, trae giovamento nella comunicazione e nel miglioramento della qualità di vita”. E considerato che i sordi italiani attendono dal 13 gennaio 2010 “attendono che la V Commissione Bilancio del Senato dia il nulla osta al testo unificato del disegno di legge per il riconoscimento”, l’ente richiederà con la sua protesta di dare finalmente il via libera al provvedimento, che sarebbe congelato in Senato a causa di fraintendimenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.