BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Assessore Cattaneo in Commissione illustra le politiche regionali per infrastrutture e trasporti

Trattate due interrogazioni su linee ferroviarie del bacino di Varese e pedaggi autostradali

Più informazioni su

L’assessore Raffaele Cattaneo ha fatto il punto in Commissione sulle politiche regionali per le infrastrutture e i trasporti . “L’accento programmatico, per la legislatura, cade sul tema della mobilità e del trasporto pubblico locale, con la messa al centro della persona e della sua libertà di scelta. Si tratta di coniugare l’esigenza di muoverci più rapidamente e meglio con le esigenze di salvaguardare le risorse territoriali e ambientali. Nella scorsa legislatura – ha detto l’Assessore- si sono già poste le basi per la realizzazione delle grandi infrastrutture territoriali, che si completeranno nel corso di questo quinquennio.” L’obiettivo, ha spiegato Cattaneo, è migliorare il servizio ferroviario regionale, con una vera regionalizzazione, riformare il trasporto pubblico locale, anche riducendo il numero dei bacini, puntando all’integrazione tariffaria, sostenendo la diffusione dei servizi di car sharing nel quadro dello sviluppo di alternative efficaci alla mobilità privata.
Importante anche, ha detto poi l’Assessore, il sostegno alla diffusione della mobilità “dolce” (bici, vie d’acqua) e la realizzazione di forme di intermodalità. Per quanto riguarda le infrastrutture, l’Assessore ha riconfermato gli impegni anche per quanto riguarda il sistema aeroportuale, la mobilità urbana e la mobilità delle merci.
Alla discussione hanno dato il loro contributo i consiglieri Agostino Alloni (PD), Ugo Parolo (LN) e Mauro Parolini (PdL)
Sono state poi trattate in commissione due interrogazioni, a firma Stefano Tosi (PD).
Con la prima, il consigliere chiedeva conto dei collegamenti ferroviari fra Luino e Gallarate, ritenuti insufficienti. Si chiedeva inoltre di verificare la possibilità di collegamento diretto fra Varese e la Stazione Centrale di Milano e di sollecitare l’ultimazione dei lavori della stazione di Busto Arsizio FS, per evitare il trasbordo dei viaggiatori che da Varese o Luino devono recarsi a Malpensa.
L’Assessore Cattaneo ha spiegato che attualmente, per lavori di manutenzione e la necessità di far circolare treni merci, non sono previsti treni regionali Luino – Gallarate nei giorni feriali. Conclusi i lavori della galleria di Monte Olimpino, si è provveduto a ripianificare la circolazione. Il nuovo orario di dicembre potrà prevedere il ripristino delle corse delle ore 9.13 da Gallarate e delle ore 13.52 da Luino (entrambe oggi con bus). L’eventuale incremento del servizio dovrà essere inquadrato nella razionalizzazione dettata dalla manovra finanziaria.
Per quanto riguarda il collegamento Varese- Stazione Centrale, la stazione di Milano Centrale non è in grado di ricevere l’offerta di servizi regionali che fanno servizio direttamente da/per la città di Varese, ha spiegato Cattaneo.
Dal cambio orario di dicembre 2010 la stazione di Milano centrale sarà però raggiungibile in treno anche da Varese grazie all’attivazione del nuovo servizio Malpensa – Milano Centrale. Sarà infatti possibile prendere il treno a Varese Nord e dalle altre stazioni della linea Ferrovie Nord e raggiungere Milano Centrale cambiando a Saronno o Bovisa
ll collegamento ferroviario tra Varese e Malpensa viene garantito ogni 60’ con interscambio a Busto Arsizio (Ferrovie dello Stato) dai treni Busto FS – Malpensa (via Busto – Ferrovie Nord).
Per poter consentire alcuni lavori all’infrastruttura ferroviaria sulla tratta Busto-Castellanza, tale servizio è oggi temporaneamente effettuato con bus sostitutivi. Non appena tali lavori saranno ultimati e con il cambio orario di dicembre verrà riattivato il servizio.
“Soddisfazione condizionata” da parte del consigliere Tosi, secondo cui c’è il fatto positivo di aver aperto un confronto con l’Assessore, “che ha riconosciuto che sulla tratta in questione il servizio è peggiorato e il materiale rotabile è inadeguato e ha aperto il confronto sulla possibilità di aumentare le corse da Luino. Bene anche che si vagli la possibilità di intensificare la collaborazione con la Società ferroviaria del Canton Ticino, con particolare riguardo alla tratta Bellinzona -Gallarate, valutando il progetto di prolungarla fino a Milano”.
La seconda interrogazione riguardava l’incremento dei pedaggi autostradali.
L’Assessore ha illustrato le risposte avute dall’Anas: dal 1° luglio 2010 è stato stabilito un aumento del canone annuo corrisposto direttamente all’Anas sulla rete autostradale regionale in concessione. Per quanto riguarda le autostrade e i raccordi autostradali in gestione diretta Anas, gli aumenti tariffari previsti, e poi sospesi dal Tar, non riguardano la Lombardia, non essendovi nella nostra Regione nessun tratto in gestione diretta.
Insoddisfatto Stefano Tosi, che ha lamentato la mancanza, in questo caso, “di iniziativa politica da parte della Lombardia”.
In conclusione della seduta di Commissione, il Presidente Giorgio Pozzi, anche raccogliendo una sollecitazione di Tosi, ha proposto all’assessore un incontro quadrimestrale, per fare il punto sulla realizzazione della infrastrutture in cantiere. L’Assessore ha confermato la sua disponibilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.