BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A 3 studenti lombardi laurea con lode a Firenze

Uno ?? il bergamasco Fabiano Zanchi di Treviolo che lavora all'Asl di Bergamo. I tre hanno discusso tesi correlate.

La sanità lombarda sugli scudi all’Università di Firenze, grazie a tre studenti lombardi che lunedì scorso si sono laureati alla Facoltà di Medicina con il massimo punteggio (110 e lode) conseguendo la Laurea Specialistica in Scienze Infermieristiche.
I tre studenti sono il bergamasco Fabiano Zanchi di Treviolo che lavora all’ASL di Bergamo, Ettore Mosconi di Monza impiegato all’Ospedale San Gerardo e Francesco Pitella di Lecco, dipendente del Gruppo Ospedaliero San Donato di Milano. Coordinati dal professor Danilo Massai, hanno portato e discusso tre tesi correlate: Mosconi si è soffermato sulla legge 31 istitutiva del modella sanitario lombardo, Zanchi sul tema dei controlli e delle funzioni PAC, Pitella sui sistemi di accreditamento privati.
La discussione ha registrato un grande interesse da parte della componente universitaria e dei direttori generali delle locali aziende sanitarie, presenti alla presentazione delle tesi, e che hanno auspicato ulteriori e nuove occasioni di incontro per confrontarsi sui due modelli sanitari, quello lombardo e quello toscano. Un auspicio di cui si è fatto carico il Presidente della Commissione regionale Agricoltura lombarda Carlo Saffioti (PdL), che era presente in qualità di ex presidente della Commissione Sanità e di relatore di numerosi provvedimenti sanitari. Dopo l’esposizione dei tre studenti, Saffioti è intervenuto portando le conclusioni finali e integrando il lavoro svolto dando così completezza alle informazioni sul modello sanitario lombardo. “Esprimo grande soddisfazione –ha detto Saffioti- per l’attenzione e il riconoscimento attribuito a queste tre tesi, che hanno avuto anche il merito di aprire una nuova fase di confronto e approfondimento in campo specialistico e scientifico tra le nostre due realtà regionali e del quale mi farò personalmente carico e tramite”.
“La presenza di Saffioti in sede di discussione e il suo appoggio in fase di elaborazione delle tesi –ha aggiunto il neo laureato Fabiano Zanchi- ci riempie di orgoglio e sicuramente è un modo utile di dare valore ad analisi specialistiche che diventano così base di un approfondimento anche in sede politica e legislativa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da un lettore di bergamo

    ogni tanto una bella notizia. complimenti a tutti e buon lavoro!!