BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Saranno tolti dalla scuola i simboli leghisti

Il dirigente del polo scolastico Gianluigi Cadei ha annunciato luned?? sera la decisione di procedere alla rimozione dei simboli presenti nella scuola.

Più informazioni su

 I simboli leghisti saranno coperti da adesivi, gli zerbini col Sole delle Alpi semplicemente arrotolati per gli altri si vedrà caso per caso: il dirigente del polo scolastico di Adro (Brescia) Gianluigi Cadei ha annunciato lunedì sera, nel corso di una riunione del Consiglio di istituto, la decisione di procedere alla rimozione dei simboli della Lega presenti nella scuola. La rimozione potrebbe iniziare già martedì. Sempre nella riunione di lunedì sera il consiglio di Istituto, secondo quando ha riferito uno dei componenti al termine della seduta, ha deciso di intitolare la scuola ai patrioti risorgimentali Enrico e Emilio Dandolo. Il polo era invece stato intitolato dal sindaco a Gianfranco Miglio. Il consiglio di Istituto, è stato inoltre riferito, ha deliberato di prendere atto della lettera inviata dal direttore scolastico regionale della Lombardia Giuseppe Colosio al dirigente scolastico di Adro in cui sembra chiedere la rimozione dei simboli. E, sempre il consiglio di Istituto, ha preso atto della lettera che nei giorni successivi a quella di Colosio, il sindaco di Adro, Oscar Lancini ha inviato a Cadei, diffidandolo dalla rimozione dei simboli stessi: "Non mi è ancora stato comunicato nulla. Ho appreso tutto dai giornali. Ma se i simboli vengono rimossi dalla scuola, parte prima la denuncia e poi procedo al ripristino immediato. La volontà dell’ amministrazione comunale deve essere rispettata".
La decisione del dirigente illustrata al consiglio d’istituto, convocato in seduta straordinaria, ha sbloccato una situazione di stallo nella quale si rimpallavano responsabilità e decisioni sulla vicenda. Ed è giunta in un momento contrassegnato da una crescente tensione. I Cobas scuola avevano annunciato che Adro sarebbe stata una delle sedi della manifestazione
del 15 ottobre. Inoltre, nello scorso fine settimana, due dei soli affissi su una vetrata dell’istituto e collocati tra i bambini stilizzati, erano stati abrasi da sconosciuti facendo scattare anche l’allarme della scuola. Vicenda che si è appresa solo ora e sulla quale c’e una denuncia ai carabinieri.
Il consiglio d’istituto ha ribadito la  scuola ed ha dato "la profonda solidarietà", secondo quanto riferito da uno dei componenti del consiglio, genitore di un alunno, al dirigente che ha dovuto prendere "una determinazione ovviamente non facile – ha detto – le cui conseguenze in questo momento sono difficilmente delineabili".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mario Police

    Alcune volte mi chiedo se stò leggendo BergamoNews o BresciaNews. Se si trovano molte news “esterne” in prima, tanto vale chiamarlo lombardianews. Ps: l’abbiamo capita che la lega ha fatto una cavolata, ma cambiate news ora.. la solita minestra stanca.

  2. Scritto da W il Tricolore!

    E vai Giustizia è fatta. Cadei,magari la prossima volta andiamo a darci un Occhiatina in corso d’Opera alle Scuole in costruzione.

  3. Scritto da EHI TU DELUSO

    Sempre + Deluso dai Leghisti “DURI E PURI” e “CELODURISTI”, l’ennesima retroMARCIA su Roma.
    Da 20 anni dicono Roma Ladrona e firmano il Decreto Roma Capitale che dà alla Capitale 500 milioni nel 2010, 1 miliardo nel 2011 e 1 nel 2012.
    Bossi dice “i Romani sono PORCI” e 2 settimane dopo si fà imboccare da una Romana DOC i rigatoni a ROMA.
    Per tutto agosto Bossi ha detto “siamo in una palude, elezioni subito”, poi salvano Cosentino e Bossi: “la maggioranza regge”.
    Un po’ di coerenza, no?

  4. Scritto da FACCIAMO UN BUON LAVORO.

    Consiglio a chi di Dovere,di tornare a vedere se tutto sia sistemato bene,si Parla gia di Adesivi:gli Adesivi si sa,dopo un po si staccano…

  5. Scritto da mn

    mi chiedo se questo è un paese normale oltre che civile. Siamo nella m..a fino al collo, dall’economia, alla disoccupazione, dal debito pubblico alla scuola, insomma è tutta un’emergenza e la gente deve occuparsi di un sindaco di un paese sperduto che fino ad ieri non sapevamo neanche che esistesse.

  6. Scritto da me

    peccato!

  7. Scritto da Neuro e via...

    Per la Cronaca,il Sindaco di Adro sembra si voglia opporre al Fatto che la Scuola venga sistemata;qualcuno vuole per favore chiamare un Ospedale Psichiatrico

  8. Scritto da Va benisssimo!

    Per Redazione:non ascoltate Mario Bros,va bene cosi! Sene vada lui altrove…

  9. Scritto da Non ricordo bene...

    La scuola è dedicata a Gianfranco Miglio; è quello che Umberto Bossi aveva definito “una scoreggia nello spazio”?
    COMPLIMENTI!!!

  10. Scritto da corti-novis

    il consiglio d’istituto è un organismo istituzionale come è il consiglio comunale di Adro- Il consiglio d’istituto come organo di gestione pùò deliberare anche contro le decisione del consiglio comunale…

  11. Scritto da Mario Police

    Per il 10, primo ho scritto una mia opinione e la redazione sa difendersi da sola senza “avvocati del diavolo”. Secondo io mi firmo con nome e cognome non sono un “coniglio” che si nasconde dietro a nick name senza senso.

  12. Scritto da IL MIGLIO VERDE

    Queste le frasi di Bossi su Miglio:
    “Un poveraccio, un vecchio fuori di testa che fa un putiferio perché non gli han dato la poltrona” 17.05.1994
    “Me ne fotto delle minchiate di Miglio, arteriosclerotico, traditore”, “Ideologo? No, panchinaro, una scoreggia nello spazio” 10.08.1994
    Ma sì, tanto i leghisti si dimenticano.
    Tra 5 anni, se Bossi rivaluta Fini e sputt@n@ Berlusconi, la base leghista sarà convinta che quella contro Fini è stata una campagna delle Toghe Rosse.

  13. Scritto da L.P.N.E.

    Alla faccia anche del nostro Presidente della provincia e ai suoi commenti.Si ripristini la legalità,il controllo dello Stato.Basta ai “podestà”di colore verde.Basta all’inutile,incapace potere politico della Lega che in 10/15 anni ha distrutto l’economia delle nostre Valli,non ha salvaguardato il territorio,non ha creato nessuna offerta di lavoro alternativa ed ora ha la presunzione di porre le mani sull’educazione e la cultura. BASTA LEGA La Padania Non Esiste

  14. Scritto da Coniglio

    oooo Mario,non sono “Avvocato” della Redazione,ma lasciamoli un po fare quello che vogliono senza dare Consigli inutili STANNO LAVORANDO oooo Mario dai sii piu Elastico non fare il Police Man…

  15. Scritto da il legionario

    Leghisti, poveracci vivono in un mondo tutto loro in cui salamelle e costine servono da eccitanti mentre ascoltano le vane parole del profeta che incita alla secessione armata, magari fosse cosi ci sarebbe da divertirsi un mondo.

  16. Scritto da Mic

    Finalmente giustizia,buonsenso e legalità ! La padania non esiste !

  17. Scritto da expadano

    il sindaco denuncia, ma chi?.. forse si autodenuncia? E se poi perde la causa, chi paga? il solito Pantalone? … poveri leghisti,

  18. Scritto da ahaahahaaha

    su 20 commenti (al momento in cui scrivo), non ce n’è uno, dico uno, in difesa di questo sindaco.
    nemmeno i vertici della lega lo sostengono e difendono più.
    questo è il messaggio più chiaro possibile, nemmeno i leghisti bergamaschi hanno il coraggio di “sporcarsi le mani” nel difendere questa roba

  19. Scritto da Gioppinate Leghiste

    Mettere 700 simboli del “sole delle Alpi” (presente anche nel simbolo della Lega) e’ stata un’arrogante pagliacciata, con l’aggravante di avere uno stile di stampo fascista, in quanto trattasi di una scuola x bambini
    Ora il Sindaco di Adro annuncia denunce??
    sbagliare e’ umano (seppur in malafede e sapendo di sbagliare) ma perseverare e’ diabolico…
    Sig.Sindaco, la faccia finita con questa buffonata pseudo fascista che vuole imporre simboli politici nelle scuole
    Si vergogni e si autodenunci

  20. Scritto da zio beppe

    Ok al togliere i simboli leghisti, ma il Consiglio di Istituto non può cambiar il nome alla scuola e togliere i simboli in quanto non rientra nei poteri di tale organo.

  21. Scritto da zio beppe

    Il Consiglio d’Istituto ha potere decisionale su: il programma annuale e il conto consuntivo l’adozione del P.O.F. , l’acquisto e il rinnovo delle attrezzature scolastiche; l’adattamento del calendario e dell’orario scolastico; la programmazione delle attività di recupero, delle attività extrascolastiche e dei viaggi d’istruzione; i criteri generali relativi alla formazione delle classi. Da quando un consiglio d’istituto può deliberare sul nome dell’istituto? Il sindaco purtroppo HA RAGIONE…

  22. Scritto da Luca

    che sto sindaco denunci chi gli pare, basta che lo faccia a spese SUE!!

  23. Scritto da passante

    Anzichè denunciare dovrebbe ringraziare chi ha abraso un paio di simboli .Qualche giorno fa si preoccupava del costo e a chi accollare la spesa per rimuoverli.Si metta da parte e troverà chi fa il lavoro totalmente gratis.Oppure usi olio di gomito (il suo). Mesi fa sbraitava con chi non pagava la mensa affermando che non dovevano accollarsi le spese tutti gli abitanti di Adro.Ora è Lancini a non seguire le regole democratiche??Tocchiamogli il portafogli e si ravvederà

  24. Scritto da GELMINI

    @zio beppe
    Se non sbaglio anche la Gelmini aveva chiesto di togliere i simboli. Neanche il Ministro dell’Istruzione può intervenire in materia?
    Inoltre, pensi se Bossi si ricordasse di quando, nel 1994, chiamò Gianfranco Miglio “un poveraccio, una scoreggia nello spazio” (@15), è possibile che gli venga un infarto a vedere quel nome accanto al Sole delle Alpi. Quindi, per tutelare la salute di Bossi, togliamo Gianfranco Miglio. Sapete, già non sta bene povero uomo…

  25. Scritto da Targa PDN

    Uff… che senso ha perdere tutto questo tempo per una sciocchezza come questa. E poi perchè la scuola dovrebbe cambiare nome? Cosa c’ha che non va Gianfranco Miglio?

  26. Scritto da Orestolo

    Noi tempo fa avevamo votato il nome dell’istituto, ma non ricordo se fosse solo un consiglio da dare al comune. Per quanto riguarda i simboli il consiglio di istituto ha fatto bene a richiederne la rimozione a spese del comune, non essendo simboli compatibili con una scuola pubblica, in relata neanche il crocefisso, ma quello è imposto dal ministero dell’istruzione. E’ bello vedere come gli organi collegiali, liberamente eletti, sono l’ultima barriera della Democrazia.

  27. Scritto da Scettico

    L’unico da denunciare è il sindaco, uno che crede di fare provocazioni e cariera politica con i soldi dei cittadini,
    Paghi lui i costi del ripristino e a lui si addebitino anche quelli della decorazione leghista originale,

  28. Scritto da IL MIGLIO VERDE

    @28 Targa PDN
    Per il Bossi del 1994, Gianfranco Miglio sarebbe “una scoreggia nello spazio” (10.08.1994 Bossi).
    Comunque, Lei ha ragione, con tutti i problemi che ci sono chi ci governa pensa a fare la scuola verde, le strisce pedonali verdi, i cartelli in dialetto dei Comuni (doppia spesa per i Comuni, alla faccia dei risparmi), a fare le ordinanze contro il burqa, ad andare a Roma a mangiare i rigatoni insieme alla Polverini e Alemanno…

  29. Scritto da zio beppe

    Tanti scrivono solo per partito preso, sia che questi siano leghisti siano non lo siano. La rimozione dei simboli, così come quella del nome deve passare prima di dagli uffici scolastici regionali, che si articolano a livello provinciale in centri servizi amministrativi (CSA), dal 2006 denominati uffici scolastici provinciali.

  30. Scritto da foto

    ho visto una foto su virgilio.it. Al posto del simbolo del sole delle Alpi, che è stato tolto, un tappeto di mozziconi di sigaretta. Bel senso civico! Il verde del sole delle Alpi disturbava. Un tappeto di spazzatura no….
    Hanno ottenuto la rimozione, ma non fermeranno la Lega con questo mezzo subdolo, dipinto di finta democrazia

  31. Scritto da COSE PIU' SERIE

    Ma ad Adro non c’è niente di più importante a cui pensare?
    Perchè spendere i soldi pubblici (che ultimamente per i comuni sono sempre di meno) per cose inutili? la lega ultimamente guarda troppo all’apparenza (vedi cartelli in bergamasco, bandiere e gonfaloni rivisitati e altre stupidaggini) invece che alle cose serie.

  32. Scritto da cervello

    @31 che p… con sti rigatoni!!!se in politica non hai il 51 per cento dei voti , devi per forza accettare compromessi, è la democrazia.Padania Libera.Grande Umberto avanti così!!!

  33. Scritto da SLEGHISTA

    Bravo al 15 il miglio verde hai riassunto tutte le VOLGARITA’ leghiste in poche righe.
    Leghisti non siamo nel ventennio di benito e le vostre baionette ve le mettiamo LA!

  34. Scritto da IL MIGLIO VERDE

    @34 cervello
    Un conto è accettare compromessi, un altro è dire una cosa il giorno prima e smentirla il giorno dopo.
    Prima elezioni subito, poi “la maggioranza regge”, prima porci romani e poi a mangiare dai porci, prima roma ladrona e poi miliardi di euro a roma ladrona, prima berlusconi mafi@s@ poi alleato migliore, prima Gianfranco Miglio scoreggia nello spazio poi polo scolastico intitolato a Miglio… Alla faccia dei compromessi, se va avanti così Bossi smentirà la sua stessa esistenza.

  35. Scritto da Algeritti

    la padania non esiste
    trallallero trallallà
    tradotto in leghista:
    “Uch Uch UghUch “

  36. Scritto da Bergamasca

    Faccio parte del Consiglio d’Istituto di una scuola della Bassa come genitore ed esprimo il mio sostegno ed apprezzamento per la scelta non facile ma doverosa dell’organismo scolastico di Adro.Ho sempre creduto in una scuola pubblica capace di coniugare gli obbiettivi di ISTRUZIONE ed EDUCAZIONE per i ns. figli aldila’ di ogni ideologia o credo politico.La vicenda di Adro testimonia l’ottusita’ ed il disprezzo degli amministratori Leghisti incuranti dello sperpero di denaro pubblico.

  37. Scritto da VITTORELLO

    AH AH AH PAGLIACCI LEGAIOLI L’UNICA RIFORMA CHE SAPETE FARE E’ QUELLA DEL PANE E SALAME.

  38. Scritto da cervello

    @POVERINI…è MEGLIO AVERE UNA SCUOLA CON IL TRICOLORE E MAGARI CADE!!! PADANIA LIBERA.

  39. Scritto da Francesco

    Per cervello (mai un nickname fu meno adatto).
    Ma sono i simboli della lega che fanno da pilastri della scuola di Adro?
    W il tricolore, l’Italia può benissimo fare a meno dei leghisti preoptenti ed ignoranti.