BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Litiga con la moglie e la uccide a coltellate fotogallery

La donna, Silvia Betti, 50 anni, era al telefono con la madre, che ha sentito la situazione degenerare e ha chiamato i carabinieri. Il marito, Luigi Marenzi, ?? stato arrestato.

Più informazioni su

Stava litigando con il marito per l’ennesima volta e, esasperata, ha telefonato a sua madre, residente a Milano. Ma è stato in quel momento che Luigi Marenzi, 51 anni, ha impugnato un coltello da cucina e ha colpito a morte la moglie Silvia Betti, 50 anni. Erano le 6,20 del 12 ottobre, quando al piano rialzato della palazzina al civico 2 di piazza della Repubblica, a Treviglio, c’è stato l’omicidio della donna.
Appena ricevuta la telefonata i carabinieri della compagnia di Treviglio, che dista a poche centinaia di metri dal luogo dell’omicidio, si sono precipitati in piazza della Repubblica. Due pattuglie hanno fermato Luigi Marenzi sulle scale del condominio, già quasi in cortile. L’uomo avrebbe voluto allontanarsi, probabilmente. E’ stato arrestato in piena flagranza di reato, poco dopo aver ammazzato la moglie. I militari, hanno poi trovato la donna già morta, in una pozza di sangue, nell’appartamento al piano rialzato. Il cadavere presentava più ferite d’arma da taglio al torace e forse anche all’addome. Sul posto Luigi Marenzi ha lasciato il coltello da cucina che ha utilizzato per colpire più volte sua moglie.
Silvia Betti era originaria di Milano ma viveva da anni in quell’appartamento di Treviglio, insieme al marito. Non avevano figli ed erano molto legati a due cani, che tenevano in casa, con i quali Luigi Marenzi passeggiava spesso nella zona. Lui, attualmente, era disoccupato. Silvia Betti, secondo una vicina, lavorava invece da una zia a Bergamo. A quanto pare la coppia era già in crisi da diverso tempo: Silvia Betti e Luigi Marenzi litigavano sempre più spesso. Avevano deciso di separarsi, secondo quanto risulta ai carabinieri. Avrebbero dovuto andare da un avvocato nei prossimi giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.