BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Legambiente da sempre contro il Polo logistico”

Legambiente risponde con questo comunicato ad alcune critiche ricevute da parte del sindaco di Urgnano Venceslao Testa.

Più informazioni su

Legambiente risponde con questo comunicato ad alcune critiche ricevute da parte del sindaco di Urgnano Venceslao Testa.

Legambiente con più di 115.000 sostenitori e 1.000 circoli locali è la più diffusa associazione ambientalista italiana, è riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e fa parte dell’Ufficio Europeo dell’Ambiente e dell’International Union for Conservation of NatureTratto distintivo dell’associazione è stato sempre l’ambientalismo scientifico, la scelta, cioè, di fondare ogni iniziativa per la difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, che ci hanno permesso di accompagnare le nostre battaglie con l’indicazione di alternative concrete, realistiche, praticabili. E’ quanto è successo anche ad Urgnano.
Un Sindaco che da oltre una settimana, in palese ed evidente difficoltà, annuncia, senza peraltro darle , le sue dimissioni non può permettersi di accusare la nostra associazione di essere asservita ad interessi partitici di parte. Non siamo mai entrati nel merito degli equilibri della Giunta e della crisi politica che la attanaglia, siamo invece intervenuti nel merito del Polo Logistico che il Sindaco ha cercato di sostenere in ogni modo.
All’assemblea cittadina, cui lo stesso Sindaco era stato invitato ed a cui non si è presentato adducendo scuse risibili, erano presenti per Legambiente, il Presidente Regionale, un’esponente del Direttivo Regionale, un’esponente del Coordinamento provinciale ed il Presidente del Circolo Locale. Risulta chiaramente che tutti si siano espressi per il no al Polo Logistico. Questa è la presa di posizione pubblica ed ufficiale di Legambiente, che non lascia spazio ad illazioni.
In quanto all’area della Cascina Spina, ribadiamo che questa debba essere proprio per la sua collocazione e per la sua attuale situazione oggetto di un recupero che la riconsegni ai cittadini come effettivo polmone verde, senza esser oggetto di ulteriori speculazioni che portino ad un’aggravio della già pesante situazione di traffico che investe l’area di Urgnano.
Non si scarichino pertanto sui volontari di Legambiente le frustrazioni di chi, come il Sindaco attuale, si trova oggi in difficoltà per aver sostenuto insostenibili .

Per il Coordinamento Provinciale : Giovanni Testa
Per il Circolo Agorà :  Giusi Legremandi
Per il Direttivo regionale : Patrizio Dolcini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da simo

    ma sono seri quando dicono che spianare 250.000 mq di territorio serve per “promuovere” il recupero di 1000 mq di pollai? cosa voglio fare, coprirli con un sarcofago tipo chernobyl? poi danno fastidio solo quelli limitrofi a cascina spina? gli altri no?

  2. Scritto da l' umorista urgnanese

    scommetto che tra breve il gruppo dell’ex sindaco testa se ne inventerà una nuova:escogiteranno di far piangere sangue ad una madonnina alla cascina spina,prenderanno accordi con una catena di alberghi di lusso,e successivamente proporrano di costruire un complesso alberghiero da 250000 mq,creranno nuovi posti di lavoro (80)in più faranno costruire alla società alberghiera una nuova “via crucis”da zanica a cologno con lampioni di tendenza.il tutto nell’indifferenza dei cittadini del paese.

  3. Scritto da roxo

    ATOMO.. ti stimo. sei troppo avanti..

  4. Scritto da Fulvia

    Legambiente, di cui faccio parte, con un buon gruppo i cittadini ha chiesto di definire la Cascina Spina zona d’interesse naturalistico, proposta cassata dall’Amministrazione durante l’approvazione del PGT. Da parte nostra rimane questa l’idea più valida ma siamo pronti a discutere eventuali altri progetti non invasivi con chi di dovere(certamente la centrale nucleare non è 1possibile alternativa). Nessuno di noi ha interessi diversi da quelli di tutela del territorio anche se può sembrare stra

  5. Scritto da ATOMO

    Una proposta soddisfacente per voi ci sarebbe Ines: UNA BELLA CENTRALE ATOMICA ALLA CASCINA SPINA.

  6. Scritto da Giusi

    A Piero dico che forse prima di parlare farebbe meglio ad informarsi.
    Il cemento lo vuole il comune di Urgnano, la nostra proposta è stata ed è per un parco, le altre proposte sono per un’alternativa se proprio il comune non può fare a meno di cemento e soldi.
    Premesso che non sono neanche di Urgnano, il luogo deputato l’ho visto per la prima e unica volta il 26 settembre.
    Mi fa “piacere “che si pensi subito a interessi diversi.
    Mi spiace per te , non siamo così .

  7. Scritto da Ines

    Nell’articolo pubblicato su Bergamonews non faceva menzione di una scuola agricola, sig.ra Giusi. Perchè? E comunque con quali soldi? La vede fattibile come scelta? come intendete promuovedere adesso il recupero dell’area?

  8. Scritto da GIUSI

    Su Bergamonews abbiamo inviato un comunicato stampa, in cui ribadivamo l’esigenza di riqualificare l’area.
    La proposta alternativa l’abbiamo fatta in assemblea pubblica a Luglio alla presenza dei giornalisti,.
    Comunque, noi avevamo anche espresso , sicuramete un parco pubblico, visto la penuria,la scuola professionale (agraria)o qualche azienda che sviluppi energie alternative.
    Le risorse si trovano con la riduzione del finanziamento alle scuole private potenziando le pubbliche.

  9. Scritto da PIERO

    ..amò gli è dre…io non sono giusi, e comunque il discorso della scuola agricola è già saltato fuori..leggere: http://urgnano.com/
    in quanto alle possibili proposte da voi tanto richieste, vi siete mai chiesti che forse una delle possibili è quella di lasciare tutto intatto come lo è da decenni? o per forza bisogna versare catrame e cemento e rivoltare terra o tirare su capannnoni in quella zona? mi viene il dubbio che vi faccia gola quella terra visto che ci volete costruire per forza qualcos

  10. Scritto da giusi

    Sono una radical chic di Legambiente.
    1 lavoro e faccio volontariato, non nei salotti.
    2 legambiente non è politico ,collabora con tutte le amministrazioni, destra o sinistra.
    3 le proposte noi le abbiamo fatte, invece del polo una scuola agraria visto il luogo.
    4 invito chi insulta la gente che lavora a scendere in campo , troppo comodo sedersi al computer e insultare.
    5 abbiamo fatto un’assemblea pubblica e abbiamo espresso il nostro parere, naturalmente chi insulta era assente e si vede.

  11. Scritto da veritas

    in un commento ad uno degli articoli sul caso polo logistico, un utente solleva un dubbio circa la proprietà (pare vi sia una sorta di conflitto di interesse di qualcuno del comune) dei terreni su cui avrebbe dovuto sorgere il polo tanto voluto da qualcuno.
    Io direi che per dovere e correttezza di cronaca,si verificasse se effettivamente c’è questo conflitto di interessi, perchè se così fosse avremmo una spiegazione in più relativa alle motivazioni che spingevano a costruirlo.

  12. Scritto da urgnanese

    Non so quanto convenga rispondere quando i commenti sono devianti e di parte con l’intento di denigrare le persone. Testa ha avuto diversi incontri con gli industriali, qualcosa si è fatto, ma tante aziende dovrebbero chiudere con centinaia di persone sulle strade. Il collettore potrebbe portare benefici, e il collettore, di 1.500.000 di euro non è una spesa che il comune paga in quanto interamente finanziato dalla provincia.

  13. Scritto da Roby

    Davide, a me LegaAmbiente non dà alcun fastidio, anzi, ci mancherebbe. Però anche io sostengo che dovrebbe anche proporre azioni fattibili e non utopistiche e collaborare con l’amministrazione, di qualsiasi colore sia. Non basta denunciare, serve altro.

  14. Scritto da davide

    Ok Roby, ti faccio una domanda: in merito a quali temi occorre che si facciano proposte di azioni fattibili e non utopistiche?
    Per il polo ci si è espressi per la sua non realizzazione; in quella zona per me le cose possono anche rimanere così come lo sono state per anni.la bonifica dei capannoni dei polli e la loro sistemazione non doveva essere fatta passare come un regalo di Lombardini, ma se si rispettasse la legge questa cosa la dovrebbe fare la società che ne ha la propietà..

  15. Scritto da davide

    a urgnanese dico che di deviato qua non ci sta nulla.tu sarai uno che parla per bocca di partito o di fazione:dimmi che cosa si è fatto per gli ododri nauseabondi;se tu non li senti più ti dico ora e giorno e luogo e poi potrai verificarli te stesso,ammesso che hai l’uso dell’olfatto.se fossero diminuiti,magari è per la crisi,visto che provengono dalle aziende.x il discorso occupazione,lo so è un dramma,ma anche prima della crisi il ricatto occupazionale era uno sport comunale da noi.

  16. Scritto da davide di urgnano

    amici di Legambiente fateci il callo, perchè per molti di quelli che scrivono qui, se un giorno ci deportassero tutti e ci levassimo dai coglioni, sarebbe una liberazione per loro..
    Questa gente appena sente odore di soldi perde le staffe e non và più in la del proprio naso.Solo i soldi hanno valore.Adesso mi aspetto la solita solfa,dovre scriveranno ecco il solito utopista cannaiolo chichettone di sinistra ipocrita figlio di papà..loro sanno solo offendere chi ragiona con la propria di testa

  17. Scritto da davide di urgnano

    un’ultima cosa:per fortuna c’ègente come voi di legambiente,che nonostante l’evidente antipatia che suscitate su alcuni concittadini “operosi imprenditori, progressisti illuminati, padani o sedicenti tali” andate avanti con coraggio e determinazione e,sottolineo, educazione,a spiegare il perchè talvolta dire NO a qualcosa può anche avere un valore maggiore che un SI incondizionato.un’alternativa possibile sarebbe anche la conservazione di ciò che c’è già.bisogna sempre per forza muovere cemento?

  18. Scritto da corrado

    Anche io ragiono con la mia testa davide,e la penso quasi al 100% come te.Le”puzze chimiche le sentono solo quando decidono di cementificare 250000 mq alla cascina spina,prima manco lo ammettevano quasi che in quella zona c’erano dei problemi..io mi sono rassegnato che qualcosa cambi seriamente su questi argomenti nel nostro paese.mi dispiace davvero dover scrivere queste cose,perchè amo urgnano come molti di voi e vorrei che non fosse più ricordato come il paese dell’inquinamento e degli odori.

  19. Scritto da Tawanda

    ..Ricordiamoci una cosa ,Testa aveva promesso il naso eletronico con una spesa di 80.000 E e, ti giuro, che sarebbero stati soldi buttati(dei cittadini) Portando a Urgnano un’esperto ricercatore dell’Aria,mi consigliava che il nostro naso è meglio !Inseguire gli odori dalla fonte basta poco ,solo che Testa non ha palle per dire all’aziende di mettersi in regola con le normative nazionali ,che dovrebbero rispettare comunque. I cittadini di Urgnano vogliono i posti di lavoro e la qualita’ d.vita

  20. Scritto da Tawanda

    Credo che il ruolo della Legambiente debba quella di sedersi con le amministrazioni nel risolvere le problematiche ambientali del territorio, non di essere respinti. Legambiente si siede al tavolo di tante amministrazioni sia di destra che di sinistra, ora anche la Lega .A Urgnano non manca il polo Logistico manca la politica del lavoro ecologico! , Testa oltre che impremditore deve pensare anche ha sostenere politiche emergenti dell’agricoltura.
    Basta aziende con le puzze chimiche.

  21. Scritto da Pippo

    Lagambiente da sempre contro tutto

  22. Scritto da Alfredo

    @10
    Scusi, sig. essere umano, ma gli altri 50 anni il centrosinistra al governo che cosa ha fatto? Il debito pubblico?
    Celoduristi buzzurri, mai, ma neppure chicchettoni radical chic di sinistra in permanete vacanza a Capalbio, giammai. Cuore a sinistra e portafolio a destra, ma l’ambiente, ah l’ambiente (quello degli altri, naturalmente)

  23. Scritto da beppe

    Ben detto. Appoggio da sempre, e sempre appoggerò Legambiente, anche e soprattutto in questo caso. Credo che Testa debba dimettersi da subito, come più volte proclamato. Purtroppo (per lui) per questa vicenda del polo ci ha rimesso la faccia, anzi, LA TESTA.
    Spero che tutta la gente di Urgnano capirà fino in fondo cosa abbiamo rischiato, e questo a causa di un inganno studiato a tavolino.

  24. Scritto da BettaElisa

    Magari ci fosse più LEGAmbiente che un’altra di Lega….
    Ad ogni modo il Sindaco di questo paese della bassa farebbe bene a mantenere la parola una volta ogni tanto, quindi se ne dovrebbe tornare a casa a fare l’imprenditore..Poi questa storia degli imprenditori che si mettono in politica per il bene della gente mossi da illuminazione e spirito civico l’ho già sentita, e credo che forse è meglio che questa gente sia meno “altruista” (almeno in questo caso)…

  25. Scritto da marilena

    complimenti per la lettera, però qualche apostrofo in meno…la prossima volta rileggete prima di spedire.Ve lo suggerisco con sincera simpatia!

  26. Scritto da Giuseppe Quarti

    Da militante di destra, mi stupisco della posizione di Ambrosini, che dovrebbe fare riferimento alla destra radicale ecologista e invece caldeggiava il polo logistico.
    Certamente Legambiente nazionale è nettamente schierata a sinistra, ma conoscendo i suoi esponenti locali ritengo che la definizione di radical chic sia inopportuna.
    La sua referente locale di LA anzi mi pare una persona che si spende molto e sia tutto tranne che una radicalchic.

  27. Scritto da Elisa

    Legambiente altro non è che un partito delle sinistre!!!
    Quale è la risposta di Legambiente alle puzze a parte le critiche?
    Abbiamo perso un’opportunità e io da ex leghista, in questo momento appoggio il Sindaco.
    Legambiente vai a casaaaaaaa.

  28. Scritto da Mauro

    Non approvo una sola parola di questa lettera di Legambiente.
    Ero per il Polo Lombardini e mi spiace che il Sindaco non sia riuscito ad essere convincente.
    Avremmo trasformato il provinciale in una strada comunale, avremmo risolto definitivamente il problema puzze.
    Legambiente, lasciamo perdere.

  29. Scritto da Roberto

    Legambiente è una cosa, il circolo Agorà è tutt’altro.
    Questa è il mio pensiero.
    Sono di Urgnano, e non ho mai apprezzato il Circolo Agorà di Legambiente perché altro non è che un partito politico.

  30. Scritto da Urgnanese

    Non è che se sono del Pld sono a favore del Polo Lombardini, se sono di Sx non devo essere a favore etc. Non deve funzionare così almeno in un comune. A me nn interessa la schiera politica, ero contraria al Polo Lombardini fino a quando ho voluto andare a fondo. Secondo me è stato illustrato male, manca l’informazione corretta. E’ stato interpretato come camion, cemento, inquinamento… le cose sono molte diverse, e le strade avrebbero evitato tutto ciò.

  31. Scritto da paola

    quanto predicate bene voi della lega-ambiente. Avete fatto delle proposte alternative oscene. Il comune dovrebbe bonificare l’area !!!!! ma se il comune non ha nemmeno i soldi per coprire le buche delle strade! ma dove vivete e dove siete stati finora???????
    I soldi non ci sono più ed il paese si è impoverito in questi ultimi anni! l’ufficio del sindaco è diventasto un ufficio di collocamento….. ci siete?
    Grazie a lui ho trovato un lavoro e smettetela con le vostre chiacchere assurde

  32. Scritto da Manuela

    Assessore all’ecologia è il medico Leone.
    Mi riesce difficile pensare che un medico, professionale, che vive e lavora a Urgnano abbia appoggiato un progetto del genere se dannoso alla salute.
    Il comune come può bonificare un’aerea del genere senza soldi? Bisogna anche essere realisti! Agorà, le risposte devono anche essere fattibili, altrimenti non stanno in piedi.

  33. Scritto da pippo

    ma quale Lega Ambiente questi sono rifondaioli e niente altro, ai quali interessa solo NON LAVORARE

  34. Scritto da Lucio

    Il Polo ormai non si fa più. Rimangono tanti problemi ad Urgnano, e LegaAmbiente, dovrebbe parlare di soluzioni, non basta evidenziare i problemi, quelli si sanno! Il ruolo di LegaAbiente è corretto, ma lo reputo – senza voler offendere nessuno – come il ruolo dei sindacati in azienda, che parlano, parlano ma non hanno soluzioni, e quindi totalmente negativo alla fine, perché si rischia di non fare niente. Senza offesa perché ammiro chi investe il proprio tempo x gli altri.

  35. Scritto da Chicchettoni radical chic di sinistra

    Lega ambiente= circolo di chicchettoni radical chic di sinistra che si ritrova nei caldi salotti con la puzza sotto il naso a discutere sui massimi sistemi.
    Il popolino come Marilena, s’accorge solo degli apostrofi mal messi , e non delle minchiate ch dicono.
    Ma il popolino come Marilena, si sa, è terreno fertile per i chicchettoni radical chic di sinistra

  36. Scritto da un essere umano

    Cavolo, quanti intellettuali che ci sono a commentare l’articolo!
    Vedo che voi siete parecchio presi dal lavoro, visto che date dei lazzaroni agli altri, e il tempo per offendere lo trovate sempre!
    Meglio essere definiti chicchettoni radical chic, che buzzurri celoduristi cresciuti a insulti e salamella delle feste leghiste.
    Avete fatto tanto voi e i vostri amici dei padroni in questi ultimi 20 anni, infatti adesso vediamo come siamo realmente messi.
    Ma fateci il piacere.

  37. Scritto da F.N

    Eliana vacci piano. Io sono di destra da una vita, ma di destra destra, ma anche io ho a cuore l’ambiente, e non significa che per questo sono di sinistra. Io sono per il rispetto dell’ambiente e per la tutela dell’agricoltura, settore del quale alla fine non importa più nulla a nessuno.Sono figlio di agricoltori e sono fiero di questo.So la vita che fanno e i tanti sacrifici, e mi rendo conto che se sparisse l’agricoltura dalla bassa a voi non ve ne fregherebbe nulla.Ne sono fermamente convinto

  38. Scritto da BettaElisa

    marilena: hai letto bene l’articolo, ma credo che gli esponenti ai quali si riferiscono, sono donne; infatti da noi la donna è considerata essere pensante e con ruoli paritari a differenza che nella vostra fazione politica. e poi mi lusingo nel leggere quanta rabbia suscitano gli “ambientaisti” del circolo agorà..è un onore. probabilmente chi li attacca lo fà perchè li teme, in quanto sono dichiaratamente contro gli interessi di questi signori spregiudicati, che vi USANO per i loro unici interes

  39. Scritto da marilena

    per 12. anch’io ho pensato che potrebbero essere donne,ma l’ultimo apostrofo era indiscutibilmente sbagliato.Voglio specificare che io ho scritto perchè mi spiaceva che facessero brutta figura, non lo meritano visto il loro impegno.

  40. Scritto da MenoCemento

    Gia’ il comportamento di chi dice di dimettersi ed invece resta li la dice lunga sul personaggio-sindaco. “Torno a fare l’imprenditore”, ha detto… Come dire che a fare il sindaco ci fa un favore; forse ad una certa eta’ sarebbe bene limitare il numero di cose da fare, specie quando certe decisioni sono destinate ad influenzare il futuro di un’ intera comunita’.

  41. Scritto da Urgnanese

    Io credo che l’attività di Legambiente non debba essere solo di denuncia ma di proposta, di alternative, di progetti. Questo manca. Se l’alternativa di Legamb. è quella di bonificare l’area, non è reale, non è fattibile, perché il comune dovrebbe comprare l’area. A prescindere da Lombardini, che non si fa più, rimangono tanti problemi ad Urgnano e io, ci vedevo nel progetto tante soluzioni interessanti.

  42. Scritto da PAOLA

    Attaccarsi sulle dimissioni del Sindaco è davvero restrittivo, significa non aver nulla da dire, visto che a me sembra sia stato chiarissimo. Il Sindaco, ha volutamente distrutto la maggioranza, per cui non può andare avanti, ha detto che finisce alcune cose ed altre le passerà al commissario che ci porterà a nuove elezioni. Cosa c’è di nun chiaro? Non lo puoi vedere? Pazienta ancora un pò. Paola ex Lega.