BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Giunta Borghi, tanto fumo e poco arrosto”

Pubblichiamo la lettera di Gianluca Pignatelli, capogruppo pdl a Treviglio, che contesta alla Giunta di non riuscire a gestire il bilancio.

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera di Gianluca Pignatelli, capogruppo Pdl a Treviglio, che contesta alla Giunta di non riuscire a gestire il bilancio.

Quinta variazione di bilancio ed equilibri di bilancio. Investimenti programmati: 24,9 milioni di euro; somme impegnate per gli investimenti, a settembre 2010, € 3,6 milioni. è questo il dato più evidente della quinta variazione al bilancio 2010 apportata della Giunta Borghi. La "manovra" di bilancio, approvata dalla maggioranza lo scorso 30 settembre, acclara una significativa riduzione delle entrate e, tra queste, minori introiti per oneri di urbanizzazione per circa 2,5 milioni di euro con contestuale contrazione, per una cifra, degli investimenti programmati per una pari cifra.
Ma se da una parte non si può fare una colpa all’Amministrazione se, a causa della crisi, calano le entrate da oneri (anche se bisogna ricordare che a Treviglio il piano casa è stato osteggiato dalla Giunta di sinistra e circoscritto, di fatto, alla sola zona Nord), dall’altra si deve evidenziare che il bilancio per l’anno in corso è stato stilato dalla Giunta con scarsa capacità di prevedere l’andamento reale delle entrate.
La verità, ma lo avevamo già evidenziato in sede di discussione sul bilancio, è che gli investimenti programmati dalla Giunta si basano quasi esclusivamente sull’alienazione di Ygea S.p.A., cioè delle Farmacie comunali, mentre le altre entrate previste sono, in verità, assai incerte; la manovra di bilancio certifica questo stato di cose. Per altro ad oggi la vendita delle Farmacie non sembra nemmeno più di immediata esecuzione, dal momento che la maggioranza non sembra ancora sapere quali siano le conseguenze fiscali dell’operazione che vuole porre in atto. Come è scritto, con pudore, "nelle carte" portate in Consiglio, sono in corso di definizione "aspetti prodromici".
L’Amministrazione, invece, dovrebbe valutare la possibilità di alienare la piena proprietà dei numerosi immobili che, nel corso degli anni, ha dato in concessione. Ad esempio, ha senso che il comune ritorni in possesso di un’abitazione dopo 99 anni di concessione? È meglio che il concessionario, se può, l’acquisti e ne diventi proprietario per intero. Si tratta di somme non piccole, che possono permettere all’Ente di eseguire opere pubbliche necessarie senza penalizzare il patrimonio. E poi c’è sempre la possibilità di cedere una parte dell’Upim, in modo da sgravare l’Ente dal costo della ristrutturazione.
La conclusione è che, quanto ad opere pubbliche, di quelle importanti, di rilevo, quelle che possiamo ben definire "strategiche" per il futuro della Città, la Giunta Borghi ne parla tanto, fa molta propaganda, ma conclude poco. E quindi i trevigliesi, noi trevigliesi, dovremo accontentarci del "poster" pubblicitario da € 10.000 affisso sulla facciata dell’Upim col disegno di un progetto che non parte, ma talmente costoso che, se veramente si attuasse, senza la compartecipazione del privato costituirebbe un macigno sui “conti” delle prossime amministrazioni. Nel 2011 voltiamo pagina?

Avv. Gianluca Pignatelli

Consigliere Comunale
Capogruppo PDL

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valerio

    Condivido le valutazioni di Pignatelli sul bilancio di Treviglio, critiche verso l’operato della maggioranza e volte a delineare un modo diverso di gestire le finanze comunali.
    Spero che il centro-destra metta a punto una proposta complessiva e credibile di amministrazione cittadina, e che la scelta del candidato sindaco avvenga in modo trasparente, sulla base delle capacità e della coerenza dei candidati rispetto al programma della coalizione.

  2. Scritto da ely

    Si sentono una marea di lamentele sulla Borghi e sulla sua giunta..ma chi l’ha votata??non si è di certo eletta da sola!!Poi sotto le elezioni saltano fuori persone come Pignatelli,che sono in comune dalla notte dei tempi..Dico solo che sia con il PD che con il PDL è stato una schifo!!Trevigliesi, sveglia!!!! VOTATE LEGA NORD!!!!!!
    altro che un sindaco che dà spazio a chi non contribusce e che rompe tutto!! DOVERI x tutti e diritti per chi se lli merita!!! VOTATE LEGA NORD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da RADICAL CHOC

    Pignatelli ha preso in comodato d’uso la sedia di consigliere comunale dal padre (gia’ sodale delle giunte Riganti e Minuti ) da molti e troppi anni aspira aspira aspira …..( nella sua carriera e’ riuscito a sostenere vari Sindaci di sinistra prima Minuti e in ultimo la Borghi- travasando i voti di Treviglio libera -) anche questa volta riuscira’ nel suo intento ! E provare a staccare la spina no?!

  4. Scritto da Adela

    è sempre bello vedere come vi affannate a scrivere contro Pignatelli, Maggioni, Prandina e Fabbrucci.
    La realtà è una sola: senza i loro comunicati non si saprebbe nulla di quello che succede in comune.
    Siliprandi, Riganti e Manenti dormono o fanno solo un gran casino.
    Continuo a sostenere che Pignatelli Sindaco e Mangano Vice Sindaco sia un’ottima soluzione

  5. Scritto da michele

    io direi nemmeno fumo

  6. Scritto da Attila

    @12 – Quattro anni e mezzo fa nei cantieri di Treviglio, è stata varata un’imbarcazione che ha fatto acqua su ogni rotta che ha solcato; adesso, tu che invochi Pignatelli e Mangano, significa che vorresti fare la fine del Titanic.

  7. Scritto da Paisà

    Quello che non capisco è il PDL: Mangano, Prandina, Pignatelli, Fabbrucci, Maggioni … ma scusate ma quanti si possono candidare Sindaco per un partito? Sono cambiate delle regole? Io faccio il contadino e in casa mia è sempre stato che era uno solo che comandava, come nel pollaio: io non ho mai visto tanti galli tutti insieme.
    Non sarebbe ora che questi signori scendessero sulla Terra e cominciassero a fare chiarezza?

  8. Scritto da Franco Brenna

    Quante parole per dire “VOGLIO FARE IL SINDACO”.

  9. Scritto da Cornelli Pietro

    Personalmente nutro forti dubbi sulle capacità dell’amministrazione Borghi e sulla possibile alternativa ad essa.
    L’attuale capogruppo del Pdl, l’attuale segretaria cittadina dello stesso, il più importante partito italiano non esiste nella più importante città della provincia di Bergamo.
    C’è forte disorientamento.

  10. Scritto da Gianluigi Carminati

    Brenna, Cornelli, Pancrazio e Strane scelte; FINALMENTE CITTADINI ATTENTI E CONSAPEVOLI DELLE OPERAZIONI E DEI GIOCHINI DI POTERE DI QUESTE PERSONE.
    COMPLIMENTI, SONO D’ACCORDO CON VOI.

  11. Scritto da God save the Borghi

    Pignatelli, Mangano, Prandina , Fabbrucci, Riganti, Siliprandi .
    Speriamo che la Borghi continui a godere di buona salute !

  12. Scritto da Pancrazio

    Pignatelli fa di tutto per fare il sindaco, ma i trevigliesi sanno che per 4 anni gli è andato bene fare il presidente del consiglio comunale, eletto non con i voti dei cittadini ma dell’attuale amministrazione che ora contesta, senza dunque fare lui opposizione. Uno così a treviglio non lo vogliamo, basta vecchia politica! CI VUOLE GENTE NUOVA!!!!

  13. Scritto da Strane scelte

    ma il pdl a treviglio pechè ha rimesso lì a fare il capogruppo pignatelli che quattro anni fa aveva fatto perdere le elezioni al centrodx???? la gente non è scema e non dimentica…

  14. Scritto da Antonio P.

    Meno male che un po’ di gente si sta accorgendo di queste cose, speriamo che anche il pdl si renda conto e che non faccia il secondo errore, dopo aver fatto rientrare pignatelli di candidarlo pure sindaco, con sconfitta assicurata. ci sarà pure qualcuno di meglio? l’elenco secondo me è lungo!

  15. Scritto da Andera Milesi

    LA CAMPAGNA ELETTORALE E’ COMINCIATA, SIAMO DINANZI AD UNA VERA E PROPRIA OFFENSIVA MEDIATICA DELL’AREA POLITICA PIGNATELLIANA, PRIMA DI CREDERE ALL’EX PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE GRAZIE AI VOTI DELLA SINISTRA, INFORMIAMOCI INVECE SULL’OPERATO DELLE VERE OPPOSIZIONI CONSIGLIARI, CRITICHE VERSO ARIELLA BORGHI SIN DALL’INIZIO DEL MANDATO.

  16. Scritto da SLEGHISTA

    L’unico comune che si salva dalla lega e dal pdl pignatelli vuole ROVINARLO !!!
    Siete in quattro e volete governare in dieci, furbi !!!
    pignatelli mangano prandina fabrucci riganti siliprandi e aggiungo maggioni questi si contendono la sedia