BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Cristo si ?? fermato a Eboli, Teb e Sab a Pradalunga?”

Continua la polemica sulla mancanza di un biglietto integrato tra le due linne. Il Comitato genitori espone le sue ragioni.

Più informazioni su

Egr. Direttore,
in primo luogo intendiamo ringraziarLa per la tempestività con cui avete pubblicato la nostra lettera di richiesta informazioni, cosa che altre testate locali non hanno fatto con la stessa celerità.
Ringraziamo anche TEB e servizio Trasporti EST per la pur poco chiara risposta, tuttavia vorremmo precisare alcuni punti, in attesa che autorità politiche si incontrino e prendano una decisione.
1. Il Problema non riguarda solo gli studenti del liceo Amaldi di Alzano L. Riguarda tutte quelle persone che raggiungono la città, siano essi studenti, pendolari, anziani utilizzando il doppio sistema autobus- tram. Il problema si pone non per gli orari in cui la tratta è servita comodamente dagli autobus della SAB, ma e soprattutto in quelle fasce orarie (mattino, primo pomeriggio, dopo le 19.30) quando non ci sono autobus SAB che raggiungono i nostri paesi. Una persona che ha acquistato un titolo viaggio Bergamo Trasporti EST, da Alzano in questi orari cosa fa? Torna a casa a piedi?
2. Cornale e Pradalunga sono sempre stati svantaggiati nei collegamenti fin da quando noi genitori, in tempi oramai lontani, frequentavamo le scuole superiori, ma abbiamo sempre avuto buone gambe e abbiamo sempre utilizzato la linea Bergamo-Nembro Albino come alternativa, anche faticosa e non priva di pericoli nei mesi invernali, per tornare il prima possibile a casa. E la stessa cosa vorrebbero fare i nostri figli. 
Noi della valle abbiamo salutato con gioia il ritorno del Tram, nella sede della vecchia ferrovia a scartamento ridotto. Il tram è veloce, ecologico e comodo. Ottimo, buono per noi e per la valle. 
Il tram ha tolto di mezzo alcune corse del pullman, ma poco male. 
Oggi ci sentiamo dire che gli abbonamenti non sono unitari, non si possono utilizzare mezzi diversi. Non si trattava del SIT, Servizio Integrato Trasporti? 
Ma per mancati accordi politici devono ancora essere i cittadini e le famiglie a pagare, soprattutto in questo periodo di difficoltà economiche e di sacrifici per tutti
In quanto servizio pubblico, ci aspettiamo che il trasporto venga valutato anche in base alle necessità dei pochi, e non solo sulla base della redditività. La geografia delle valli impone la necessità di un servizio pubblico, probabilmente in perdita, ma comunque necessario.
Vent’anni fa un abbonamento ferroviario mensile per studenti da Bergamo a Milano costava 28.000 Lire, circa 14 euro. Oggi a Milano con un euro si fanno anche trenta chilometri. A Pradalunga gli studenti, per recarsi ad Alzano a scuola con un abbonamento SAB, pagano un abbonamento annuale di 303 euro, che diviso per i giorni di validità e per 8 km al giorno significa circa un euro per 8 km, più del costo del gasolio di un’auto di grossa cilindrata. E con 303 euro ci venite a dire che dobbiamo scegliere fra SAB e TEB?
La corriera, il pullman o il nuovo tram è diventato un mezzo per ricchi? Come genitori non chiediamo poltroncine di lusso, non ci interessano display a bordo, aria condizionata e intrattenimenti. Vogliamo esattamente la corriera o il tram, un mezzo semplice e poco costoso per portare i nostri figli a scuola. Vogliamo la green economy, lo sviluppo sostenibile, cioè il tram e la corriera. Stiamo rischiando di non riuscire a dare ai nostri figli, che sono la speranza del nostro futuro, nemmeno la corriera dei loro nonni. Cristo si è fermato a Eboli, ma la TEB e la SAB si accorderanno per Pradalunga?

IL COMITATO GENITORI DI PRADALUNGA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da corti-novis

    organizzatevi tutti insieme salite senza pagare… o bloccate il tram com la relativa stampa per i media…. l’unione fa la forza. SVEGLIA!

  2. Scritto da Angel

    Salite tutti senza pagare!
    Tanto lo fanno già in molti, visto che i controllori si vedono (forse) una volta l’anno…

  3. Scritto da Claudia

    Ma l’assessore provinciale competente dove è?

  4. Scritto da corti-novis

    ma non c’è per legge chi si occupa della mobilità…?. viene assegnato questo incarico ha quel personale che l’amministrazione non sa dove mettere… vedi bergamo… ecco perchè le ce cose non funzionano

  5. Scritto da l.f.o.c.

    Simo alle solite, quando un problema va risolto con l’intervento di un qualsiasi organo”politico” le cose non vanno avanti mai, anzi,se possibile si complicano.Noi a pradalunga,non solo siamo tagliati fuori dall’accesso alla super strada,ma anche dalla possibilità di accedere alla nuova linea ferroviaria Albino Bergamo.
    Non per far polemica ma vorrei sapere chi è quella” mente “che avendo avuto la possibilità di creare i sopracitati collegamenti non lo a fatto!!!!!

  6. Scritto da lavoratore

    Io non so che idea avete voi della politica, la mia è che deve servire per risolvere i problemi ai cittadini. per cui ha ragione Claudia, ma la provincia (leghista) espressione del territorio dove è? Se TEB parla una lingua e SAB un’altra allora usiamo il mediatore provincia.

  7. Scritto da la TEB ETC...

    @ 1 corti : hai pienamente ragione bisogna a iniziare protestare, basta abbassare la Testa e via… fatemi sapere quando verra organizzata gita in Tram a BG vengo anchio!