BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per Creattiva record di visitatori

Sono stati oltre 30mila le persone che hanno partecipato al salone dedicato alle arti manuali realizzato da Ente Fiera Promoberg.

Più informazioni su

Guardare, comprare e creare. Si condensa tutto in queste tre parole il successo di Creattiva, il Salone dedicato alle arti manuali realizzato da Ente Fiera Promoberg che questa sera ha chiuso i battenti totalizzando ben 30 mila visitatori facendo segnare un +35% rispetto all’edizione di un anno fa.
Un successo annunciato, testimoniato oltre che dagli impressionanti numeri anche dal gradimento dei visitatori stessi, giunti in massa.
Alcune comitive hanno organizzato la visita in pullman non solo dalla Lombardia, ma anche dall’Emilia Romagna, dalla Liguria, dal Veneto nonché dal Sud Italia.
Piena soddisfazione dagli espositori, ben 131 distribuiti in oltre 400 stand su una superficie di 13 mila metri quadrati, dati che hanno caratterizzato il raddoppio della manifestazione. Sono bastati due anni per consacrare definitivamente Bergamo Creattiva come una delle prime tre migliori fiere di settore in Italia, un podio meritato e testimoniato da diversi elementi.
Creattiva è una fiera easy a tutti gli effetti; facile raggiungere la Fiera di Bergamo, facile trovare operatori ed espositori qualificati, facilissimo innamorarsi di tutto quello che viene proposto: dai prodotti ai corsi, – questa edizione ne ha contati oltre 800- dalle novità alle particolarità. In una parola, un evento davvero imperdibile. Il bello di questa fiera sta proprio in questa “intercreattività” che coinvolge, in un vortice dove più si fa e più verrebbe voglia di fare, espositori e pubblico, toccando tutti i settori della manualità, dell’hobbystica, con l’offerta variegata ed assortita di un’infinità di prodotti e con la validità didattica dei corsi e delle dimostrazioni che vedono in “cattedra” autentici professionisti della manualità.
E allora chi più ne ha più ne metta: ricamo, patchwork, quilting, lavori d’ago, dècoupage, craft, stitchery, pergamena artistica, punto croce, ceramica, stencil, twist-art, stamping, soft glass, feltro, belle arti, fusione del vetro, pittura, decorazione, bricolage, lavorazione del marmo, del legno e della paglia; effetto affresco, creazione di sartoria, tecniche per l’utilizzo di utensili manuali, meccanici ed elettrici. E ancora cucina creativa e composizioni floreali, candele, arredo e oggetti country, perline, bigiotteria e accessori, saponi, miniature e bambole; tutto questo è stato Creattiva.
Stoffe ricercate dalla Germania (ben cinque erano infatti gli espositori esteri ) che rimandano ad atmosfere country d’altri tempi, accanto a filati di cotone, lana, feltro e decorazioni natalizie cucite o dipinte a mano. Ma anche saponette artistiche, bambole e pupazzi, borse perline e bijoux, libri che raccontano di favole e principesse.; un composito ventaglio merceologico che ha saputo accattivarsi i favori di un pubblico entusiasta.
Chi era alla ricerca di un’occasione di apprendimento di tecniche nuove o tradizionali, ha trovato in questa manifestazione… pane, ovvero elementi, per i propri denti.
Ed è proprio su questa molteplicità di elementi che si focalizza il commento di Stefano Cristini, direttore tecnico di Ente Fiera Promoberg: “Questa fiera incarna lo spirito della nostra fiera, in grado di capire i tempi e il mercato e di interpretarli, di mettersi in relazione con il visitatore e di coinvolgerlo, di renderlo protagonista attivo, oltre che di proporre elementi espositivi e corsi di apprendimento di assoluto livello. Questa fiera, che si attesta sul podio delle analoghe manifestazioni di settore in Italia, ha tra le sue carte vincenti anche ulteriori elementi, dalla facile raggiungibilità del nostro centro espositivo all’ospitalità alberghiera della nostra città. Questo fa sì che, in questi tre giorni, si siano registrati visitatori da ogni provincia italiana con ricadute sul territorio molto positive in chiave economica. Abbiamo considerato poco meno di un migliaio le camere occupate durante lo svolgimento della fiera, senza considerare tutto l’indotto che ne ha beneficiato. Possiamo dire che, in questo senso, la fiera ha funzionato come grande attivatore dell’economia territoriale in tutti i suoi aspetti”.
Chiusa Creattiva, per Ente Fiera Promoberg è già tempo di pensare alla 32esima Campionaria che prenderà il via il prossimo 23 ottobre per concludersi il primo novembre. Una manifestazione che, nel cuore del pubblico da decenni, si proporrà con momenti di spettacolo ed intrattenimento che si innesteranno sul variegato e composito corollario merceologico.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da grazfari

    ci sono stata con mia figlia, tanta gente, tanti espositori, il tutto molto caro, l’ingresso, otto euro, parcheggio due euro, totale diciottoeuro.
    mi aspettavo la possibilita’ di partecipare a brevi corsi all’interno ,niente tutto a pagamento!!!! mi e’ sembrato molto commerciale altro che fai da te.