BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli eventi distribuiti dalla Bassa fino alle Valli

Da Treviglio a Zogno i visitatori sono ospitati in teatri, biblioteche e scuole di sedici comuni della bergamasca.

BergamoScienza 2010 è ormai entrata nel vivo, e, come pronosticato da molti, sta battendo ogni record stabilito dalle precedenti edizioni. A partire da venerdì primo ottobre, città e provincia si offrono come palcoscenico alla rassegna, quest’anno più ricca che mai. Il territorio orobico ha sempre giocato un importante ruolo nella riuscita della kermesse: con le sue bellezze artistiche e naturali, è una cornice d’eccezione per gli eventi proposti dal festival.
Oltre ad offrire una storia secolare e un patrimonio artistico fra i più ricchi della Lombardia, la città è stata capace, negli anni scorsi, di rivelarsi ben organizzata ed efficiente nell’accogliere le decine di migliaia di visitatori che partecipavano a BergamoScienza. Grazie poi alla distribuzione degli eventi fra Bergamo e provincia, la manifestazione ha coinvolto un numero sempre maggiore di persone.
Proprio nei comuni della provincia hanno luogo numerosi eventi della rassegna 2010. Conferenze, spettacoli, mostre e laboratori vengono proposti non solo nell’hinterland, ma interessano il territorio dalla bassa fino alle valli: da Treviglio a Zogno i visitatori sono ospitati in teatri, biblioteche e scuole di sedici comuni della bergamasca.
Numerosi gli appuntamenti in programma allo spazio “ALT Arte Contemporanea” di Alzano Lombardo e al museo “MAT – Arte e Tempo” di Clusone. Molto attivi anche i comuni di Albino, Dalmine e Stezzano, che partecipano alla manifestazione con vari eventi.
Sono centinaia le prenotazioni per gli spettacoli “Ilio HR” di Alberto Salvi, in scena ad Alzano, e “(E)stran(e)a” di Lilli Fragneto, proposto al Teatro Civico di Dalmine. Il pubblico si profila numeroso anche per l’incontro “Sapere storico e sapere scientifico”, previsto per lunedì 11 ottobre all’Auditorium di Albino, e per la conferenza “L’uso della robotica nelle problematiche neurologiche infantili”, proposta sabato 16 ottobre alla Casa di Cura Habilita di Zingonia di Ciserano.
Gli eventi offrono la possibilità di visitare diverse zone della provincia, promuovendo il territorio e le sue ricchezze. In questo senso si stanno muovendo l’Agenzia per lo sviluppo e la promozione turistica della Provincia di Bergamo e l’Associazione Promoisola, che dal primo settembre propongono visite culturali, percorsi didattici e offerte di soggiorno pensati appositamente per i visitatori di BergamoScienza. I privati e le scuole possono quindi partecipare ad itinerari nei comuni della Valle Brembana, Vallle Seriana e Val di Scalve, ma anche conoscere il lago d’Iseo a Lovere, o scoprire la storia e la natura della Bassa e dell’Isola Bergamasca. Tutte le soluzioni offerte sono riportate all’indirizzo www.turismo.bergamo.it.
Il programma completo del festival è invece consultabile sul sito della manifestazione, www.bergamoscienza.it
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.